Gli sportelli di Adico Associazione Difesa Consumatori

Contatta gli esperti dell'Associazione per trovare una risposta rapida ed efficace ai tuoi problemi attraverso gli Sportelli tematici

PIU’ MULTE PER LA STESSA INFRAZIONE: QUANTE VOLTE SI PAGA?

Quando la stessa infrazione del codice della strada è ripetuta più volte ma in un breve lasso di tempo è necessario pagare tutte le multe? Immagina di percorrere un tratto di strada su cui, da poco, il Comune ha imposto le cosiddette Ztl ossia le zone a traffico limitato per le quali però non sei munito del relativo pass. Distratto dal traffico e abituato a percorrere liberamente quella via, non ti accorgi dei cartelli stradali con il divieto. Così attraversi il varco che, in quel momento, è attivo. Lo fai più volte, alla ricerca di un parecchio: entri ed esci dalle Ztl senza accorgerti che, per ogni volta che passi, c’è una telecamera a fotografarti. Non passano molte settimane che ti arrivano a casa numerose multe e tutte per la stessa infrazione. Ti sembra assurdo doverle pagare tutte: alla fine non hai fatto altro che ripetere più volte lo stesso comportamento. In più eri in buona fede perché nessuno ti aveva avvisato del cambio della segnaletica, né i giornali ne hanno parlato. Essendo la prima volta che prendi una contravvenzione su quel tratto di strada ti chiedi se ci sono possibilità di fare ricorso. In altri termini in caso di più multe per la stessa infrazione ztl, quante volte si paga? La risposta è stata di recente fornita dalla Cassazione.
Si tratta di una sentenza estremamente interessante perché apre le porte all’applicazione di un principio nuovo non solo per i verbali conseguenti al passaggio con il varco attivo delle zone a traffico limitato, ma anche per tutti i casi in cui, a distanza di pochi minuti, si prendono più multe per eccesso di velocità (si pensi a due autovelox situati a pochi chilometri l’uno dall’altro) o per un divieto di circolazione (è il caso delle domeniche verdi o a targhe alterne), ecc. Come avremo modo di vedere a breve, i giudici hanno aperto la possibilità, in determinati casi, di pagare una sola volta in caso di più infrazioni della stessa norma del codice della strada. Vediamo dunque cosa è stato detto.

Varco attivo: si può passare?
Nonostante l’infelice dizione del cartello, quando trovi scritto “varco attivo” non significa che il passaggio è libero e quindi consentito, ma al contrario è vietato. In questa ipotesi scatta la multa per la Ztl che può essere rilevata anche tramite una telecamera. La multa deve essere recapitata a casa del proprietario dell’auto, a mezzo di raccomandata anche tramite il servizio di poste private, entro 90 giorni dal giorno dell’infrazione (e non dal successivo accertamento presso l’ufficio della polizia). L’importo da pagare è di euro 84 ma che può arrivare anche a 335.

