Gli sportelli di Adico Associazione Difesa Consumatori

Contatta gli esperti dell'Associazione per trovare una risposta rapida ed efficace ai tuoi problemi attraverso gli Sportelli tematici

Il Caf che sbaglia deve risarcire il contribuente

Sia che il contribuenti compili da sè il modulo, sia che provveda a farlo il Caf, la responsabilità sull’esattezza dei conti e sulla correttezza nella compilazione dei quadri è sempre e solo del Caf. Per questo se qualcosa non funziona e se arriva un accertamento dovuto ad errori di compilazione o di calcolo, oppure se si scopre di aver pagato di più perchè il Caf non applicato tutte le detrazioni previste, si ha il diritto di essere risarciti.
Per legge, infatti tutti i Caf per poter essere abilitati ad operare debbono sottoscrive un’apposita polizza assicurativa al fine di garantire agli utenti il risarcimento dei danni eventualmente provocati dall’assistenza fiscale prestata.

547 risposte a “Il Caf che sbaglia deve risarcire il contribuente”

  1. Maurizio ha detto:

    Buongiorno,
    nel compilare la DSU per il 2019 il CAF mi ha fatto notare un possibile errore presente nella DSU inviata nel 2018 tramite loro per ottenere il bonus bebé. Dalle simulazioni risulta che in ogni caso nel 2018 sarei comunque rientrato nel limite per l’erogazione dell’assegno, anche se la DSU fosse stata inviata corretta. L’ISEE 2018 è stato validato e attestato dall’Inps nonostante il possibile errore e non ho ricevuto al momento alcuna contestazione. Il CAF non conferma né smentisce la propria responsabilità nell’errore; i documenti che avevo consegnato al Caf per la compilazione della DSU erano corretti, ma il CAF non tiene copia della documentazione. Come devo comportarmi? Grazie.

    • Adico ha detto:

      Salve, per tali questioni le conviene contattarci allo 041-5349637, siamo aperti dal lunedì al venerdì con orario 9-13 e 15-19.

      Distinti saluti
      Gianluca Codognato
      uff. stampa Adico

  2. Giovanni Pagano ha detto:

    Buongiorno, il caf della mia residenza ha effettuato una domanda di inabilità PM, poiché sono stato dichiarato inabile permanentemente alla navigazione il26 /10/2018.La domanda mi è stata rifiutata e l’ho ricevuta a marzo con esito :non esistono i contributi per potervi accedere. Come può essere che un caf presenti dellw domande di pensione senza calcolare prima se si può fare? Il caf mi ha sbaglito domanda e sono trascorsi 5 mesi. Come mi devo comportare? Cosa devo fare?

    • Adico ha detto:

      Salve, il Caf ha una propria assicurazione che può essere attivata in caso di errori causati da proprie responsabilità. Naturalmente bisogna valutare la vicenda. le consiglio di contattatrci allo 041-5349637, siamo aperti dal lunedì al venerdì con orario 9-13 e 15-19. Distinti saluti.

      Gianluca Codognato
      uff. stampa Adico

  3. Mirko ha detto:

    Salve. L Inps mi ha rifiutato la domanda di disoccupazione perché il CAF non ha inviato il modulo 163 che aveva avuto da me compilato e firmato dalla banca.
    Tra l altro se non chiamavo io il numero Inps neanche lo sapevo.
    Mi posso rivalere sul CAF?
    Grazie

    • Adico ha detto:

      Salve, i Caf hanno una propria assicurazione che viene attivata in primis per coprire eventuali sanzioni comminate al contribuente a causa di un errore del caf stesso. nel suo caso stiamo parlando di una richiesta risarcitoria, più complessa (perchè non è sempre facile dimostrare le responsabilità del Caf) ma non impossibile. le consiglio di contattarci allo 041-5349637, siamo aperti dal lunedì al venerdì con orario 9-13 e 15-19.

      Distinti saluti
      Gianluca Codognato
      uff. stampa Adico

  4. Nadia ha detto:

    Buongiorno ieri è arrivata (presso il geometra a cui ci appoggiamo per la dichiarazione dei redditi) una cartella dell’ Agenzia delle entrate della quale ci viene richiesta una somma in qua to non dovuta nel 2016.
    Il 730 l’ha compilato il geometra , questa somma la dobbiamo ridare noi o lui ?

    • Adico ha detto:

      Salve, dovrebbe valere ciò che vale con i Caf. Ovvero a lei spetta pagare la somma “indebitamente” ricevuta mentre al geometra, tramite la propria assicurazione, coprirà le spese per le sanzioni e gli eventuali interessi.

      Distinti saluti
      Gianluca Codognato
      uff. stampa Adico

  5. Stefania ha detto:

    Salve ho presentato domanda di reddito di cittadinanza al caf il 6 marzo,e oggi mi sono resa conto che la domanda è stata respinta xke hanno sbagliato l inserimento del cognome ,per ciò io ho perso un mese di contributo e dovrò ripresentare una nuova domanda,come devo comportarmi?

    • Adico ha detto:

      Salve, credo che ci siamo già sentiti al telefono. Se avete bisogno contattateci pure allo 041-5349637, siamo aperti dal lunedì al venerdì con orario 9-13 e 15-19.

