Gli sportelli di Adico Associazione Difesa Consumatori

Contatta gli esperti dell'Associazione per trovare una risposta rapida ed efficace ai tuoi problemi attraverso gli Sportelli tematici

Il governo salva la legge 104, ma il taglio alle detrazioni ci sarà

La stretta sui permessi previsti dalla Legge 104/92 non ci sarà, e non ci sarà nemmeno la tassazione delle pensioni di invalidità (ma quelle di guerra faranno cumulo con il reddito). Sono gli ultimi rimaneggiamenti alla Legge di stabilità, che il governo ha messo a punto prima di inviare il testo del decreto al Quirinale (il passaggio successivo è l’approdo in Parlamento).

Detrazioni dimezzate già per il 2012

Tra le misure restano però confermati i tagli sulle detrazioni fiscali già sul reddito del 2012, nonostante per tutta la giornata di ieri si fosse parlato dell’ipotesi di applicare le nuove restrizioni a partire dalle dichiarazioni dei redditi relative al 2013.

A rischio il taglio dell’aliquota Irpef

La modifica, si è saputo ieri, avrebbe comportato la cancellazione del calo della seconda aliquota Irpef, quella che dal 27% scenderà al 26%.

“A regime”, ha detto il ministro dell’Economia Vittorio Grilli”, “con la nostra manovra sull’Irpef, rimettiamo 6 miliardi nelle tasche degli italiani e ne riprendiamo 1,2 attraverso la riduzione delle detrazioni e delle deduzioni”. Nonostante ciò, la retroattività delle detrazioni è stata contestata da tutte le forze politiche che sostengono il governo.

Profili i di incostituzionalità per le modifiche alla 104

Soddisfazione, invece, per al modifica alle restrizioni introdotte nella legge 104, e che riguardava solo i dipendenti pubblici.

Sulla norma che tagliava del 50% la retribuzione per i tre giorni di permesso previsti per assistere un parente disabile, il Colle avrebbe individuato possibili profili di incostituzionalità, perchè la “stretta” avrebbe creato uno squilibrio tra i diritti dei dipendenti pubblici e quelli dei lavoratori del settore privato.

Di Giulia Nitti
fonte: il salvagente.it

 

12 risposte a “Il governo salva la legge 104, ma il taglio alle detrazioni ci sarà”

  1. andrea borghini ha detto:

    E’ veramente assurdo quello che sta accadendo, il signor Monti e la sua “troupe” non si sono resi conto che la presunta malattia dell’Italia si può curare con calma senza voler per forza accelerare i tempi andando a colpire sempre e comunque, e la storia dei passati governi l’ho insegna, i ceti più deboli. Monti non può da solo approvare le leggi, i partiti che avvalorano le sue tesi sono responsabili e i cittadini si ricorderanno.

  2. Anafesto ha detto:

    Penso che questo governo di laidi tecnocrati, che di tecnico hanno solo l’arroganza e la supponenza delle persone incapaci e ignoranti debba togliere il disturbo, hanno già fatto troppi danni!
    Queste persone, e chi le ha messe in grado di provocare questa catastrofe, sono veri e propri quisling al servizio di poteri stranieri.
    La loro strategia è evidente: privare l’Italia dei settori primari e secondari, insomma ottemperare alle criminali politiche neocon come fece la Thatcher alcune decine di anni fa in Inghilterra.
    L’America Latina che a fatica si è liberata di questi quisling imposti dal decadente impero, sta risorgendo dalle sue ceneri.
    Quando riusciremo anche in Europa e in particolare in Italia avere un sussulto di dignità e far pagare questi criminali per il loro tradimento?

