Gli sportelli di Adico Associazione Difesa Consumatori

Contatta gli esperti dell'Associazione per trovare una risposta rapida ed efficace ai tuoi problemi attraverso gli Sportelli tematici

Come inoltrare un reclamo alle poste

La prima mossa consigliata dai nostri esperti per inoltrare un reclamo alle poste è illustrata proprio dalla “Carta della Qualità” delle Poste, un documento nato per rendere più trasparenti e migliorare i rapporti con la clientela.
Oltre che definire gli standard di servizi e prodotti, la carta illustra infatti le procedure per rivalersi in caso di disservizi.
Per segnalare eventuali “disservizi” postali,è necessario inviate a Poste Italiane una lettera di reclamo, utilizzando un modello disponibile presso tutti gli uffici postali. Potreste anche compilare un modello on-line, spedire una mail a o chiamare il Call Center delle Poste (numero 803160), ma per maggiore sicurezza vi consigliamo di spedire la lettera da un ufficio postale tramite raccomandata A/R.
Una volta riempiti i campi riservati ai vostri dati anagrafici, dovrete indicare nei riquadri E ed F il motivo del vostro reclamo, come ad esempio l’orario di apertura non rispettato, l’eccessiva attesa, il comportamento apparentemente scorretto del personale, l’interruzione del collegamento telematico, il computer che ha fatto le bizze ecc, avendo cura di indicare l’ufficio postale in cui si è verificato il disservizio.

Concilia?
Entro 40 giorni lavorativi dalla presentazione del reclamo, le Poste dovrebbero darvi una risposta.
Se non arriva, o se non la riterrete soddisfacente, avrete altri 30 giorni per passare alla fase due, attivando gratuitamente una “procedura di conciliazione”.
A questo punto vi troverete di fronte a un bivio. Non potrete attivare la procedura di conciliazione se avrete già avviato una procedura giudiziaria, se, invece, sceglierete la strada della procedura di conciliazione, potrete in ogni momento presentare ricorso all’autorità giudiziaria, ma questo vi farà perdere il diritto alla conciliazione.

Con la conciliazione, verrà nominata una commissione ad hoc, composta da un uomo di Poste Italiane e un rappresentante delle associazione dei consumatori, che valuterà il vostro caso.
Anche per chiedere la conciliazione basta compilare e spedire un modello disponibile in tutti gli uffici postali, o scaricabile via internet da questo link. La commissione di conciliazione dovrà chiudere la procedura entro 120 giorni: se vi darà ragione, potrete ottenere un risarcimento fino a un massimo di 500€.

125 risposte a “Come inoltrare un reclamo alle poste”

  1. rick marchesi ha detto:

    Personalmente, a me le poste non hanno mai dato risposta.
    Ho cercato di liquidare i conti di mia madre deceduta da anni, dopo successione, atti notori, solleciti, tassa di registro, non sono mai riuscito, le poste non hanno un ufficio legale a cui recapitare una raccomandata, le pec fanno finta di non riceverle. Semplicemente su un ramo di uno stato fallimentare e criminale per molti versi, al di sopra della legge.

  2. Anna ha detto:

    Gentilissimo signor Marchesi, vorrei chiederle se è riuscito a risolvere il suo problema con poste italiane. Anch’io mi trovo in una situazione particolare, da segnalare all’ ufficio reclami di questo ente, ma leggendo la sua esperienza forse devo intraprendere, un’altra strada, dopo naturalmente aver tentato prima con loro. Mi faccia sapere se vuole, che strada ha intrapreso.
    Un cordiale saluto
    Anna

  3. Fabiana Pia ha detto:

    Utilizzo molto i servizi postali, per questioni lavorative e personali, e per anni mi sono fatta il fegato amaro a causa del malfunzionamento dei servizi..ad oggi ho scoperto SpedireComodo e posso dire di aver risolto tutti i miei problemi!!