Più infrazioni Ztl: quante si pagano?
In base al codice della strada, quando con un’unica condotta illegittima sono violate più norme del codice della strada si applica un’unica sanzione aumentata del triplo. Si pensi al caso di un conducente che non si ferma allo stop al fine di passare, subito dopo, con il semaforo rosso. Sebbene siamo in presenza formalmente di due diverse violazioni, esse sono state poste in essere contemporaneamente allo scopo di attraversare l’incrocio nel più breve tempo possibile. Quindi si applica solo una contravvenzione aumentata fino a tre volte tanto.
Viceversa, in presenza di più violazioni della stessa o di diverse norme del codice della strada, consumate mediate condotte autonome scattano tante multe per quante sono le violazioni. È il caso del ripetuto passaggio con l’auto nelle aree pedonali e nelle zone a traffico limitato (Ztl). In tali ipotesi, il trasgressore subisce tante sanzioni per ogni singola violazione (cosiddetto cumulo materiale). Quindi se passa cinque volte da un varco attivo deve pagare cinque multe diverse e non anche una sola.
A riguardo la Cassazione ha recentemente detto che «nel caso in cui, tramite condotte reiterate, perpetrate anche in tempi diversi, l’automobilista effettui plurimi ingressi nella zona a traffico limitato, anche qualora siano riferibili tutti al medesimo giorno, lo stesso soggiace alle sanzioni previste per ogni singola violazione, quindi è tenuto a pagare tutte le contravvenzioni, ossia per ogni singola infrazione. Ciò perché, per tali ingressi illegittimi nella ZTL, non può ravvisarsi la sussistenza di una condotta unica».
Tuttavia, la stessa Cassazione ha voluto stemperare il rigore di tale norma. I giudici hanno stabilito che, in caso di più violazioni a breve distanza di tempo sulla medesima tratta, va valutato se esse debbano essere considerate violazioni autonome oppure come un’unica violazione. In quest’ultimo caso ad ogni accertamento non deve corrispondere una contravvenzione.
In pratica, quando l’automobilista ha superato il varco attivo più volte nell’arco di pochi minuti (come nell’esempio di poc’anzi per la ricerca di un parcheggio) gli sarà imputata una sola multa. Non si applica neanche il cumulo formale che prevede l’aumento della contravvenzione fino al triplo.
Spetta però al giudice di primo grado stabilire se e quando si può parlare di un breve lasso di tempo tra una violazione e l’altra, e quindi annullare tutte le altre contravvenzioni. Egli dovrà valutare se il tempo intercorso tra le singole condotte illecite possa essere sufficiente a dar luogo a più azioni autonome.

Si può annullare una multa per buona fede?
Nell’esempio in apertura abbiamo rappresentato il caso di un automobilista all’oscuro dei nuovi divieti. Si può parlare, in questo caso, di buona fede e chiedere l’annullamento della contravvenzione? La risposta in questo caso è negativa. Secondo la Corte, è del tutto irrilevante che l’automobilista non sia a conoscenza della nuova normativa in tema di accesso alle zone a traffico limitato facendo affidamento nella precedente disciplina. Se infatti il Comune ha pubblicizzato la modifica della segnaletica (con avviso sul sito e affissione dell’ordinanza nell’albo pretorio) i cittadini si presumono a conoscenza della stessa e non possono invocare la buona fede.

Fonte: La Legge per Tutti

16 risposte a “PIU’ MULTE PER LA STESSA INFRAZIONE: QUANTE VOLTE SI PAGA?”

  1. pietraforte ha detto:

    Mia figlia una notte ha parcheggiato la sua auto entro i 5 metri da lasciare liberi in corrispondenza di incrocio tra due strade (entrambe a senso unico che formano una T). L’ha lasciata in quella posizione per 20 giorni e quando é andata a prenderla ha scoperto che era stata rimossa. Ritirata l’auto e pagata l’unica multa presente sul parabrezza ha successivamente scoperto che era stata multata altre 2 volte in giorni diversi. Può ottenere di pagare una sola multa?

    • Adico ha detto:

      Salve, è decisamente un caso particolare in ogni caso, da come mi racconta la vicenda,non capisco davvero perchè siano arrivate altre due multe. In teoria lei dovrebbe aver preso una unica multa (anche se la ritenete comunque in busta) e poi dovrebbe esserci il costo della rimozione.
      Se lo ritenete, contattateci allo 041-5349637, siamo aperti dal lunedì al venerdì con orario 9-13 e 15-19.