  3. roberto ceccotti ha detto:

    gentili signori sono un pensionato iscritto alla vostra associazione consumatori ,chiedo informazioni a riguardo questa vostra introduzione e informazione ,per le pensioni di invalidità e le detrazioni.————-

  4. Pino da Messina ha detto:

    Ce l’ho con tutti i marpioni e farabutti che occupano pubbliche cariche elettive e che stanno lì, nei posti che occupano, solo per ammantarsi di privilegi e spargere fumo negli occhi degli ingenui che hanno trainato o tirano ancora a fatica questo carro, con il loro silenzioso e spesso mal pagato lavoro.
    Che pena assistere alle loro sceneggiate quotidiane, ora pro ed ora contro (si fa per dire!) questo Governo che, bravo quanto mai nell’inventare nuove restrizioni e tasse per colpire (tempestivamente e persino con retroattività) i diritti acquisiti, la casa e i magri risparmi, non è riuscito a varare un solo provvedimento per creare nuove occupazioni di lavoro e per fare in modo che siano tassati i grandi capitali, che siano abolite certe vergognose esenzioni e che siano esemplarmente colpiti gli sprechi e le ruberie politiche!
    Chiedono al ceto medio continui sacrifici e poi disperdono e sprecano il denaro pubblico in mille rivoli improduttivi (enormi costi della politica, finanziamento delle missioni militari all’estero, aiuti internazionali, sovvenzioni di enti inutili, ecc.)
    La corda che stanno tendendo è ormai troppo tesa e rischia di rompere se stessa e l’arco! Un monito, questo, che non dovrebbero dimenticare mai perché non c’è peggio dell’ira dei docili e se le masse si scatenano non ci sarà scampo per nessuno di loro!

  5. Max ha detto:

    Complimenti al governo per l’ennesima prova di equità e di tutela delle classi più deboli!!!
    Spero che i sondaggi che danno Monti come sperato prossimo presidente del consiglio siano poco attendibili e che gli elettori si ricorderanno al momento del voto di tutti i provvedimenti adottati a “favore” del popolo medio-basso, tenendo a debita distanza i partiti che appoggiano un eventuale Monti-bis.
    Bravo Marietto e tutti i tuoi colleghi, un grazie di cuore!

  6. pinos ha detto:

    ma a fronte di tutta questa iniquità, qualcuno vuole spiegarmi perchè tagliare del 10% gli stipendi dei magistrati (e che stipendi!) non è costituzionale??? è ora di finirla, è ora dei forconi in piazza!!

  7. matteo ha detto:

    vogliono portarci sempre più alla rovina,questo branco di ladri e sanguisughe!!
    a ci fanno pagare e ci tolgono di tutto,ma loro non si dimezzano quei stipendi esagerati che hanno….,perchè devono poter continuare a fare la loro “piccola” bella lussuosissima vita,piena di yot,auto di lusso,scorta che non meritano per niente,ecc…
    poi loro non pagano niente di tutto quello che dobbiamo pagare noi ONESTI cittadini!!
    al governo,c’è solo la casa di riposo per anziani(politici e presidente della repubblica) e qualche rara persona un pò giovane che non si sa se tiene al risanamento dell’Italia,oppure alle proprie tasche,come tutti gli altri,dal più piccolo al più grande.
    bisogna buttar fuori tutta questa gente che ha rovinato e sta rovinando l’Italia,e provare a inserire dei giovani con idee sane e stipendi da persone normali.
    poi bisogna eliminare tutti questi partiti e lasciarne solo tre..:uno di destra,uno di sinistra e uno di centro,così il debito pubblico italiano,inizierà a diminuire drasticamente.
    poi diminuire gli anni di lavoro per tutte le persone politiche,e quindi anche per..:presidente del consiglio,presidente della repubblica,e tutti gli altri……
    poi devono togliere tutti i privilegi per qualsisi straniero che è qui in Italia,perchè se è vero che la legge è uguale per tutti,anche loro devono avere le nostre stesse difficoltà,comprese le tasse!!!!!!!
    questo allora,potrebbe essere un buon inizio!!

  8. luciano ha detto:

    Non amareggiamoci per contro hanno approvato la legge salva corruzione.