  4. Viola ha detto:

    Sono schifata anche io della posta italiana..non funziona niente reclamare non serve a un cavolo…io è da un anno che chiedo di mettere a posto il servizio bancomat fuori dai uffici di Spezzando di Fiorano Modenese…il personale è di un maleducato unico al mondo…la mia carta BancoPosta in quel ufficio non funziona…devo fare dei chilometri x prelevare i miei soldi…ma stiamo scherzando? Piove neve e 40gradi sotto il sole….a loro non frega un cazzo…punto è noi paghiamo x questi porci

  5. Nadia ha detto:

    E’ proprio per liberarmi da situazioni del genere che ho deciso di abbandonare le poste ed affidarmi a corrieri privati, tra tutti adoro SpedireComodo…dovreste provarlo!

  6. Roberto ha detto:

    Buongiorno,
    Un incidente ha coinvolto un mezzo delle Poste Italiane lo scorso 3 Gennaio, sulla tangenziale Ovest di Milano (http://www.striscialanotizia.mediaset.it/video/videoembed.shtml?685199). Come indicato dal servizio televisivo su Canale5 del 27 Gennaio scorso che indicava l’esatto punto, il materiale trasportato del mezzo, costituito da corrispondenza di vario tipo, è stato riversato a fianco della ferrovia e mai recuperato.
    La zona è facilmente accessibile da chiunque, e l’ho visitata domenica 29 Gennaio per una verifica trovando quintali di materiale: lettere e pacchi, inclusi plichi della Procura della Repubblica presso il tribunale di Novara, assicurazioni, studi notarili, istituti bancari ecc.
    Alcuni pacchi di provenienza straniera erano stati aperti, mentre il resto della corrispondenza era quasi interamente in ottime condizioni: dal 3 Gennaio a domenica non aveva mai piovuto.
    Non mi risulta che nulla sia cambiato nel frattempo. E’ possibile attivare le Poste affinché svolgano il proprio compito, o le autorità competenti?
    Saluti.

  7. rosaria ha detto:

    salve ieri mi e arrivata una comunicazione dall’inps di recarmi presso l’ufficio postale di competenza e ritirare la carta acquisti da loro inviatomi mi sono recata all’ufficio postale e l’operatore si e rifiutato di darmi la carta ho chiesto il motivo di perche non mi voleva dare la carta mi ha risposto che se non ho il codice pin della carta lui la carta non me la da io gli ho risposto scusa ma che importanza ha se il codice pin mi deve ancora arrivare e mi risponde da ignorante se non hai il codice pin non puoi prelevare io gli ho risposto prima cosa lo so che senza codice pin non posso prelevare seconda cosa con la carta acquisti non puoi prelevare perche e una carta che puoi solo fare acquisti ho insistito di darmi la carta ma niente in poche parole ha detto io la carta non te la do quanto ti arriva il codice pi porta il pin e ti do la carta. ora io chiedo a voi delle poste e possibile che un operatore delle poste si rifiuta di darmi una carta che mi e stata inviata dall’inps solo perche non mi e ancora arrivato il codice pin? e perche lui vuole vedere il codice pin per darmi la carta? e normale sta cosa per me non e normale e poi e un impiegato della posta che nel 2009 ha rubato 30 mila euro e purtroppo lavora ancora li strano la cosa

  8. Carmen ha detto:

    Ho spedito2pacchi:a casa mia,dopo varie prove di appoggio,i pacchi erano integri…giunti a destinazione il contenuto era totalmente distrutto,parlo di un orologio in ceramica e di 3 bottiglie di vino.solo lancisndoli si potevano rompere!!il contenuto era indicato sul modulo,ma loro néanche lo guardano.ho fatto reclamo,ma secondo loro non c é stato danno…negano anche davanti alle foto.miserabili e vergognosi.

  9. zanoni adriana ha detto:

    mi chiamo zanoni adriana, ho una casella postale n, 99,
    nella quale mi dovrebbe arrivare la posta della banca.
    dal mese di agosto 2017 non è arrivata a tutt’oggi, 6
    marzo è arrivata nessuna corrispondenza. in banca mi dicono che tutta la posta a me indirizzata è stata inviata.
    dov’è finita la mia corriispondenza?. prima di procedere
    per vie legali, vorrei attendere una vostra risposta e sapere se la corrispondenza si può recuperare.
    resto in attesa di Vostro riscontro.
    cordiali saluti

    zanoni addriana

    • Adico ha detto:

      Salve,
      da come ha esposto il caso, salvo clamorosi intoppi, può sicuramente recuperare la sua corrispondenza.
      Le consiglio di rivolgersi alle Poste, ovviamente, prima di agire per vie legali.