      Distinti saluti
      Gianluca Codognato
      uff. stampa Adico

  6. Maurizio ha detto:

    Il patronato ha sbagliato la prima domanda di pensione poi l’ha rifatta ma è passato un mese .morale della favola ho perso un mese .come posso comportarmi ? Grazie

  7. Paola ha detto:

    buongiorno, il 24/08/17 ho firmato in sede del caf licenziamento, e lo stesso caf ha portato avanti le pratiche per la Naspi. A detto del caf non avrei dovuto calcolare il preavviso. L’inps ha accettato la domanda, e mi ha retribuito due mensilità. Io ho ripreso a lavorare il 30/10/17 per cui dopo due mesi. La scorsa settimana l’inps mi ha inviato una raccomandata chiedendomi 2335€ sostenendo che ho lavorato negli 8gg dopo il licenziamento. Ho chiesto informazioni al caf, e la loro semplice risposta è stata: ” Buongiorno, potrebbe essere il preavviso.Non c’è nessun ricorso da inoltrare.
    Buona giornata.”
    Io credo che non sia così semplice, perchè ho solo un mese per pagare, nei periodi che ho lavorato non ho percepito nessuna naspi.
    Posso chiedere risarcimento al caf/sindacati?
    grazie

    • Adico ha detto:

      Salve, il Caf ha una propria assicurazione che va a coprire le spese per eventuali errori. La normativa prevede anzitutto che il Caf paghi sanzioni, more interessi per eventuali errori che hanno costretto il contribuente a restituire soldi per esempio all’Agenzia delle Entrate o all’Inps. ma si può procedere anche con una richiesta risarcitoria, anche se non è così facile farla valere se il Caf non ammette le proprie responsabilità. Vista la cifra richiesta le conviene contattarci allo 041-5349637, siamo aperti dal lunedì al venerdì con orario 9-13 e 15-19.
      Distinti saluti
      Gianluca Codognato
      uff. stampa Adico

  8. Giovanni M. ha detto:

    Sono andato al Caf per la pensione contributiva da ricevere in quanto ho 61 anni ed ho 43 anni e 6 mesi di contributi versati ( pensionato precoce ). Tutto ciò ho fatto redigere da un Caf di mia fiducia la richiesta all’inps della domanda di pensione contributiva, ad oggi ho appreso che l’istanza ( a quasi 2 mesi di distanza ) veniva presentata da parte del Caf come pensione di vecchiaia anziché di contribuzione, allo stato allertato sono stato all’inps e mi hanno riferito che non è un errore dovuto a loro ma bensì al Caf pertanto non riceverò i 2 mesi di pensione, come faccio per recuperare i miei soldi?? Devo rivalermi sul Caf? C’è qualche obbligo del Caf nei miei confronti?
    Grazie in anticipo

    • Adico ha detto:

      Salve, certo, deve rivalersi avviando una richiesta risarcitoria nei confronti del Caf. Le consiglio di andare prima a parlare con i referenti del Caf stesso per spiegare la situazione ( a meno che non l’abbia già fatto), fare ammettere loro le proprie responsabilità e chiedere come deve muoversi per far attivare la loro assicurazione. Se dovesse avere problemi, ci contatti allo 041-5349637, siamo aperti dal lunedì al venerdì con orario 9-13 e 15-19.

      Distinti saluti
      Gianluca Codognato
      uff. stampa Adico

  9. Joanluca ha detto:

    Buongiorno , e’ normale che il caf dove vado io chiede 10€ per l isee.

    • Adico ha detto:

      Salve, in teoria il servizio è gratuito quindi teoricamente non dovrebbero chiedere quei dieci euro. Poi qualcuno lo fa perchè in effetti considerando tempi, professionalità ecc., il rimborso che ricevere il Caf per ogni Isee (4 euro) è inadeguato. ma, ripeto, il servizio è gratuito.

      Distinti saluti
      Gianluca Codognato
      uff. stampa Adico

  10. Alexandra Vulpoiu ha detto:

    Salve,
    Io ho ricevuto una lettera dall’agenzia delle entrate che è stata riscontrata un anomalia circa il 730/2016 redditi 2015 per un importo di 1254.
    Sono andata a controllare e l’anomalia sussiste, praticamente il Caf ha inserito il reddito complessivo di 14372 invece di 15625. Che cosa devo fare?

    • Adico ha detto:

      Salve, non ho capito se le è arrivata una richiesta di pagamento dall’Agenzia. Se così fosse, lei dovrà pagare la parte che teoricamente le spettava se non ci fosse stato l’errore del Caf, il Caf di contro dovrà pagare tramite la propria assicurazione eventuali sanzioni, more, interessi. Le conviene prima avvertire il Caf affinché ammetta le proprie responsabilità, poi dovrà pagare la cartella intera e infine rivalersi sul Caf stesso per la parte eccedente il capitale, ovvero, come le ho detto, per sanzioni, more, interessi.

      Distinti saluti
      Gianluca Codognato
      uff. stampa Adico

      • Chiara ha detto:

        Buongiorno, mi è capitato un caso molto simile a questo sempre relativo al 730/2016 redditi 2015, volevo sapere come mai non è responsabilita’ del caf anche nella parte capitale, poichè i dati forniti al caf sono stati mal inseriti (dimenticati). Inoltre potrebbe anche esserci una situazione di non disponibilita’ economica nella copertura delle maggiori imposte da parte del contribuente e quindi come si procede? grazie

        • Adico ha detto:

          Salve, per quanto riguarda le disponibilità economiche c’è sempre la possibilità di chiedere all’Ente che ci chiede i soldi di trovare un soluzione (in primis, rateizzazione) per poter far fronte al pagamento. Per quanto riguarda il capitale, spero di aver capito bene la sua domanda: in teoria si suppone che il contribuente controlli la correttezza della documentazione prima che il Caf la invii, cosa che naturalmente è per molti versi assurdo e che contestiamo da tempo. In ogni caso, sembra comunque corretto che, se une determinata cifra per esempio all’Inps o all’Agenzia delle Entrate non viene liquidata dal contribuente per un errore del Caf, questa alla fine venga comunque corrisposta perchè dovuta. Non sono naturalmente dovuti interessi e sanzioni varie.