  9. Doriana ha detto:

    Buongiorno, io non capisco perchè non si prendano i soldi ai politici visto che ne rubano tanti, ma anche ai menager pubblici e privati che riscuotono un sacco di soldi fra stipendi e varie indennità ed inoltre perchè non si fa un taglio alle pensioni d’oro, di cui nessuno parla. Ho copmunque unba grande preoccupazione, visto come è messo il ns/ Paese, non illudiamoci, non vedo attualmente una politica in grado di far uscire l’Italia dal tunnel. Senza lavoro nlon si va da nessuna parte.Auguri a tutti noi Italiani onesti

  10. matteo ha detto:

    Buon giorno….,ma come fa LUCIANO a dire..:NON AMAREGGIAMOCI!?
    C’e’ solo da infuriarsi,perchè tutti sacrifici di una vita(la nostra),sono stati vani,perchè un pò alla volta se li stanno riprendendo LORO,e vogliono anche farci credere che tutto questo immenso debito,è colpa di noi cittadini e non di loro LADRI!!!!
    Questo non è più lo stato Italiano,ma è lo stato dei LADRI!!
    Potranno chiamarlo ancora stato Italiano,solo quando tutta questa Feccia,sarà eliminata..,allora un pò alla volta inizieremo a risalire!!!!

  11. giovanni - PENSIONATO DEICINDIZZATO ha detto:

    IL TECNICO MARIO HA AFFERMATO CHE NEL 2013 CI SARA’ LA CRESCITA, FORSE INTENDEVA DIRE DELLA PRESSIONE FISCALE E DELLA DISOCCUPAZIONE A LIVELLI MAI VISTI DAL DOPOGUERRA , aumento dei prezzi di prima necessità e altri, bollette luce, gas ecc.!!!!
    A DICEMBRE 2012 FALCIDIATE LE 13ME PER L’IMU – QUINDI CONSUMI INFERIORI AL 2011 CON EFFETTI NEGATIVI SULL’ECONOMIA ED OCCUPAZIONE!!!
    VIVA LA COERENZA E L’EQUITA’ – invece di tassare i RICCHI – METTE LE MAMNI IN TASCA AI LAVORATORI E PENSIONATI CHE GUADAGNANO IN UN ANNO 20-30 MILA EURO E SE CONTINUA COSI’ ANDREMO A PRANZARE ALLA CHARITAS!!!!!
    SI, per l’inflazione!!!
    TANTO NON VI E’ ALCUN CONTROLLO SUI PREZZI DEI GENERI DI PRIMA NECESSITA’.
    MARIO – L’ITALIANO MEDIO ORA HA CAPITO CHE LO STATUTO DEL CONTRIBUENTE E’ DIVENTATO IL LIBRO DI PINOCCHIO!!

  12. marcella ha detto:

    Con la manovra sull’Irpef rimettiamo 6 miliardi nelle tasche degli italiani e 1.2 in quelle del governo attraverso la riduzione delle detrazioni e delle deduzioni! questo è quello che dicono….
    In realtà chi ha di meno avrà sempre di meno….
    Invece di tassare sempre di più le persone che lavorano perchè non cominciano a dichiarare i loro stipendi e pagare le tasse proprio loro.
    Assurdo!! basti pensare che i nostri risparmi vengano spesi per pagare sempre più tasse e Loro li utilizzano per i loro per i loro bisogni personali.. magari la terza casa o una macchina nuova…. che vergogna

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

LA NEWSLETTER

Inserisci la tua e-mail nel modulo e premi invia per iscriverti alla nostra newsletter.

Iscrivendovi alla newsletter riceverete le nostre mail contenenti notizie sulle principali tematiche consumeristiche e non solo. Oltre alle notizie, riceverete anche i nostri comunicati stampa che vengono inviati alla stampa locale e nazionale.

Accetto l'informativa sulla privacy

PROGETTI SPECIALI

  • Sportello Successioni e Testamenti
  • Sportello Successioni e Testamenti
  • Sportello Diritto di Famiglia
  • Sportello Amministrazione di Sostegno

ALTRI PROGETTI

Consulta i progetti di Associazione Difesa Consumatori

Eli-net l'azienda di Spinea, Venezia che ha realizzato il sito di Adico