      Distinti saluti
      Gianluca Codognato
      uff. stampa Adico

  10. Alexandra ha detto:

    Da indicazioni il reclamo deve essere inviato tramite raccomandata … vorrei sapere a che indirizzo

  11. Bruna ha detto:

    Mi hanno rubato il bancomat…dalle 18 alle 00.01minuto tra prelievi e acquisti mi hanno tolto 2200 euro dal conto…io lavoravo…posta risponde che è stato usato il pin…cosa non vera perché il pin non c’era…aspettò notizie…niente…non esiste né anche come reclamo…la mia domanda è per le poste italiane…se è stato usato il pin…voi perché nell bancomat nuovo che mi datte…mi lasciate lo stesso pin…per rubarmi di nuovo più facilmente???…grazie che avete letto la mia disgrazia

  12. Silvana ha detto:

    Buonasera, segnalo una maleducazione di un impiegato delle poste di Felino , arrogante , sbuffa davanti al cliente e alla fine mi restituisce i documenti sbattendoli sul banco, le ho chiesto se poteva accontonare i documenti che sarei andata a prenderli.( ps alle poste bisogna aggiornare i documenti ogni 2/3 mesi )ma come è possibile

    • PINA ha detto:

      SEGNALO I DIPENDENTI DELLE POSTE DI CATANIA VIA PACINOTTI
      MOLTO MALEDUCATI ED ARROGANTI 1° TRA TUTTI LA DIRETTRICE
      AVEVO IL CONTO POSTE MA L’HO CHIUSO SUBITO..
      PECCATO !!! NON C’E’ NESSUNO CHE SUPERVISIONA QUESTI DIPENDENTI?

  13. Donato Antonio ha detto:

    Sconsiglio a chiunque, voglia spedire un pacco voluminoso utilizzando questo servizio, in quanto, il servizio, oltre ad essere ineffciente, non ha personale idoneo a svolgere le funzioni ca. delucidazioni in merito. Stamani, dopo ca. mezz’ora di attesa di un operatore, la linea si è liberata e la sig.ra addetta alle spiegazioni, anzichè rispondermi, continuava a parlare di cose personali con la collega al suo fianco. Infine, ho preferito andare di persona presso l’Ufficio postale per inviare il mio pacco. Io resto sempre del parere di mettere persone giuste nei postoi importanti!

  14. Daniele Pieri ha detto:

    Buongiorno dopo vari solleciti scritti e verbali,dal mese di Aprile devo riscuotere 145 euro .E-mail scritta da loro nel mese di Luglio con n. Assegno e raccomandata MAI ARRIVATA . Continuo con i solleciti ma nulla …Non so più cosa fare .

  15. DONELLI NICOLA ha detto:

    Ho presentato con raccomandata/ar lo stampato del reclamo all’ufficio postale di Rivalta Sul Mincio (MN) dove chiedevo
    (come da istruzioni CONSAP) il documento riguardante il versamento alla CONSAP dell’importo di un libretto dormiente
    dal mese di maggio l’ufficio mi tiene in sospeso.
    Il 20 di ottobre di quest’anno ho richiesto di nuovo con regolare raccomandata – a tutt’oggi non ho saputo niente
    cordiali saluti mai pubblicato altro

  16. Chiesi Graziano ha detto:

    Sono stato eletto amministratore di sostegno di una persona ormai incapace di intendere e volere ,ho cercato di farmi dare i soldi depositati sul conto POSTEPAY EVOLUTION mi é stato negato in qualsiasi modo di effettuare il rimborso adducendo l intangibilità del suddetto per mancanza del titolare che é purtroppo inabile ad effettuare l operazione.Purtroppo spero di non dover ricorrere a vie legali per poter far godere del diritto di usufruire dei propri soldi al mio assistito.Questi soldi servono per poter pagare le spese correnti