          Distinti saluti
          Gianluca Codognato
          uff. stampa Adico

          • Chiara ha detto:

            In questo specifico caso era stato presentato un modello cu con 2 redditi per 2 contratti nello stesso anno con la medesima azienda, ma nella dichiarazione ne è stato inserito solamente uno, quello per fortuna maggiore.
            Contesto la modalita’ del caf in questione poiche’ il servizio è ovviamente a pagamento, se presento dei documenti e quei documenti vengono inseriti errati da chi viene pagato per quello deve teoricamente metterceli di tasca propria.

            attendo un vostro riscontro per come muovermi in questo specifico caso.

            grazie

          • Adico ha detto:

            Salve, le consiglio di contattarci allo 041-5349637 (siamo aperti dal lunedì al venerdì con orario 9-13 e 15-19) e così potrà valutare se affidarsi o meno alla nostra associazione perchè sarebbe il caso di parlare con un legale.

            Distinti saluti
            Gianluca Codognato
            uff. stampa Adico

  11. Alexandra ha detto:

    Si, mi è arrivata una richiesta di pagamento dall’agenzia. D’accordo, grazie mille.

  12. Alexandra ha detto:

    Il problema è che non riesco proprio a contattarli, sono sempre occupati. È possibile invece risolvere questo problema tramite il Caf attuale, senza alcun rimborso ovviamente?
    Grazie in anticipo

  13. ANTONINA TORRE ha detto:

    Nel 2015 abbiamo effettuato un’importante ristrutturazione. Una parte prevedeva detrazioni al 65%(certificate da Enea) e l’altra al 50%. Il Caf ha indicato nelle detrazioni del 65% solo una parte e quindi l’importo non corrispondeva con quello indicato dall’Enea. A distanza di tre dichiarazioni dei redditi visto che le detrazioni si recuperano in dieci anni é possibile chiedere il rimborso del 15% di quello portato in detrazione al 50 anzichè al 65 e se non é possibile posso chiedere il risarcimento al Caf per la perdita subita? Grazie.

    • Adico ha detto:

      Salve, in linea di massima potrebbe chiedere di sicuro un risarcimento ma non è una cosa così semplice e immediata. In ogni caso la questione è molto specifica, le consiglio di contattarci allo 041-5349637, siamo aperti dal lunedì al venerdì con orario 9-13 e 15-19.

      Distinti saluti
      Gianluca Codognato
      uff. stampa Adico

  14. Salvatore Russo ha detto:

    Buongiorno, il caf ha smarrito i documenti del reddito di cittadinanza fatto ol primo giorno utile della presentazione della domanda, mi avevano detto di aspettare sms di conferma, fino a ieri nessun messaggio cosi oggo mo sono recato al caf o quali mi hannp detto che non risulta niente a mio nome e che l’impiegata che ha fatto la mia pratica non lavora più con loro. Come devo procedere?
    Grazie

    • Adico ha detto:

      Salve, può tentare di presentare una richiesta risarcitoria al Caf il quale ha una assicurazione che copre spese per eventuali errori. Il problema è che bisogna far riconoscere (o dimostrare) al Caf le proprie responsabilità. Casomai ci contatti allo 041-5349637, siamo aperti dal lunedì al venerdì con orario 9-13 e 15-19.

      Distinti saluti
      Gianluca Codognato
      uff. stampa Adico

  15. Carlo Calabrese ha detto:

    salve ho fatto domanda del reddito di cittadinanza al c.a.f. il 07 03 2019 , ho avuto risposta da inps respinta poi me ne sono accorto che il caf ha sbagliato sulla patrimoniale ha messo una somma elevata ha quello che ho realmente . che devo fare.

    • Adico ha detto:

      Salve, deve provare a rivalersi sul Caf. Loro hanno una assicurazione che va a coprire i propri errori. Li contatti e veda come si pongono se ha problemi ci chiami pure allo 041-5349637, siamo aperti dal lunedì al venerdì con orario 9-13 e 15-19.

      Distinti saluti
      Gianluca Codognato
      uff. stampa Adico

  16. Carlo Calabrese ha detto:

    ho fatto richiesta del reddito di cittadinanza il 07 03 2019 .con isee molto basso , il 29 03 2019 mi hanno risposta non accettata poi mi sono accorto che ilc.a.f. ha sbagliato ha messo una cifra alta . come devo fare.

  17. Carmela Costanzo ha detto:

    Buongiorno, quest’anno ho cambiato patronato per fare la dichiarazione dei redditi, ed è venuto fuori che negli ultimi quattro anni ho pagato sia io che mio marito,, la metà di quello che ci spettava sull’imu di una seconda casa in un comune differente da quello dove abitiamo. Adesso ci toccherà pagare la differenza dovuta, in più 60€ di mora per ogni pagamento mancato, avremmo dovuto pagare 250€ a testa annui, invece ci conteggiava solo 125€ ognuno che pagavamo in due rate, una a giugno e l’altra il saldo a dicembre. Volevo chiederle se posso richiedere al patronato che si assumino loro la responsabilità di questo errore fatto secondo me per incompetenza, un anno si può sbagliare, ma 4 no! La ringrazio in anticipo per la sua risposta.

    • Adico ha detto:

      Salve, in effetti può fare richiesta di risarcimento. Se ha bisogno ci contatti allo 041-5349637, siamo aperti dal lunedì al venerdì con orario 9-13 e 15-19.

      Distinti saluti

      Gianluca Codognato
      uff. stampa Adico

  18. Carlo Calabrese ha detto:

    salve , con la domanda di reddito di cittadinanza che ho tatto al c.a.f.mi hanna sbagliato la patrimoniale . mi hanno detto di rifare la domanda di r.d.c. in pratica sto facendo D.S.U in piu ISEE DA PRESENTARE A MAGGIO DOPO IL 6 MAGGIO.Vorrei sapere se accettano la domanda. Grazie

    • Adico ha detto:

      Salve, mi spiace però questa è una materia di “diritto commerciale” che non seguiamo direttamente. Se poi dovesse contestare si può affidare al nostro ufficio legale.

