Gli sportelli di Adico Associazione Difesa Consumatori

Contatta gli esperti dell'Associazione per trovare una risposta rapida ed efficace ai tuoi problemi attraverso gli Sportelli tematici

Obbligo di museruola e guinzaglio ai cani

In base a quanto prevede la legge, e come ha ribadito anche l’Ordinanza del ministero della Salute del dicembre 2006 “Tutela dell’incolumità  pubblica dall’aggressione di cani”,  è obbligatorio applicare la museruola o il guinzaglio ai cani quando si trovano nelle vie o in altro luogo aperto al pubblico.
Anche il cortile condominiale è considerato tra i luoghi aperti al pubblico e quindi con obbligo di guinzaglio o museruola. Sulla questione si era già espressa la cassazione con una sentenza, la 14353 del 2000,  ribadendo che  “in tema di condominio negli edifici, il diritto di cui è titolare ciascun condomino di usare e godere delle cose di proprietà comune a suo piacimento trova limite nel pari diritto di uso e di godimento degli altri condomini. Pertanto, l’usare gli spazi comuni di un edificio in condominio facendovi circolare il proprio cane senza le cautele richieste dall’ordinario criterio di prudenza può costituire una limitazione non consentita del pari diritto che gli altri condomini hanno sui medesimi spazi, se risulti che la mancata adozione delle suddette cautele impedisce loro di usare e godere liberamente di tali spazi comuni”.
Pertanto, si può chiedere l’intervento dei vigili per far multare i proprietari dei cani se quest’ultimi circolano  liberi dal guinzaglio e dalla museruola.

24 risposte a “Obbligo di museruola e guinzaglio ai cani”

  1. Milena ha detto:

    Quindi si può chiedere di multare un singolo vicino per l’omissione dell’uso della museruola oppure deve diventare obbligato per tutti? E poi, nella pratica, quale regolamentazione diventa superiore, il codice penale o il regolamento di condominio? Posso denunciare il mio vicino per il suo modo pericoloso di condurre un animale particolarmente aggressivo, oppure è necessario aver subito un aggressione prima di rivolgersi alle autorità competenti?

  2. alex7692 ha detto:

    L’uso della museruola è obbligatorio nei luoghi pubblici. E’ sempre superiore la legge emanata dall’organismo superiore. Non essendo il condominio un soggetto autorizzato ad emanare leggi, conta la legge dello stato. Le ultime modifiche consento di detenere in appartamento tutti gli animali domestici senza limiti. Per denunciare il vicino devi avere le prove documentate che il cane viene condotto in modo pericoloso ed essere sicura che quella condotta sia effettivamente da ritenersi pericolosa (altrimenti rischi di essere denunciata tu). Ti sconsiglio di rivolgerti a forze dell’ordine o a polizia municipale, che difficilmente si scomoderanno. Consiglio vivamente di segnalare il caso ad una associazione di guardie zoofile, che di solito intervengono subito.

  3. Luca ha detto:

    Salve, io pongo lo stesso quesito di Milena. Ho un vicino con un cane molto aggressivo ed i padroni sono una donna di mezz’età e i suoi 2 figli appena maggiorenni (piuttosto gracili quindi, non hanno una presa sul guinzaglio che lascia tranquilli per intenderci). Il cane abbaia e cerca di aggredire chiunque sia sul suo raggio visivo. Ci tengo a precisare che il cane mostra aggressività a priori, anche se fai finta che non esista e passi oltre; se ti vede ti punta, ringhia, abbaia e salta, con i padroni che maldestramente riescono a malapena a tenerlo. Vorrei conoscere che prassi devo seguire per segnalare il pericolo pubblico e la relativa mancanza di coscienza del suo padrone.

  4. Andrea Olandi ha detto:

    Balle

    La museruola non deve essere OBBLIGATORIAMENTE applcata, ma semplicemente detenuta quando si è con il cane allì’aperto in luogo pubblico, e messa solo in caso di necessità . E’ obbligatoria con il guinzaglio anche all’aperto solo per i cani iscritti in un registro di cani dichiarati a rischio elevato di aggressività

    Min Salute 6.8.3023 GU 6.09.13 Ordinanza

    Ordina:

    Art. 1

    1. Il proprietario di un cane e’ sempre responsabile del benessere, del controllo e della conduzione dell’animale e risponde, sia civilmente che penalmente, dei danni o lesioni a persone, animali o cose provocati dall’animale stesso.