      Distinti saluti
      Gianluca Codognato
      uff. stampa Adico

  2. Elizabeth ha detto:

    Ieri in bicicletta ho attraversato un incrocio con semaforo rosso poiché non c’erano veicoli che arrivavano. ho fatto la stessa cosa subito dopo nell’altro incrocio. Poco dopo 2 vigili con macchina anonima mi hanno fatto contravvenzione e nella stesa multa c’e Scritto che la sanzione ammonta a 116,90 + 116,90. Come se avessi fatto 2 infrazioni diverse. Se faccio ricorso ho la possibilità di vincere o comunque pagare solo 116,90? Grazie

    • Adico ha detto:

      Salve, la situazione è un po’ particolare trattandosi di un passaggio in bicicletta. In ogni caso le pratiche seguite da noi riguardano in generale solo autovelox e passaggi in ztl. Il passaggio con il semaforo rosso non rientra fra quelle infrazioni per le quali può applicarsi la normativa citata dall’articolo. Fermo restando che mi sembra un po’ esagerato che l’abbiano multata per questo, le sconsiglio di presentare ricorso. Le due possibili strade da seguire, infatti, non sono convenienti. Il ricorso al Prefetto è gratuito ma è molto difficile che venga accolto e nel caso di rigetto la multa le viene raddoppiata. Dal Giudice di Pace bisogna pagare comunque un bollo di circa 43 euro e poi solitamente ci si fa redigere il ricorso da un avvocato (e sono altre spese). Il rischio nel suo caso è alto e temo che alla fine si ritroverebbe solo a sborsare più soldi di quanto previsto dalla multa.
      Distinti saluti
      Gianluca Codognato
      uff. stampa Adico

  3. Alessandra ha detto:

    Buongiorno , mia figlia ha preso due multe art.158 comma 5 per “sosta sul marciapiede” in due giorni consecutivi, la prima alle ore 15,00 e la seconda il giorno dopo alle ore 17,00 (la macchina era ferma dal giorno prima). E’ possibile?

    • Adico ha detto:

      Salve, mi spiace ma temo proprio di no. La questione delle multe nella stessa giornata riguardano quasi esclusivamente,secondo la nostra esperienza personale, autovelox e ztl. In più per ridurre il numero di multe l’infrazione deve essere commessa nello stesso giorno. lòe sconsiglio vivamente di presentare un ricorso che è quasi sicuramente perdente e la fa spendere inutilmente soldi.

      Distinti saluti
      Gianluca Codognato
      uff. stampa Adico

  4. Maria RIZZI ha detto:

    Buongiorno! !! A distanza di 2 minuti nello stesso giorno ho preso 2 multe per aver oltrepassato i limiti di velocità. L’ infrazione è stata rilevata da 2 autovelox a poca distanza una dall’altra. Come mi devo comportare? Cosa mi consigliate?

    • Adico ha detto:

      Salve, anche se nell’articolo in questione si accenna pure agli autovelox, sconsiglierei vivamente a chiunque di presentare un ricorso per una doppia infrazione per eccesso di velocità perché sono convinto che non verrebbe accolta nè dal Giudice di Pace né dal Prefetto. Bisogna dimostrare la buona fede quindi l’unico modo in caso di autovelox è dimostrare che la segnaletica era insufficiente per fornire all’automobilista la corretta informazione circa la velocità massima da tenere nel tratto di strada. Oppure si può contestare il cattivo funzionamento dell’autovelox o la mancata taratura. Tutte questioni molto complesse e che è bene valutare solo se ci si trova davanti a una sostanziosa cifra da pagare.

      Distinti saluti
      Gianluca Codognato
      uff. stampa Adico

  5. Anonimo ha detto:

    Salve, ho preso otto multe per art. 142/8 sempre dallo stesso autovelox levocar Red&Spedd in un arco di due settimane con decurtazione di 3 punti per ciascuna sanzione e maggiorazione per fascia notturna. Dopo aver pagato le prime tre me ne sono arrivate altre cinque. Ho già pagato € 527 e 9 punti, ora dovrei pagare altri € 720 (entro 5 giorni) o € 990 ed altri 12 punti. Ho controllato foto e taratura del 05.2018.
    Mi conviene fare ricorso per tentare un cumulo giuridico almeno per i punti? Oppure mi conviene pagare tutto e subito per usufruire della riduzione? Grazie

    • Adico ha detto:

      Salve, a nostro giudizio,come diciamo sempre in queste occasioni per esperienza ormai consolidata, le conviene pagare l’importo ridotto del 30%. Da quello che ci dice non vi sono margini per un ricorso, affronterebbe ulteriori inutili spese. Se dovesse decidere di farlo, magari per prendere tempo, lo faccia al Giudice di Pace, non al Prefetto, il quale pur analizzando senza spese il ricorso stesso, in caso di bocciatura raddoppia la multa.