      Distinti saluti
      Gianluca Codognato
      uff. stampa Adico

  19. Maltin ha detto:

    Buongiorno,
    Ho fatto il 730 dal 2004 al 2018 che ho comprato casa sempre al CAF di Milano. Fino al 2015 redditi 2014 avevo al 100 % assegno familiare, dopo 2016 redditi 2015 nel CUD assegno familiare era del 50% a me, e altri 50% a mia moglie.
    Questi giorni mi è arrivata una lettera dal agenzia del entrate che dovrei pagare 824 euro di multa e interessi per irregolarità nel dichiarazione 730 .
    Sono andato al CAF con il CUD mio e di mia moglie del 2016 redditi 2015 dove c’era proprio scritto che assegno familiare è di 50% per me e 50% per mia moglie. Mi hanno detto che dovevi dircelo a voce perché noi abbiamo caricato sul computer che te hai il 100% assegno familiare da quando abbiamo iniziato a fare il 730 per te.
    Ho detto sinceramente io sono ignorante in materia per questo vengo a fare il 730 al CAF
    Mi hanno detto che devi pagare te non CAF
    Per favore mi sapete dire cosa devo fare e chi deve pagare, o se devo pagare io e la multa con interessi il Caf, essendo anche il 730 del 2017 con reddito 2016 e il 730 del 2018 con reddito del 2017 sono sempre con questo tipo di errore e sicuramente arriverà altra lettera dal agenzia del entrate prossimo anno.
    Grazie mille e cordiali saluti.

  20. Elena ha detto:

    Buongiorno.ho fatto una domanda di invalidità per mio padre.tutto ok..ho fatto la visita.mi arriva il referto acasa.ritorno al caf per la 104 .non mi dice niente..inoltro il referto al mio datore di lavoro.prendo la 104 per 8 mesi.mi chiama il datore di lavoro e mi dice che non ho autorizzazione per la 104 dal Inps.vado al caf..spiego tutto..e mi risponde..e signora lei non ha specificato che lavora nel privato come infermiera…io che ne sapevo…capite signori come siamo trattati da gente che non sa fare lavoro proprio?dovevo sapere io che Inps mi deve autorizzare..ho e il caf che mi doveva dirlo?ho perso così 24 giorni di ferie…e dicono che non si può fare nulla.grazie a chi risponde

  21. raffaele ha detto:

    buongiorno ho fatto domanda al caf per il reddito di cittadinanza la domanda e stata accettata ma non mi arriva il messaggio per il cell.mi sono recato al caf e si e visto che il numero di cellulare era stato inserito male mi sono recato all.inps ma non possono fare niente altrettanto il caf il sistema di inserimento della domanda non gli permette di inserire il numero di cell giusto cosa devo fare grazie

    • Adico ha detto:

      Salve, le consiglio di contatarci allo 041-5349637, siamo aperti dal lunedì al venerdì con orario 9-13 e 15-19.

      Distinti saluti
      Gianluca Codognato
      uff. stampa Adico

  22. Manuela ha detto:

    Buon giorno ho fatto domanda di pensione Luglio 2018 ad oggi si è scoperto che la domanda e stata sbagliata, morale della favola sono da un anno senza pensione e senza stipendio, posso fare causa al caf? per risarcimento?

    • Adico ha detto:

      Salve, mi sembra una questione molto delicata. Ci contatti allo 041-5349637, siamo aperti dal lunedì al venerdì con orario 9-13 e 15-19.

      Distinti saluti
      Gianluca Codognato
      uff. stampa Adico

  23. Vilma B. ha detto:

    Ho richiesto al CAF di fare domanda di inabilità temporanea in seguito ad un’emorragia cerebrale di mio marito e dopo un paio di settimane mi telefonano dall’inps x la visita per l’invalidità! in seguito mi sono arrabbiata con queste impiegate del CAF perche hanno inviato la richiesta sbagliata,mi hanno risposto che e la medesima visita! Io non ci credo visto che all’ INPS mi hanno confermato che dal CAF è arrivato proprio la richiesta di visita per ottenere l’invalidità! Posso denunciare questa cosa e a chi?

    • Adico ha detto:

      Salve, le consiglio di contattarci allo 041-5349637, siamo aperti dal lunedì al venerdì con orario 9-13 e 15-19.

      Distinti saluti
      Gianluca Codognato
      uff. stampa Adico

  24. Pierpaolo ha detto:

    Salve,
    l’Agenzia delle Entrate ha richiesto il pagamento di circa 900 euro per un errore ritrovato nella dichiarazione dei redditi (730) di mio padre, fatta nel 2016 e riguardante l’anno 2015. La dichiarazione venne effettuata dal CAF che purtroppo ha compiuto un errore nella voce della detrazione dei figli a carico (nonostante avesse tutte le info corrette)da cui quindi il provvedimento da parte dell’Agenzia. Ora mio padre ha già saldato il debito, ma io mi chiedo se è possibile chiedere il risarcimento al CAF in quanto responsabile dell’errore. Il mio dubbio è se la responsabilità dei CAF nella dichiarazione valesse anche nel 2016 o se all’epoca la responsabilità era del soggetto dichiarante e quindi il ricorso sia ineffettuabile. Grazie

    • Adico ha detto:

      Salve, il Caf ha una assicurazione e in questo caso potrebbe coprire le eventuali sanzioni e interessi compresi in quei 900 euro. Se vuole ci contatti allo 041-5349637, siamo aperti dal lunedì al venerdì con orario 9-13 e 15-19.