    2. Chiunque, a qualsiasi titolo, accetti di detenere un cane non di sua proprietà ne assume la responsabilità per il relativo periodo.

    3. Ai fini della prevenzione di danni o lesioni a persone, animali o cose il proprietario e il detentore di un cane adottano le seguenti misure:

    a) utilizzare sempre il guinzaglio a una misura non superiore a mt 1,50 durante la conduzione dell’animale nelle aree urbane e nei luoghi aperti al pubblico, fatte salve le aree per cani individuate dai comuni;

    b) portare con se’ una museruola, rigida o morbida, da applicare al cane in caso rischio per l’incolumita’ di persone o animali o su richiesta delle autorita’ competenti;

  5. Raffaele ha detto:

    Abito in un paese (Santa Maria a Vico)della prov. di Caserta, porto da anni i miei due pastori tedeschi di carattere molto equilibrati vengono accarrezzati da tutti anche dalle forze dell’ordine , ma e un periodo che mi sto imbattendo con persone che non amano gli animali, ed hanno reclamato verbalmente dai vigili, sono stato chiamato, riferendomi di usare la museruola quando porto i cani perchè la gente ha paura.

  6. angelo ha detto:

    vorrei sapere se c’e obbligo di guinzaglio x un cane con patologia comprovata di crisi epilettiche e lesione di una vertebra della trachea che comporta un quasi soffocamento quando e al guinzaglio grazie

  7. Luca ha detto:

    Gradirei conoscere quanto c’è di vero in quello che allego ed in che modo e misura posso oppormi alla mera ostica ignoranza di un condomino. Certo di una Vostra fattiva collaborazione ringrazio cordialmente, perché secondo me la vera bestia è chi rompe le scatole al nostro cane.

    1. Portare sempre il cane al guinzaglio corto (mt. 1,50) e con la museruola al seguito quando si attraversano o si sosta negli spazi comuni e nel giardino condominiale.
    2. Il cane deve essere tenuto al guinzaglio corto e con museruola al seguito quando si usa l’ascensore condominiale, ricordarsi di portare sempre con sé un de-odorante per togliere gli odori di Fido e del materiale per l’eventuale pulizia degli ascensori qualora Fido perda pelo.
    3. Mai lasciare libero il cane per le scale condominiali o negli spazi condominiali chiusi e nei giardini condominiali (tranne diverse disposizioni del regolamento).
    4. Raccogliere sempre e con gli appositi sacchettini le deiezioni dei propri cani e pulire con appositi prodotti non nocivi né per cani né per i bambini qualora il cane faccia pipì in spazi condominiali o nel giardino comune.
    5. Se si possiede un giardino di proprietà utilizzato dal cane, deve essere sempre tenuto pulito dalle deiezioni in modo da evitare sgradevoli odori ai vicini. Il giardino, il box o lo spazio privato dove vive il cane deve essere pulito almeno una volta al giorno.
    6. Mai lasciare in giro negli spazi comuni ciotole contenenti cibo o acqua per il proprio cane, se lo stesso mangia in spazi comuni o nel giardino privato o comunque all’aperto, occorre lasciare la zona utilizzata così come era precedente-mente, raccogliendo i rifiuti e spostando le ciotole.
    7. Se il cane abbaia in casa negli orari del riposo provvedere ad insonorizzare la zona dove vive il cane e predisporre gli spazi a lui riservati nella zona più lontana possibile rispetto alle case ed alle finestre dei vicini.
    8. Mai lasciare il cane libero in ascensore, potrebbe disturbare o importunare gli altri condomini.
    9. Portare il cane a passeggio almeno due volte al giorno, lasciandolo correre per almeno mezz’ora in una apposita area cani, questo lo aiuterà a stancarsi e distrarsi.
    10. Evitare di lasciare solo in appartamento il proprio cane per più di sei – sette ore al giorno, il cane si sentirebbe trascurato e ovviamente si lamenterebbe. Mai lasciare il cane solo chiuso fuori casa sul balcone anche se per poche ore, occorre sempre lasciare aperta una porta in modo che l’animale possa andare e venire dall’appartamento.