  17. Alessandro Fratoni ha detto:

    Buongiorno, vorrei segnalare la disparità di trattamento con i quali vengono trattati i clienti in seguito all’introduzione del servizio di prenotazione on-line. A venire penalizzati sono soprattutto gli utenti avanti negli anni che restano in attesa ore e ore vedendosi per giunta scavalcati da gente che ha prenotati 5 minuti prima direttamente dalla tazza del cesso di casa. Ma questi signori delle poste si rendono conto di come questa burocratizzazione e semplificazione vada a discapito e non a tutela dell’utenza più debole? Ma secondo loro è piacevole vedersi trattati da cittadini di serie b? Perché se io prenoto il servizio direttamente dal totem alle ore 10 devo essere scavalcato da un nerd che ha prenotato alle 11 e 30? È chiaro il progetto dell’Azienda di attuare un piano di semplificazione dei servizi al fine di ridurre il personale e i relativi costi a discapito dell’utenza.

  18. MARISA ha detto:

    POSTE ITALIANE CARICATE LE MACCHINETTE AGLI SPORTELLI DI TONNER PERCHE LE PERSONE NON RIESCONO A LEGGERE SUI LIBRETTI LE OPERAZIONI CHE EFFETTUANO.E SENTIRSI DIRE DAI RESPONSABILI CHE NON HANNO TONNER .QUESTO SUCCEDE ALL’UFFICIO CENTRALE -VIA CALVARIO- DELLE POSTE ITALIANE NEL COMUNE DI ARIANO IRPINO AV.

  19. Francesco ha detto:

    Ho dovuto pagare 2volte l’IMU 2015 perché la posta ha sbagliato la compilazione dello F24. Sono circa 6 mesi che attendo una risposta dalle poste.

    • Adico ha detto:

      Salve, se vuole ci contatti allo 041-5349637, siamo aperti dal lunedì al venerdì con orario 9-13 e 15-19.
      Distinti saluti
      Gianluca Codognato
      uff. stampa Adico

  20. Anna ha detto:

    buona sera, Vi scrivo per segnalare un grave problema ricevuto dalla Torino 6 di corso racconigi.
    Riguarda i fondi immobiliari con scadenza il 07 ducembre 2018.
    Causa della funzionaria postale che non mi fornisce l’esatta data di scadenza non sono riuscita a firmare la transazione che poste itliane dava l’opportunità di firmare.
    Chiedo gentilmente la possibilità di avere notizie al riguardo e visto che non è stata causa della sottoscritta chiedo gentilmente di potervi rientrare ugualmente anche se in ritardo.
    Certa di un vostro riscontro positivo porgo distinti saluti.

    • Adico ha detto:

      Salve, di che fondi si tratta? Obelisco? le consiglio di contattarci allo 041-5349637, siamo aperti dal lunedì al venerdì con orario 9-13 e 15-19.

      Distinti saluti
      Gianluca Codognato
      uff. stampa Adico

  21. Elisa ha detto:

    Mi accodo alla serie di rimostranze nei confronti delle poste :disservizi sia nelle spedizioni di pacchi,nella ricezione degli stessi (è un miracolo che il contenuto arrivi al destinatario in tempo ,e soprattutto,che arrivi).Il personale maleducato e indisponente .Nell’ufficio postale del mio paese,vi è un solo impiegato che ricopre anche le vesti di direttore.Ogni qualvolta mi devo recare presso tale ufficio ,mi viene male.Vorrei anche evidenziare il fatto che vivendo io in un paesino di montagna,questo diventa il centro più importante di una valle,perciò sarebbe utile almeno mettere all esterno almeno il box per il ritiro di denaro e pagamenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

LA NEWSLETTER

Inserisci la tua e-mail nel modulo e premi invia per iscriverti alla nostra newsletter.

Iscrivendovi alla newsletter riceverete le nostre mail contenenti notizie sulle principali tematiche consumeristiche e non solo. Oltre alle notizie, riceverete anche i nostri comunicati stampa che vengono inviati alla stampa locale e nazionale.

Accetto l'informativa sulla privacy

PROGETTI SPECIALI

  • Sportello Successioni e Testamenti
  • Sportello Successioni e Testamenti
  • Sportello Diritto di Famiglia
  • Sportello Amministrazione di Sostegno

ALTRI PROGETTI

Consulta i progetti di Associazione Difesa Consumatori

Eli-net l'azienda di Spinea, Venezia che ha realizzato il sito di Adico