      Distinti saluti
      Gianluca Codognato
      uff. stampa Adico

  25. Laura Ercolani ha detto:

    Buonasera, ho fatto domanda ad un caf per il reddito di cittadinanza, mi é stata rifiutata,(unica fonte di reddito la pensione di reversibilità di mia madre, invalida non autosufficiente, casa in affitto e c/c con molto poco dentro) ma vedo che su isee nei redditi famigliari viene scritta la pensione di mia madre lorda non al netto delle ritenute irpef e add. Regionale in ogni simulatore isee leggo di scrivere i redditi al netto effettivo
    C’è un errore secondo vostro parere?
    Nel caso posso rivalermi sul caf?
    Grazie infinite

    • Adico ha detto:

      Salve, purtroppo avendo noi “solo”avvocati non abbiamo i mezzi per rispondere a questa domanda che deve essere rivolta a un Caf o a un commercialista. In caso di contestazione, invece, possiamo intervenire. Può contattarci allo 041-5349637, siamo aperti dal lunedì al venerdì con orario 9-13 e 15-19.

      Distinti saluti
      Gianluca Codognato
      uff. stampa Adico

  26. Michela ha detto:

    Salve, il caf dove mi sono recata lo scorso anno a fare l’isee che mi serviva per l’università (contributo retta universitaria) anziché fare isee universitario ha fatto isee ordinario e l’università non lo ritiene valido. Cosa devo fare? L’università può non considerare l’isee che comunque ho fatto? Il caf ha qualche responsabilità? Grazie per l’attenzione

    • Adico ha detto:

      Salve, il Caf ha una assicurazione che copre eventuali propri errori. Bisogna però procedere con una richiesta risarcitoria. Se vuole ci contatti allo 041-5349637, siamo aperti dal lunedì al venerdì con orario 9-13 e 15-19.

      Distinti saluti
      Gianluca Codognato
      uff. stampa Adico

  27. Lucia D'Amico ha detto:

    Buongiorno, é possibile chiedere il rimborso al caf della retta universitaria massima che dobbiamo pagare? Abbiamo fatto la dichiarazione isee nei tempi stabiliti dall’università e tramite il caf il quale si era accorto che c’era una difformità ma non ci ha informati nonostante avesse tutti i nostri recapiti telefonici. La sua risposta è stata “non siete venuti a ritirare la stampa quindi non ve l’ho detto”.
    Lucia D’Amico

    • Adico ha detto:

      Salve, sarebbe da valutare bene la vicenda, è sempre molto complesso richiedere un risarcimento al Caf, anche se è possibile. Vi consiglio di contattarci allo 041-5349637, siamo aperti dal lunedì al venerdì con orario 9-13 e 15-19.

      Distinti saluti
      Gianluca Codognato
      uff. stampa Adico

  28. Selene ha detto:

    Buongiorno ho fatto una domanda di assegno di maternità al caff dopo circa 20 giorni sono andata per vedere lo stato della mia domanda è il signore del caff (un vero incapace) si è dimenticato di inviare la domanda per di più anche sbagliata .. ha rifatto la domanda e non mi ha lasciato neanche un numero di protocollo ma solamente la domanda stampata., sto continuando a sollecitare per sapere risposta della mia domanda è all inps ancora non risulta e lui insiste che la domanda e stata fatta correttamente ma dopo più di un mese io ancora non so niente della mia domanda … cosa posso fare ? Tra un po’ non rientro più nei tempi previsti dalla legge ..

    • Adico ha detto:

      Salve, lei non può fare altro che sollecitare, le consiglio di fare in modo di avere qualche cosa di scritto da parte del Caf (una mail, per esempio…) nel quale emerga ciò che dice l’operatore, ovvero che tuta la documentazione è stata inviata. Questo le può tornare utile nel caso in cui non le arrivi l’assegno di maternità perchè, in quel caso, può inoltrare una richiesta risarcitoria al Caf e con la prova scritta delle loro mancanze ha ottime possibilità di ottenere l’indennizzo. Casomai ci contatti allo 041-5349637, siamo aperti dal lunedì al venerdì con orario 9-13 e 15-19.

      Distinti saluti
      Gianluca Codognato
      uff. stampa Adico

  29. Jonathan ha detto:

    Salve e nata mia figlia e o fatto domanda. Per bonus bebe ecc.. Ieri mi a chiamato il caf dicendo che l imps non manda i soldi per un conto corrente non dichiarato nel isee. Ora o portato la giacenza di questo conto corrente al caf .. Come procedera e il caf? Quando tempo dovro aspettare ancora ?

  30. Guarracuno Antonino ha detto:

    Mi e’ stato fatto il calcolo IMU con aluquota ridotta perche’ affittato ma non e’ stato trasmesso il contratto al Comune anche se da me consegnato alla CAF. Arrivata multa, interessi e differenza, a chi devo indirizzare la richiesta per rimborso. Grazie

    • Adico ha detto:

      Salve, la parte che avrebbe dovuto pagare se non fosse intervenuto l’errore del Caf è a suo carico, mentre sanzioni e interessi sono a carico del Caf. La prassi però vuole che il contribuente prima paghi tutto poi si rivalga sul Caf. Le consiglio però di contattare il suo centro di assistenza per avvertirlo della circostanza e per annunciargli l’intenzione di rivalersi tramite l’assicurazione di cui il Caf è munito.