  8. claudia ha detto:

    Buonasera,

    Il mio cane di piccola taglia, libero in prop privata vic ad una stradina, e’ stato aggredito da un cane molto grande 90% lupo tenuto a guinzaglio. Il mio e’ andato incontro abbaiando, il cane con uno slancio lo ha afferrato ed ha disteso il suo accompagnatore. Il mio cane ha ferite gravi e deve seguire una cura e medicazioni.
    Vorrei sapere se il proprietario o conduttore sono responsabili del ferimento del mio cane che era libero in quel momento vic alla proprieta’ e se il lupo doveva portare o avere la museruola.

  9. Buongiorno
    Il regolamento di condominio ammette i cani liberi nelle aree comuni a patto che nello stabile sia presente un responsabile…
    La presenza di 2 doberman lasciati liberi di correre comporta fastidio a parte dei condomini…oltre a deturpare parzialmente le arre comuni ( ghiaia sparpagliata,urina sul portone e su piante,feci a volte non prontamente raccolte…)
    Al fine di variare tale norma e pretendere l’ uso del guinzaglio nelle aree comuni occorre l’unanimita’ dei condomini oppure bastano i due terzi? Oppure l’obbligo del guinzaglio esiste a prescindere dalla concessione condominiale,visto che il ministero della salute prevede comunque l’ obbligo del guinzaglio nelle aree comuni?Grazie

  10. franco ha detto:

    Salve mi chiamo franco ho questo problema: i condomini dello stabile dove vivo io hanno dei cani che lasciano quotidianamente nel cortile adibito a posti auto. I cani ovviamente fanno i loro bisogni e i padroni quando si accorgono (fanno finta dii niente puliscono ma non lavano quindi rimangono dei residui di feci. A chi mi posso rivolgere per far smettere questi incivili con questi atti di prepotenza? Grazie

  11. Sabrina ha detto:

    Si può lasciare un cane Rottweiller, attaccato con guinzaglio alla ringhiera di una corte condominiale, senza la presenza del padrone?

  12. Daniela ha detto:

    Salve. Io ho un problema: l’inquilino del piano superiore ha un cane di grossa taglia che nel cortile e slegato e pure senza museruola. Noi abbiamo paura, ho una bimba e l’appartamento è situato a piano terra. Abbiamo avvisato l’amministratore che li ha mandato una lettera di preavviso e pure si è arrivato a litigare, la cosa dura da mesi, da quando abitano qui. Dove mi posso rivolgere, cosa posso fare??? Ho paura aprile la porta della casa xche una volta quasi entrava dentro…. grazie anticipatamente

  13. Domenico Pio ha detto:

    Buonasera/buongiorno.
    Se la storia della codificazione, passata per la vita di tanta gente, e dei diritti inviolabili dell’ uomo, insegnano che nessuno (almeno in teoria) può limitare la libertà del suo prossimo…qualcuno deve spiegare perchè un uomo deve camminare per strada, in certi momenti, senza essere libero di decidere dove andare, perchè incontra qualcuno che più che un cane, sembra porti un’ “arma”…per poi simulare
    “falsi” incidenti…prima dei diritti del “cane” ci sono i diritti dell’ uomo…non si muove foglia che Dio non voglia, ma aiutati che il Dio ti aiuta…
    mandare un cane per far “mordere o far spaventare” qualcuno, equivale ad un tentato omicidio e a intimidazioni…cosa ci si può aspettare da chi ha subito tali azioni?…
    Grazie per la possibilità d’ intervento,
    agli esperti la parola e l’ azione…
    ricordo che senza la fede si perde tutto…

  14. vincenzo ha detto:

    Buongiorno. Abito in un condominio, o un cane un po aggressivo ,vorrei sapere se porto il mio cane nel cortile del condominio con un guinzaglio di m.1.50, sono obbligato
    anche a mettere la museruola se alcuni dei condomini me lo richiedono?.-

  15. Wendy ha detto:

    Salve io una domanda da fare ho in cane a 5 messi abito in una palazzina ho un cortile il mio cane apena scelta fuori si fa la Pippi ho la mia vicina che me a detto che il cane non può fare la Pippi ni la 💩 che devo portarlo al parco e si non lo faccio lei mi farà chiamare la polizia cosa devo fare

  16. Marina ha detto:

    Il cane era almguinzaglio. Il tuo cane no ed e’ corso verso il cane tenuto al guinzaglio abbaiando. Questo viene visto come aggressivita’ sia da noi umani che dai cani. Il cane che si e’ sentito aggredito si e’ difeso, no. Importa quale sia la stazza del tuo cane.
    Ora, se tu fossi massiccia e in un vicolo chiuso e un piccoletto venisse verso di te urlando con aria minacciosa e mostrando un’arma ( i denti sono l’arma dei cani) non ti difenderesti?
    Se la legge dice ‘ cani al guinzaglio’ vale per tutti indipendentemente dalla tGlia.

