Gli sportelli di Adico Associazione Difesa Consumatori

Contatta gli esperti dell'Associazione per trovare una risposta rapida ed efficace ai tuoi problemi attraverso gli Sportelli tematici

SALDO E STRALCIO DELLE CARTELLE, LE NOVITA’ SULLA SANATORIA

Alla fine arriva l’ok definitivo per il saldo e stralcio delle cartelle per i cittadini in difficoltà economiche. La sanatoria è rivolta alle persone fisiche il cui Isee non superi i 20mila euro e potrà essere applicata per gli importi affidati all’agente della riscossione entro il 31 dicembre 2017 e derivanti dalla liquidazione delle dichiarazioni annuali Iva e redditi.

La sanatoria riguarda anche i contributi dovuti dagli iscritti alle casse professionali e alla gestione separata Inps dei lavoratori autonomi e la domanda per beneficiare al saldo e stralcio deve essere presentata entro il 30 aprile 2019. Il versamento, inoltre, potrà essere rateizzato fino al 2021.

Il saldo e stralcio coinvolge gli affidamenti eseguiti sino alla fine del 2017 che non riguardano solo l’omesso versamento di Irpef e Iva, ma anche la correzione dei dati dichiarati. A questi vanno aggiunti i contributi non versati alle casse professionali e a quelle separate dei lavoratori autonomi.

Il saldo e stralcio, inoltre, non prevede solo il totale azzeramento di sanzioni e interessi di mora, ma anche l’obbligo di versare il 16% delle somme affidate, compresi gli interessi per ritardata iscrizione a ruolo, in caso di Isee non superiore a 8.500 euro, il 20%, in caso di Isee compreso tra 8.501 e 12.500 euro, il 35%, in caso di Isee superiore a 12.500 euro, con il limite massimo di 20mila euro. Occorre inoltre pagare l’aggio di riscossione sulle somme stralciate e il rimborso delle spese esecutive e di notifica della cartella.

Saldo e stralcio, come funziona

Sono diverse le opzioni per il pagamento dell’opzione di saldo e stralcio delle cartelle. Il versamento, infatti, può essere effettuato in una unica soluzione entro il 30 novembre 2019, oppure rateizzato:

  • per il 35% entro il 30 novembre 2019;
  • per il 20% entro il 31 marzo 2020;
  • per il 15% entro il 31 luglio 2020;
  • per il 15% entro il 31 marzo 2021;
  • per il residuo 15% entro la fine di luglio 2021.

L’agente della riscossione comunica le somme dovute entro il 31 ottobre 2019. Il saldo e stralcio è ammesso anche per i carichi già inclusi nelle due rottamazioni precedenti, in caso di decadenza dalle stesse. Le somme già versate sono definitivamente acquisite e ovviamente se ne tiene conto ai fini della definizione.

In caso di irregolarità rilevate nelle attestazioni, il debitore è tenuto a produrre la documentazione richiesta entro 20 giorni. Se il debitore non risponde tempestivamente nonché in ipotesi di irregolarità o falsità, non si producono gli effetti di legge e resta dovuto l’intero carico.

Fonte: www.idealista.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

LA NEWSLETTER

Inserisci la tua e-mail nel modulo e premi invia per iscriverti alla nostra newsletter.

Iscrivendovi alla newsletter riceverete le nostre mail contenenti notizie sulle principali tematiche consumeristiche e non solo. Oltre alle notizie, riceverete anche i nostri comunicati stampa che vengono inviati alla stampa locale e nazionale.

Accetto l'informativa sulla privacy

PROGETTI SPECIALI

  • Sportello Successioni e Testamenti
  • Sportello Successioni e Testamenti
  • Sportello Diritto di Famiglia
  • Sportello Amministrazione di Sostegno

ALTRI PROGETTI

Consulta i progetti di Associazione Difesa Consumatori

Eli-net l'azienda di Spinea, Venezia che ha realizzato il sito di Adico