      Distinti saluti
      Gianluca Codognato
      uff. stampa Adico

  31. Claudia ha detto:

    Buonasera,
    mi sono rivolta al Caf per il calcolo ISEE per le tasse universitarie, ma hanno dimenticato di flaggare che l’utilizzzo era universitario e mi son trovata a pagare la retta massima.
    Tornata per chiedere delucidazioni hanno ammesso l’errore, ma mi hanno dato un nuovo protocollo con la flaggatura (purtroppo troppo tardi per le tempistiche del sistema universitario). Alla richiesta di rimborso mi hanno risposto che essendo un’autocertificazione non sussiste la richiesta.
    Chiedo delucidazioni e come posso muovermi. Grazie

  32. Alberto ha detto:

    Buongiorno, sono beneficiario del reddito di cittadinanza…mi sono accorto che c è un errore sull importo del beneficio….dai miei controlli risulta che il caf non mi ha inserito mio figlio nel calcolo e percepisco circa 100 euro in meno. C è qulcosa che posso fare? All inps mi hanno risposto che è gia tanto quello che mi danno…sarebbe una risposta da denuncia!
    Grazie in anticipo

    • Adico ha detto:

      Salve, certo, al di là della risposta assurda, temo che abbiano ragione perchè è compito del contribuente comunicare e controllare che vengano inseriti i figli a carico.

      Distinti saluti
      Gianluca Codognato
      uff. stampa Adico

  33. Tatiana ha detto:

    Buonasera ho fatto 730 in 2015 ma il caf ha fatto uno sbaglio di scrittura invece di mettere il cud di 1100 ha messo solo 200 e oggi mi e arrivato che devo pagare 900 euro e giusto così chi deve pagare grazie

    • Adico ha detto:

      Salve, in linea di massima le eventuali sanzioni comprese in quella cifra sono a carico del caf (ma solo quelle). Deve rivolgersi al Caf stesso, manifestare il problema e chiedere l’attivazione della loro assicurazione.

      Distinti saluti
      Gianluca Codognato
      uff. stampa Adico

  34. Paolo ha detto:

    Buongiorno

    Nel 2015 ho effettuato degli interventi di riqualificazione energetica dei quali era stata fatta regolare comunicazione all’ENEA e per i quali era stata chiesta detrazione nel 730 presentato tramite CAF.

    Nel 2019 ho ricevuto dal CAF una raccomandata nella quale veniva chiesto di presentare la documentazione entro 7 giorni ai fini di accertamenti. Peccato che la scadenza fosse antecedente alla data di ricezione della raccomandata. Contattato telefonicamente il CAF, mi sento rispondere che era troppo tardi e che ci sarebbe stato un accertamento dell’agenzia delle entrate con probabili sanzioni.

    A quel punto, dopo qualche settimana arriva inesorabile la comunicazione della stessa Agenzia che richiede la restituzione delle somme detratte con sanzioni ed interessi (parliamo di oltre 4000 €) per mancata presentazione della documentazione.

    In questo caso di chi è la responsabilità e come devo comportarmi?

    Saluti

    • Adico ha detto:

      Salve, vista la cifra importante ci contatti allo 041-5349637, siamo aperti dal lunedì al venerdì con orario 9-13 e 15-19.

      Distinti saluti
      Gianluca Codognato
      uff. stampa Adico

  35. Vera ha detto:

    Buongiorno,
    mio padre riceve una pensione più bassa di circa 500 euro di quanto era stata prevista in sede di consulto in un patronato. L’estratto conto previdenziale fornito infatti prevedeva una pensione di euro 2300 lordi circa, mentre è stato liquidato con una pensione di euro 1750 circa. Anche il patronato, che ha provveduto a svolgere la pratica, ritiene tale differenza spropositata e ha rimbalzato più volte mio padre presso la sede INPS, che gli ha comunicato che tale discrepanza è dovuta al fatto che la pensione sia una VOTOT, quindi calcolata in totalizzazione con il metodo contributivo, perché, addirittura, al momento della domanda a mio padre sarebbe mancato circa un anno di contributi. Questa circostanza però non è mai stata comunicata a mio padre, che avrebbe comunque potuto continuare a lavorare oppure versare circa 25mila euro per coprire l’annualità mancante!Tra l’altro il patronato ha sempre sostenuto sia stata calcolata con il metodo retributivo-misto. abbiamo anche richiesto i calcoli effettuati o comunque i dettagli su come è stata calcolata ma nessuno vuole fornirci tali documenti! Cosa possiamo fare? Mio padre ha lavorato 42 anni, non si merita di percepire una pensione così tanto più bassa! Grazie mille, saluti, Vera

    • Adico ha detto:

      Salve, la domanda e la materia è molto complessa, le consiglio di contattarci allo 041-5349637, siamo aperti dal lunedì al venerdì con orario 9-13 e 15-19. Distinti saluti
      Gianluca Codognato
      uff. stampa Adico

  36. Valentina ha detto:

    Buongiorno, ho bisogno di un grande aiuto. Di recente ho fatto il 730 e mi hanno comunicato che devo allo stato una somma di circa 4000 euro. E’ da un anno che ho un contratto a tempo determinato, con una serie di rinnovi, e contemporaneamente percepisco una pensione di reversibilità di mio marito. A maggio del 2017 mi sono recata al caf per dichiarare che lavoravo e di conseguenza di applicare le detrazioni sulla pensione. Il dipendente del caf che mi ha gestito la pratica ho scoperto solo oggi che non ha effettuato la procedura corretta, ma fatto l’F24. Quindi oggi mi trovo una cifra disarmante da dare allo stato ed ho appena scoperto che non mi rinnovano il contratto a fine mese. Posso fare qualcosa? Si tratta di sopravvivenza. Vi ringrazio per il supporto!

    • Adico ha detto:

      Salve, vista la situazione le consiglio di contattarci allo 041-5349637, siamo aperti dal lunedì al venerdì con orario 9-13 e 15-19.

      Distinti saluti
      Gianluca Codognato
      uff. stampa Adico

  37. Claudia ha detto:

    Salve, il caf ha dimenticato di flaggare che l’ISEE da me richiesto serviva per le tasse universitarie.
    Resami conto dell’errore ho chiesto il nuovo isee che però non è stato accettato dall’università a causa dei tempi ormai scaduti; ho quindi dovuto pagare 1500 euro più del dovuto.
    Informato il Caf mi è stato risposto che loro non rimborsano nulla in quanto l’ISEE è un’autodichiarazione.
    Come posso muovermi in merito?