      Distinti saluti
      Gianluca Codognato
      uff. stampa Adico

  6. ROBERTA ha detto:

    Buongiorno,
    ho ricevuto due multe perchè circolavo nella zona a traffico limitato, una alle 14.08 e una alle 14.30, nella stessa via e numero civico,posso pagare una sola multa e fare ricorso?
    Grazie

    • Adico ha detto:

      Salve, la sua situazione può rientrare nella casistica citata dall’articolo. Però deve valutare bene perché il ricorso viene giudicato in modo soggettivo e non è detto che le venga data ragione. Il nostro consiglio di fronte a poche multe è comunque quello di pagarle se non sono state comminate in modo indebito. Questo appunto per evitare di sborsare molti più soldi per una azione legale naufragata.
      Distinti saluti
      Gianluca Codognato
      uff. stampa Adico

  7. LORY ha detto:

    Buongiorno…mio figlio ha pagato 2 verbali per eccesso di velocità prese a due gg. di distanza con medesimo autovelox ma non si è accorto che era senza assicurazione! Non si è presentato entro i 20 gg per far visionare il tagliando assicurativo. Sono arrivate 2 sanzioni per ciascun verbale: per il primo verbale è arrivata la prima di circa 350 e la seconda con fermo poi annullato di circa 600 entrambe ridotte se pagate nei termini….poi a distanza di poco di nuovo le stesse sanzioni riferite al secondo verbale. Occorre pagarle entrambe per tutti e due i verbali? O pagare sono quelle riferite al primo verbale e fare ricorso per il secondo? grazie

    • Adico ha detto:

      Salve, purtroppo in questo caso non si può assolutamente fare ricorso per la seconda multa. Non rientra nelle casistiche citate dall’articolo e il ricorso risulterebbe quasi sicuramente perdente con l’aggiunta di nuove spese. Mi spiace non darle buone notizie, se ha bisogno ci contatti allo 041-5349637, siamo aperti dal lunedì al venerdì con orario 9-13 e 15-19.

      Distinti saluti
      Gianluca Codognato
      uff. stampa Adico

  8. MARCO ha detto:

    Buongiorno,
    Ho preso tre verbali per violazione art 80/14 una a genn19 e due a marzo in due giorni consecutivi. Non mi hanno mai fermato ma notificato tramite posta direttamente la sanzione. Il cds non prevede che io debba essere convocato in stazione per verificare sul libretto la mancata revisione? Ammetto di essermi dimenticato di farla e non sono stato avvisato dal centro revisioni ma mi sono recato nel momento stesso in cui ho ritirato la multa. Posso fare ricorso o almeno annullare le ultime due multe?

    • Adico ha detto:

      Salve, per questo argomento un po’ specifico la invito a contattarci allo 041-5349637, siamo aperti dal lunedì al venerdì con orario 9-13 e 15-19.

      Distinti saluti
      Gianluca Codognato
      uff. stampa Adico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

LA NEWSLETTER

Inserisci la tua e-mail nel modulo e premi invia per iscriverti alla nostra newsletter.

Iscrivendovi alla newsletter riceverete le nostre mail contenenti notizie sulle principali tematiche consumeristiche e non solo. Oltre alle notizie, riceverete anche i nostri comunicati stampa che vengono inviati alla stampa locale e nazionale.

Accetto l'informativa sulla privacy

PROGETTI SPECIALI

  • Sportello Successioni e Testamenti
  • Sportello Successioni e Testamenti
  • Sportello Diritto di Famiglia
  • Sportello Amministrazione di Sostegno

ALTRI PROGETTI

Consulta i progetti di Associazione Difesa Consumatori

Eli-net l'azienda di Spinea, Venezia che ha realizzato il sito di Adico