  17. Patrizia Puliti ha detto:

    Salve,
    vorrei sapere come fare a denunciare il proprietario di un cane senza guinzaglio.
    Alla mia cortese richiesta di mettere il guinzaglio al cane , ho ricevuto quasi sempre risposte maleducate o derisorie.

  18. valentina ha detto:

    salve volevo sapere l’articolo che prevede l’uso del guinzaglio per il cane,spiego la mia situazione padrona ultra sessantenne con due nipoti piccoli esce dalla sua casa(sopra di me) e prende l’ascensore sempre con il cane sciolto,e inoltre lo lascia scorazzare nel giardino condominiale sempre senza guinzaglio.Io ho una sorella con la paura dei cani e si trova sempre a fronteggiare questa situazione. grazie

  19. Paolo ha detto:

    Scusate, temo di non aver compreso bene quanto è scritto nel articolo..

    l’Ordinanza Martini del marzo 2009 (potete leggere qui l’ordinanza integrale) che recita, all’articolo 1, comma 3:

    3. Ai fini della prevenzione dei danni o lesioni a persone, animali
    o cose il proprietario e il detentore di un cane devono adottare le
    seguenti misure:

    a) utilizzare sempre il guinzaglio ad una misura non superiore a
    mt 1,50 durante la conduzione dell’animale nelle aree urbane e nei
    luoghi aperti al pubblico, fatte salve le aree per cani individuate
    dai comuni;

    b) portare CON SE’ una museruola, rigida o morbida, da applicare al cane in caso di rischio per l’incolumita’ di persone o animali o su richiesta delle Autorita’ competenti;

    c) affidare il cane a persone in grado di gestirlo correttamente;

    d) acquisire un cane assumendo informazioni sulle sue
    caratteristiche fisiche ed etologiche nonche’ sulle norme in vigore;

    e) assicurare che il cane abbia un comportamento adeguato alle
    specifiche esigenze di convivenza con persone e animali rispetto al
    contesto in cui vive.

    Quindi, NESSUNA ordinanza condominiale, comunale, provinciale o regionale può sostituirsi a questa legge del 2009 perchè è una legge statale quindi ha un valore superiore rispetto alle altre.

  20. Mauro ha detto:

    Ci è capitato spesso, a me e mia moglie e quant’altri, che tutte le sante volte che usciamo di casa, ci si avvinghia contro un cane di media grandezza, con molta cattiveria, ed è un cane che tengono in casa condominale che tra l’altro abbaia spesso, ora, siccome abbiamo un vigile volontario che si è lamentato anche lui con me, non capisco perché quando invece vede i padroni del cane, ci inciucia spesso e non fà nulla al riguardo. Come possiamo fare visto e considerato che non gli mettono la museruola e guinzaglio? Premetto che di cani e gatti ne ho avuti tanti in passato e li amo. Pero’in questo caso come si può fare?

  21. peppino ha detto:

    alla luce di quello che e’ successo ieri in provincia du varese dove due cani hanno aggredito due bambine, penso che e’ vergognoso che le persone solo per togliersi degli sfizi, decidono di tenere cani pericolosi che poi aggrediscono
    …..

  22. peppino ha detto:

    anche il cane piu innocuo che possa esistere potrebbe fare del male, soprattutto ai bambini…..Quindi renderei la museruola sempre obbligatoria!!!!

  23. Flavia ha detto:

    Anche alle persone servirebbe la museruola……

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

LA NEWSLETTER

Inserisci la tua e-mail nel modulo e premi invia per iscriverti alla nostra newsletter.

Iscrivendovi alla newsletter riceverete le nostre mail contenenti notizie sulle principali tematiche consumeristiche e non solo. Oltre alle notizie, riceverete anche i nostri comunicati stampa che vengono inviati alla stampa locale e nazionale.

Accetto l'informativa sulla privacy

PROGETTI SPECIALI

  • Sportello Successioni e Testamenti
  • Sportello Successioni e Testamenti
  • Sportello Diritto di Famiglia
  • Sportello Amministrazione di Sostegno

ALTRI PROGETTI

Consulta i progetti di Associazione Difesa Consumatori

Eli-net l'azienda di Spinea, Venezia che ha realizzato il sito di Adico