    • Adico ha detto:

      Salve, temo che non ci sia molto da fare perché della autodichiarazioni, in effetti, sono responsabili i contribuenti. La cifra è elevata quindi valuto se vuole parlare con uno dei nostri legali con una consulenza, nel caso ci contatti allo 041-5349637, siamo aperti dal lunedì al venerdì con orario 9-13 e 15-19. Il Caf ha una propria assicurazione si può valutare una eventuale richiesta risarcitoria.

      Distinti saluti
      Gianluca Codognato
      uff. stampa Adico

  38. Claudio ha detto:

    Buongiorno un anno fa ho iniziato ad informarmi presso patronato per la mia pensione. L operatore dopo aver effettuato ricerca sul suo pc mi indicava la data indicativa per dicembre 2018 invitandomi a ripresentarmi verso settembre data in cui avrebbe richiesto ecocer Mi ripresento in settembre facciamo richiesta ecocer e mi invita a ripresentarmi a dicembre . Torno a dicembre e mi conferma che la data certa sarà agosto e che mi aspetta in maggio per fare la domanda , mi ripresento a maggio 2019 per fare la domanda di pensione e questa volta vengo assistito da un altro operatore che apre il file della mia pratica , guarda i dati si consulta con la dirigente mentre io inizio a preoccuparmi e mi fa la domanda fondamentale: Ma lei ha fatto il Militare? Certo rispondo e lui di contro “ lo sa che poteva essere in pensione da ottobre 2018 “ a questo punto chiedo spiegazioni e mi chiedono scusa per l ‘accaduto ammettono la non professionalita del loro operatore mi fanno tutte le pratiche senza farmi pagare nulla ma la retroattività della pensione non si può chiedere. Posso chiedere i danni ovvero 8 mensilità non ricevute. Grazie

    • Adico ha detto:

      Salve, può provare a scrivere una lettera (da inviare con raccomandata r/r) al Caf con la richiesta risarcitoria e vedere cosa le rispondono. In base al tipo di risposta può anche decidere di contattarci allo 041-5349637, siamo aperti dal lunedì al venerdì con orario 9-13 e 15-19. Il Caf ha una assicurazione ma vediamo noi stessi che le richieste risarcitorie hanno risultati altalenanti.

      Distinti saluti
      Gianluca Codognato
      uff. stampa Adico

  39. Chiara ha detto:

    Buongiorno, da quando mi sono iscritta all’università mi servo in un caf per richiedere e avere l’ISEU. L’ultimo anno, a mia insaputa, la signora trasmette all’INPS l’ISEE e non il mio (specificatamente richiesto) ISEU. L’università mi ha addebitato 1400 euro di tasse piuttosto che 214 euro. Che devo fare?

  40. Marapicu ha detto:

    Salve, il mio caf ha mandato l’ISEE e non l’ISEU all’INPS, causandomi un pagamento di 1400 euro piuttosto che 240 euro per le tasse universitarie. Come posso procedere per avere un rimborso?

    • Adico ha detto:

      Salve, vista la cifra importante le consiglio di contattarci allo 041-5349637, siamo aperti dal lunedì al venerdì con orario 9-13 e 15-19.

      Distinti saluti
      Gianluca Codognato
      uff. stampa Adico

  41. Ivana ha detto:

    Salve, nel 2016 ho incaricato un caf di redigere e presentare la denuncia di successione di mio padre. Chiaramente ho fornito tutti i documenti per un corretto inserimento dei dati. Il caf in fase di compilazione ha inserito il numero corretto di cespiti, ma per la quota di una cantina ha inserito un numero di particella errato . Me ne sono accorta solo ora perché ho incaricato un Notaio per una divisione ereditaria. L’unica soluzione per correggere tale errore é la presentazione di una dichiarazione integrativa per la quale le spese ammontano a 500 euro , sebbene il valore dell’asse ereditario non cambi (perché le rendite indicate nella prima dichiarazione erano tutte corrette) . Il caf non risponde alle mie continue richieste, ho anche proposto di dividerci la spesa(!) . Io devo necessariamente procedere alla sistemazione della pratica .Posso pretendere che il caf concorra alla spesa o visto l’atteggiamento di assoluto disinteresse che le rifonda per intero? Grazie

    • Adico ha detto:

      Salve, purtroppo le responsabilità dei Caf non sono ben definite. La consiglio di scrivere una raccomandata r/r al suo caf (che come tutti dovrebbe avere una propria assicurazione) ponendo il problema e richiedendo la restituzione del costo per la dichiarazione integrativa. Attenda poi la risposta per vedere se le chiudono definitivamente la porta in faccia nel qual caso, piuttosto che intentare una causa, è meglio che paghi l’importo richiesto.Temo infatti che se affidandosi a qualche esperto rischi di spendere cifre tali da rendere conveniente una azione il cui risultato resta dubbio.
      Distinti saluti
      Gianluca Codognato
      uff. stampa Adico

  42. caterina ha detto:

    Salve, io ho fatto richiesta di bonus bebè il 20 febbraio 2019, avendo avuto un bambino a fine dicembre 2018. la domanda però è stata accolta solo il 6 maggio perchè l impiegata del caf non aveva svolto nel modo corretto la domanda. quindi ho perso il bonus di dicembre, gennaio, febbraio, marzo e aprile. Posso chiedere un rimborso? Se si, a chi mi devo rivolgere?
    grazie.

