Gli sportelli di Adico Associazione Difesa Consumatori

Contatta gli esperti dell'Associazione per trovare una risposta rapida ed efficace ai tuoi problemi attraverso gli Sportelli tematici

Il Caf che sbaglia deve risarcire il contribuente

Sia che il contribuenti compili da sè il modulo, sia che provveda a farlo il Caf, la responsabilità sull’esattezza dei conti e sulla correttezza nella compilazione dei quadri è sempre e solo del Caf. Per questo se qualcosa non funziona e se arriva un accertamento dovuto ad errori di compilazione o di calcolo, oppure se si scopre di aver pagato di più perchè il Caf non applicato tutte le detrazioni previste, si ha il diritto di essere risarciti.
Per legge, infatti tutti i Caf per poter essere abilitati ad operare debbono sottoscrive un’apposita polizza assicurativa al fine di garantire agli utenti il risarcimento dei danni eventualmente provocati dall’assistenza fiscale prestata.

49 Commenti alla discussione “Il Caf che sbaglia deve risarcire il contribuente”

  1. 1 febbraio 2013 alle 16:33

    Buonasera,

    volevo delle delucidazioni su quanto segue:

    Nell’anno 2009 presentando la dichiarazione dei redditi relativi all’anno 2008 ho, nella voce delle spese sanitarie dei figlia a carico, inserito l’importo totale senza praticare il 50% dello stesso pur avendo, con mio marito, la metà dei carichi fiscali dei nostri due figli.

    Ho consegnato poi la dichiarazione dei redditi al responsabile del CAF dell’agenzia delle entrate il quale non ha praticato il suddetto 50%, lasciando dunque l’importo per l’intero ammontare. Nel 2008 uno dei due figli ha, inoltre, lavorato superando, in termini di entrate, il limite entro il quale il figlio risulta ancora a carico dei genitori, ma che per errore né io né mio marito abbiamo considerato tale (non a carico).

    Pochi giorni fa mi è stato recapitato un accertamento da parte dell’agenzia delle entrate in cui è stato constatato che il figlio non era fiscalmente a carico. Nella sanzione che mi è stata recapitata (relativa alle esclusioni delle detrazioni per le spese sanitarie a carico del suddetto figlio) però gli importi sono stati considerati al 100%.

    Che tutela posso avere?

  2. 31 ottobre 2012 alle 12:17

    Buongiorno,
    io ho avuto tre cartelle esattoriali per IVA annuale non pagata e due diritti camerali non pagati.In quegli anni ero seguita dal CAAF per la tenuta della contabilità della mia azienda.
    Oggi sono a chiedere spiegazioni e mi hanno detto che loro mi avevano detto di parle, ma io dico, se così fosse stato non dovevano darmi almeno un documento in cui elencavano le varie imposte rimaste sospese?
    A chi devo chiedere risarcimento visto che io non sapevo nulla di queste imposte?
    Grazie mille.

  3. 26 settembre 2012 alle 16:40

    Salve
    relativamente ai redditi 2009 mi è stato rimborsato un importo relativo all’addizionale comunale perchè riportato dal Caf erroneamente…ora dopo due anni mi richiedono questa cifra, che tra l’altro è un pò alta ma al tempo avevo altri rimborsi e di certo non me ne ero accorta……Non mi sembra giusto però ora richiedere indietro questo importo se è stato un loro errore…..

  4. 25 settembre 2012 alle 06:53

    buongiorno,dove posso leggere le risposte ad i quesiti di questa pagina? mia figlia ha una situazione con il fisco simile al n°14 Andrea (Milano )

  5. 14 settembre 2012 alle 22:40

    Mio figlio si e’ rivolto al caf cgil di Ancona a fine luglio 2012 per fare il mod.unico. Gli fa il modello unico e gli riferisce di pagare entro il 20 agosto 2012 circa euro 750,00 e un acconto di euro 350,00 circa nel mese di novembre 2012. Per questo servizio di mezz’ora circa ha pagato euro 57,00. Successivamente mio figlio ha fatto da solo il modello unico in quanto gli sembrava una cifra troppo elevata da pagare. Facendo i conti secondo mio figlio doveva versare solo 3,00 euro, quindi di sua iniziativa ha deciso di non fare il versamento entro il 20 agosto 2012. Il caf cgil ne mese di agosto era chiuso per ferie.A fine agosto 2012 ritorna al caf cgil per riferire il tutto e rifacendo iconti ha detto che aveva ragione mio figlio anziche’ euro 350,00 solo 3,00 senza nessun anticipo a novembre 2012. E’stata fatta la correzione nel modello unico e arrivederci senza nessuna scusa. Ma non aveva diritto almeno al rimborso di euro 57,00 dopo l’errore che hanno fatto come risarcimento morale? e se mio figlio non si accorgeva di questo errore avrebbe pagato alla Stato tutti quei soldi senzapiù riprenderli?

