Gli sportelli di Adico Associazione Difesa Consumatori

Contatta gli esperti dell'Associazione per trovare una risposta rapida ed efficace ai tuoi problemi attraverso gli Sportelli tematici

ADICO: come scegliere la compagnia elettrica più conveniente

Molti consumatori si rivolgono all’ADICO chiedendo come poter individuare l’offerta di energia elettrica più adatta alle proprie esigenze e poterla confrontare  tra le diverse presenti sul mercato – si legge nel comunicato.
A tal proposito – spiegano gli esperti dell’ADICO – basta consultare il servizio ”Trova Offerte” reso disponibile dall’Autorità per l’energia sul proprio sito (www.autorita.energia.it) ed inserire il CAP del Comune di interesse, indicare il tipo di contratto ed il consumo annuo, tutti elementi facilmente reperibili sulla bolletta; seguendo le istruzioni presenti nelle varie schermate, si potranno visualizzare le offerte dei venditori che operano nella zona selezionata. L’adesione, da parte dei venditori, al ‘Trova offerte’ e’ volontaria; ad oggi risultano iscritti dodici operatori: A.B. Energie Srl, AGSM Energia SpA, A2A, Edison Energia SpA, Enel Energia SpA, Eni SpA div. gas&power, Flyenergia SpA, Hera Comm Srl, Iride Spa, Sorgenia SpA, Italcogim Energia SpA, Trenta SpA.
Il servizio permette anche di mettere a confronto le offerte di numerose società di vendita e perciò di individuare e confrontare le proposte di fornitura di energia elettrica relative all’area di interesse, di valutare le varie condizioni e la relativa spesa, anche rispetto alle condizioni di maggior tutela stabilite dall’Autorità con cadenza trimestrale.
La liberalizzazione del mercato elettrico sta dando i suoi frutti anche offrendo ai consumatori una scelta sempre più libera, a fronte di un ventaglio sempre più ampio di offerte e di offerenti in concorrenza fra loro. Diventa quindi sempre più importante trovare l’offerta di energia elettrica più adatta alle proprie esigenze, confrontando le diverse proposte sul mercato” ha sottolineato il Presidente dell’Autorita’ per l’energia Alessandro Ortis.
Ora l’auspicio e’ che operatori sempre più competitivi facciano parte del sistema ”Trova-offerte” – conclude nella nota il presidente dell’ADICO, Carlo Garofolini - con proposte sempre pià trasparenti e vantaggiose per i consumatori”.

3 Commenti alla discussione “ADICO: come scegliere la compagnia elettrica più conveniente”

  1. 4 settembre 2012 alle 15:08

    non so che compagnia elettrica scegliere io sono con edison mi sembra cara la mia famiglia e composta da 5 persone con edison pago circa 1250 euro l’anno mi semra cara voi sapete indicarmi qualcosa dove potere risparmiare qualcosa intendo qualche compagnia elettrica

  2. 24 dicembre 2010 alle 18:16

    INTEGRAZIONE:

    dimenticavo di rappresentare che molti utenti nonostante l’invio tramite fax all’utenza segnalata dal diffidante in calce all’intimazione ovvero al nr. verde dei dati comprovanti l’avvenuto pagamento, non trovano la giusta soddisfazione, che incrina inesorabilmente il rapporo col fornitore. Forse sarebbe meglio essere meno “minacciatori” spedendo raccomandate postali dal contenuto amaro di sospensione del servizio e di esercizio dell’azione legale. La furbizia o le difficolta di qualcuno non devono servire da alibi per fare cadere tutti nel paniere.

  3. 24 dicembre 2010 alle 16:15

    Sarà pure vero “sarà……!” che tra compagnie di distribuzione vi sia concorrenza, il problema però credo poi sta nei pagamenti e nella correttezza commerciale tra distributore e cliente. Ad esempio è di questi giorni (guarda caso di festività di fine anno) la notizia che molti utenti di Venezia ed isole stanno ricevendo – da un’azienda a livello nazionale – diffida legale per insolvenza fattura Eni. La maggior parte di questi utenti, in passato, ha pagato le bollette non tramite banca o poste italiane bensì attraverso ricevitori convenzionati o tramite tabaccherie.
    In questi casi all’utente, dopo il pagamento, viene rilasciato uno scontrino stampato su carta chimica la quale non sempre mantiene nel tempo i dati. La maggior parte di questi utenti che ha pagato regolarmente, ritiene la recente richiesta “intimidatoria” una vessazione ingiusta che crea non pochi problemi specie se non ha avuto l’accortezza di forocopia e custodire insieme alla bolletta di riferimento, il detto scontrino. Attenzione, nel caso in cui lo scontrino è illegibile o non reperibile per essere contrapposto alla richiesta, potrebbe rilevarsi una beffa nella beffa e costretti a ripagare quanto non dovuto. Io aggiungerei che se le cose stanno come descritte, c’è più puzza di possibile “tentata truffa”, da parte deagenzia incaricata della riscossione dei crediti del distributore del servizio. Quindi: Occhio vigile ed incaso di dubbi o incertezze non precipitatevi a pagare ma con calma cercatevi le vostre ragioni.

Rispondi

Ricevi un avviso via mail se ci sono nuovi commenti a questo articolo (potrai modificare o cancellare in ogni momento l'iscrizione ai commenti seguendo le indicazioni che troverai nelle mail di notifica)

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti.


Oppure iscriviti senza commentare.

LA NEWSLETTER

Inserisci la tua e-mail nel modulo e premi invia per iscriverti alla nostra newsletter.

PROGETTI SPECIALI

  • Sportello Patrocinio Gratuito
  • Sportello Diritto di Famiglia
  • Sportello Amministrazione di Sostegno

ALTRI PROGETTI

Consulta i progetti di Associazione Difesa Consumatori

VIDEO

Tutti i video di Carlo Garofolini, Presidente di Adico