    • Adico ha detto:

      Salve, la richiesta risarcitoria deve inviarla al Caf stesso, con raccomandata r/r. Il Caf ha una assicurazione, bisogna sperare che gli operatori ammettano le proprie responsabilità e che l’attivino, una cosa che purtroppo non è scontata….Se ha problemi ci contatti pure allo 041-5349637, siamo aperti dal lunedì al venerdì con orario 9-13 e 15-19.

      Distinti saluti
      Gianluca Codognato
      uff. stampa Adico

  43. isabella calabrese ha detto:

    Buongiorno vorrei chiedere un chiarimento in merito al 730. Per un errore ho ricevuto le detrazioni fiscali per coniuge a carico per 5 mesi.Ora devo rendere 1100 euro dilazionati in 5 mesi possibile una cifra tanto esosa???

    • Adico ha detto:

      Salve, purtroppo non sono in grado di confermarle la correttezza dei calcoli perché come associazione non abbiamo questo tipo di competenze. Le posso dire che non mi stupisce l’importo richiesto perché molto spesso ci vengono segnalate situazioni del genere. Le consiglio di consultare sempre un Caf per chiarire la questione economica.

      Distinti saluti
      Gianluca Codognato
      uff. stampa Adico

  44. Moniry Sabina ha detto:

    Buongiorno
    E trovato un zbaglio in primo 730 che lo fatto e io ho pagato acconto che non dovevo perché in novembre ero in dizocupazione
    Sono rivolta a caf e on credo che mi ha fatto bene dove posso controlare

  45. YLENIA GALANTINO ha detto:

    Buongiorno.
    Mia madre si è rivolta ad un patronato per la compilazione e presentazione della domanda di pensionamento.
    Chi se ne è occupato ha sbagliato la compilazione della domanda che era mancante di un documento essenziale x il buon fine della pratica.
    Esito: domanda respinta.
    Mia madre dovrà lavorare ancora un anno in condizioni non ottimali fisicamente.
    Come si può segnalare o ammonire questa persona del patronato?
    Vi ringrazio anticipatamente

    • Adico ha detto:

      Salve, solitamente i Caf rispondono a un Ente superiore (per esempio, ci sono i Caf Cgil, Cisl, Uil, Coldiretti ecc.)…dovrebbe segnalare a loro i disservizi. Se non dipendono da alcun Ente le consiglio comunque di scrivere una lettera al suo Caf contestando il comportamento dell’operatore. Può pensare anche a una richiesta risarcitoria anche se non è per nulla semplice.

      Distinti saluti
      Gianluca Codognato
      uff. stampa Adico

  46. Eliana Serra ha detto:

    Buongiorno,
    Ho fatto la pratica di succesione presso un patronato.Ho ereditato una quota di un terreno da mia madre ed il patronato ha sbagliato mettendo come piena proprieta’ il valore intero del terreno ,invece del valore della quota ereditata.Ho venduto il terreno,ed l’agenzia delle entrate ha valutato il terreno in base al valore errato messo in successione,ed ha inviato una cartella esattoriale a me e all’acquirente.Ed ora l’acquirente ,come da accordi prcedenti,vuole che paghi meeta’ della sanzione.Il patronato a sue spese,riconoscendo implicitamente l’errore, ha presentato una domanda sostitutiva di successione,ma l’agenzia delle entrate l’ha accettata solo in parte ,chiedondomi 1100 euro.Inoltre ,a causa di tale errore,ho pagato 600 euro in piu’ di tasse di successione,Ho pagato 400 per la pratica di successsione,ed ora il caf si rifiuta di attivare l’assicurazione.Che mi consigliate?…Giudice di pace?..Grazie

    • Adico ha detto:

      Salve, le consiglio di contattarci allo 041-5349637 (dal lunedì al venerdì con orario 9-13 e 15-19). Potrà così valutare se affidarsi o meno a uno dei nostro legali, essendo la vicenda alquanto articolata.

      Distinti saluti
      Gianluca Codognato
      uff. stampa Adico

  47. Elisa ha detto:

    Salve,
    Io faccio fare l’iseu per università dal 2015 e il mese scorso mi è arrivata una raccomandata dall’uni riguardo a errori per l’iseu dei primi due anni e ora mi chiedono 700 euro. il caf mi ha messo come abitante indipendente quando per i primi due anni anche se abitavo da sola bisognava far fronte all’isee Famigliare (l’ho scoperto ora, ma il caf dovrebbe sapere le leggi!). Il caf non ha “assolutamente tempo” di darmi un appuntamento e non so come comportarmi. Devo pagare io? C’è un rimborso?

    • Adico ha detto:

      Salve, in questi casi il Caf dovrebbe rimborsare tramite la propria assicurazione le sanzioni contenute in quei 700 euro. Per prassi, lei deve prima pagare poi rivalersi sul Caf ma il nostro consiglio è sempre quello d avvertirli prima (se riesce naturalmente a contattarli) per segnalare le responsabilità in capo a loro e avvertirli che intende rivalersi per la parte delle sanzioni.
      Distinti saluti
      Gianluca Codognato
      uff. stampa Adico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

LA NEWSLETTER

Inserisci la tua e-mail nel modulo e premi invia per iscriverti alla nostra newsletter.

Iscrivendovi alla newsletter riceverete le nostre mail contenenti notizie sulle principali tematiche consumeristiche e non solo. Oltre alle notizie, riceverete anche i nostri comunicati stampa che vengono inviati alla stampa locale e nazionale.

Accetto l'informativa sulla privacy

PROGETTI SPECIALI

  • Sportello Successioni e Testamenti
  • Sportello Successioni e Testamenti
  • Sportello Diritto di Famiglia
  • Sportello Amministrazione di Sostegno

ALTRI PROGETTI

Consulta i progetti di Associazione Difesa Consumatori

Eli-net l'azienda di Spinea, Venezia che ha realizzato il sito di Adico