  6. 8 settembre 2012 alle 15:12

    Nella compilazione dell’unico anno 2007 il CAF con due cud di 5.000 euro e di
    18.000 sbaglia e al posto di 18.000 euro scrive 10.000(quindi ho dichiarato 15.000 euro al posto di 23.000). Il CAF ha ammesso l’errore, ma mi pagano su 2.100 euro solo 520 di interessi,mora e spedizione cartella!è corretto o devono pagare tutto?

  7. 6 agosto 2012 alle 11:21

    Nel 2007 il CAF ha sbaglito a compilarmi il modello Unico.
    Avevo 3 CUD e nel riportare i redditi di questi sul modello unico hanno sbagliato grossolanamente, anzichè inserire il valore di 10005 hanno inserito 1005.
    Ora a distanza di quasi 5 anni mi è arrivata una vertenza dove mi si dice che devo pagare quasi 4000 euro.
    Che fare????

  8. 27 luglio 2012 alle 19:39

    Salve a tutti tenevo a precisare alcune cose: i caf sono tenuti a risarcire i danni in virtu di una convenzione con l’Agenzia delle Entrate la quale per autorizzare l’assistenza fiscale chiede una poliza assicurativa.
    Se dall'”errore del Caf” il soggetto contribuente ha avuto un rimborso maggiore di quanto dovuto…il caf è tenuto solo a risarcire il soggetto della sanzione…ma i soldi in più devono essere restituiti dal contribuente con tanto d’interessi.
    Per quanto concerne l’isee la convenzione con l’inps prevede che i caf sono tenuti solo all’invio del modello ise e non alla compilazione…quindi non c’e’ assistenza nella compilazione (gratuita). Se un caf assiste un utente nella compilazionde della DSU potrebbe essere anche chiesto un compenso…in quanto l’utente dovrebbe rivolgersi al caf già con la Dsu compilata e firmata. Quindi non c’e’ responsabilità del caf nella compilazione della dsu.
    L’unica cosa di cui dovrà rispondere il caf e nel caso in cui trasmette dati diversi da quelli riportati nella dsu firmata dall’assistito.

    Saluti

    Direttore Generale di un caf nonchè menbro della consulta dei caf

  9. 16 luglio 2012 alle 17:05

    Buon giorno,
    io ogni anno mi compilo da sola il 730 e poi mi rivolgo ad un caf per la compilazione/trasmissione. quest’anno non mi hanno permesso di inserire nelle spese mediche, alcune ricevute emesse da un’infermiera professionale, alla quale mi rivolgo da anni per dei trattamenti di massoterapia. Mi è stato detto che questa persona, oltre a non essere un medico, fa parte del nuovo regime dei contribuenti minimi e di conseguenza io non ho il diritto di scalare dai redditi questi importi. Poi ho saputo che un solo cliente, che tra l’altro si avvale dello stesso caf, ha avuto lo stesso mio problema, mentre tutti gli altri hanno tranquillamente scalato dai redditi le prestazioni. Ora come mi devo comportare per recuperare la cifra che ho perso? Sulle ricevute sono riportate le seguenti diciture: ” operazione effettuata ai sensi dell’articolo 1 comma 100 legge finanziaria 2008″ “1 trattamento massoterapia. Grazie!

  10. 17 giugno 2012 alle 13:09

    per tre anni mi sono rivolta al caf per la denuncua dei redditi per il modello unico. solo quest’anno ho scoperto grazie ad un coomercialista che il carìf mi ha fatto pagare una tassa che non mi comoeteva, a ki posso rivolgermi per il risarcimento grazie

Rispondi

Ricevi un avviso via mail se ci sono nuovi commenti a questo articolo (potrai modificare o cancellare in ogni momento l'iscrizione ai commenti seguendo le indicazioni che troverai nelle mail di notifica)

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti.


Oppure iscriviti senza commentare.

LA NEWSLETTER

Inserisci la tua e-mail nel modulo e premi invia per iscriverti alla nostra newsletter.

Iscrivendovi alla newsletter riceverete le nostre mail contenenti notizie sulle principali tematiche consumeristiche e non solo. Oltre alle notizie, riceverete anche i nostri comunicati stampa che vengono inviati alla stampa locale e nazionale.

Accetto l'informativa sulla privacy

PROGETTI SPECIALI

  • Sportello Successioni e Testamenti
  • Sportello Patrocinio Gratuito
  • Sportello Diritto di Famiglia
  • Sportello Amministrazione di Sostegno

ALTRI PROGETTI

Consulta i progetti di Associazione Difesa Consumatori