Gli sportelli di Adico Associazione Difesa Consumatori

Contatta gli esperti dell'Associazione per trovare una risposta rapida ed efficace ai tuoi problemi attraverso gli Sportelli tematici

GAROFOLINI: “I NUOVI ALBERGHI A MESTRE? UN OTTIMO MODO PER RIQUALIFICARE LA ZONA STAZIONE. MA ORA SMETTIAMO DI TRATTARE IL TURISTA COME UNA VACCA DA MUNGERE”

MESTRE. “L’apertura degli alberghi nella zona più delicata di Mestre rappresenta una importante opera di riqualificazione per la città. Però, proprio partendo da qui, è giunto il momento di ripensare ai costi di un centro storico che attualmente considera i non residenti e i turisti come vacche da mungere fino allo stremo, a fronte di servizi totalmente inadeguati e di vantaggi esigui se non nulli per i residenti”. Carlo Garofolini, presidente dell’Adico, continua la sua battaglia contro l’eccessivo accanimento nei confronti di chi viene a visitare la città senza avere in cambio servizi degni di questo nome. “Anche per una famiglia che proviene da un comune limitrofo e non ha la carta Venezia, ogni gita a Venezia diventa un salasso, soprattutto per i nuclei con due o più figli. Per i turisti, non ne parliamo. Fra i costi dei trasporti stratosferici, i biglietti dei musei carissimi e in continuo aumento, la tassa di soggiorno fra le più care d’Italia e chi più ne ha più ne metta, il centro storico si è trasformato in un grande business che, fra l’altro, ai residenti provoca solo disagi”. Ora l’apertura delle catene alberghiere nella zona della stazione mestrina non può che rendere più sicura un’area fortemente degradata e pericolosa. Ma adesso, continua Garofolini, “bisogna prevedere nuovi servizi, nuove infrastrutture di fronte a un numero inevitabilmente crescente di arrivi. E, soprattutto, è necessario che sia il Comune che le stesse strutture ricettive promuovano iniziative a favore dei turisti e dei non residenti. Gli alberghi mestrini, per esempio, non devono solo limitarsi a ospitare i clienti, ma devono anche essere in grado di fornire sconti per i musei, di orientare il turista nella terraferma. Di contro il Comune deve smettere di inventarsi sempre nuovi balzelli per torchiare chi viene a visitare la città. Non è spremendo i turisti che si salva il fragile ecosistema del centro storico”.

 

 

LA NEWSLETTER

Inserisci la tua e-mail nel modulo e premi invia per iscriverti alla nostra newsletter.

Iscrivendovi alla newsletter riceverete le nostre mail contenenti notizie sulle principali tematiche consumeristiche e non solo. Oltre alle notizie, riceverete anche i nostri comunicati stampa che vengono inviati alla stampa locale e nazionale.

Accetto l'informativa sulla privacy

PROGETTI SPECIALI

  • Sportello Successioni e Testamenti
  • Sportello Successioni e Testamenti
  • Sportello Diritto di Famiglia
  • Sportello Amministrazione di Sostegno

ALTRI PROGETTI

Consulta i progetti di Associazione Difesa Consumatori

Eli-net l'azienda di Spinea, Venezia che ha realizzato il sito di Adico