Gli sportelli di Adico Associazione Difesa Consumatori

Contatta gli esperti dell'Associazione per trovare una risposta rapida ed efficace ai tuoi problemi attraverso gli Sportelli tematici

Diabete, la Francia ritira due farmaci: ”cancerogeni’

Actos e Competact contengono plioglitazone. Un lungo studio ne dimostra la tossicità.
L'Agenzia francese del farmaco (Afssaps) ha deciso di sospendere la commercializzazione di due farmaci antidiabetici, Actos e Competact (entrambi commercializzati da Takeda, e indicati per il trattamento del diabete mellito di tipo 2). Il principio attivo contenuto nei medicinali, il plioglitazone, è associato, secondo le ultime evidenze cliniche, all’insorgenza di cancro alla vescica.
Un lungo studio clinico
La decisione è stata presa dall’Agenzia dopo il parere del Comitato delle autorizzazioni di mercato e della Commissione nazionale di Farmacovigilanza, che hanno esaminato i risultati di uno studio clinico condotto su ordine dell’Afssaps su un vasto gruppo di pazienti trattati con questi medicinali.
Aumento del rischio di cancro alla vescica
I risultati dello studio, si legge nella nota ufficiale diramata il 9 giugno, “confermano un piccolo aumento del rischio dei pazienti di cancro della vescica trattati con pioglitazone”.
"Rivolgersi al proprio medico senza sospendere la terapia"
Alle persone attualmente in cura con questa molecola (utilizzata nel trattamento del diabete di tipo 2) viene raccomandato di non sospendere la terapia, ma di rivolgersi al proprio medico di fiducia per sostituire l’antidiabetico.
In Europa da 11 anni
Actos, a base di pioglitazone, è, ed è stato autorizzato in Europa con procedura centralizzata (vale a dire valida per tutti i paesi membri), nel 2000, mentre il Competatc (pioglitazone e metformina), è in commercio dal 2006. In Italia i medicinali sono tuttora in commercio.
 

Il salvagente.it

13 risposte a “Diabete, la Francia ritira due farmaci: ”cancerogeni’”

  1. Giuseppe Tripodi ha detto:

    Sono una delle vittime! !

  2. Romina ha detto:

    Mio padre lo assume da anni.
    Ma possiamo fare causa com’è stato fatto in Luisiana?

  3. Io assumevo questo farmaco da diversi anni e nel mese di ottobre mi asportavano un tumore ascellare del tipo raro alto livello

  4. Enrico ha detto:

    Romina anche mio padre lo assume da anni e abbiamo sentito la notizia oggi tramite TG Leonardo in onda su rai 3. Ci siamo chiesti se potremmo effettivamente intentare una causa, ma dovrmemo essere in tanti, tantissimi!

  5. BRIZIO Sergio ha detto:

    Ho appreso solo oggi dal giornale “LA STAMPA” la vicenda dei due farmaci anti-diabetici. Ecco il mio caso: il 23 novembre 1915 sono stato ricoverato d’urgenza in opsedale, causa infarto coronarico; alla dimissione dall’ospedale, avvenuta il 02/12/2015, essendo affetto da diabete mellito tipo 2, nella terapia era prescritto “ACTOS 15mg – 1 compr.a pranzo ed 1 a cena”, prescrizione che io ho seguito. Conseguenze: il giorno 13/12/2015 dal pronto soccorso del medesimo ospedale venivo ricoverato d’urgenza per dispnea ingravescente fino all’ortopnea”. Mentre ero ricoverato nell’unità coronarica i medici del reparto chiesero a mia moglie di portare i medicinali che assumevo a casa (tra i quali era compreso l’ACTOS). Tutti gli altri medicinali mi vennero somministrati durante la degenza (o restituiti a mia moglie). L’ACTOS NON VENNE RESTITUITO NE’ SOMMINISTRATO e quando mia moglie domandò perchè non mi vwniva più somministrato le fu detto che forse tale medicina causava ritenzione idrica. Ma allora perchè pochi giorni prima, appena reduca da INFARTO (!) MI VENNE PRESCRITTO ?
    dICHIARO FIN D’OT ln:at. “ami era ia,s

  6. BRIZIO Sergio ha detto:

    Ho appreso solo oggi dal giornale “LA STAMPA” la vicenda dei due farmaci anti-diabetici. Ecco il mio caso: il 23 novembre 1915 sono stato ricoverato d’urgenza in opsedale, causa infarto coronarico; alla dimissione dall’ospedale, avvenuta il 02/12/2015, essendo affetto da diabete mellito tipo 2, nella terapia era prescritto “ACTOS 15mg – 1 compr.a pranzo ed 1 a cena”, prescrizione che io ho seguito. Conseguenze: il giorno 13/12/2015 dal pronto soccorso del medesimo ospedale venivo ricoverato d’urgenza per dispnea ingravescente fino all’ortopnea”. Mentre ero ricoverato nell’unità coronarica i medici del reparto chiesero a mia moglie di portare i medicinali che assumevo a casa (tra i quali era compreso l’ACTOS). Tutti gli altri medicinali mi vennero somministrati durante la degenza (o restituiti a mia moglie). L’ACTOS NON VENNE RESTITUITO NE’ SOMMINISTRATO e quando mia moglie domandò perché non mi veniva più somministrato le fu detto che forse tale medicina causava ritenzione idrica. Ma allora perché pochi giorni prima, appena reduca da INFARTO (!) mi venne prescritto ?
    Dichiaro fin d’ora la mia intenzione di adie le vie legali, anche con adesione ad un’azione collettiva o class action.
    Sergio Brizio

    MIdICHIARO FIN D’OT ln:at. “ami era ia,s

  7. Patrizia ha detto:

    Mio padre ha assunto questo farmaco per diversi anni…..ha avuto il tumore alla vescica ed è stato atomizzato…..a luglio 2015 è passato a miglior vita per una recidiva!

  8. Patrizia ha detto:

    Scusate……è stato atomizzato non atomizzato!

  9. Patrizia ha detto:

    Scusate ancora….passa la parola atomizzato…..quella giusta è stomizzato

  10. É inquietante. Uso competac da un anno e mezzo. Domani vado al centro diabetico e chiedo quale esimente mi darà il medico che mi ha prescritto il farmaco. Ma resto preoccupato.

  11. GIULIA ha detto:

    Anch’io sto assumendo da 5 mesi questo farmaco, mi devo preoccupare?

  12. GIULIA ha detto:

    E’ la prima volta che Vi scrivo, anh’io sto assumendo da 5 mesi questo farmaco, mi devo preoccupare?
    Il ministro della Sanità non si pronuncia? o sta aspettando che l’elenco dei malati di cancro si allunghi?

  13. Peppe ha detto:

    Oggi mi e” stato prescritto e a questo punto non lo somministro continuo con la metformina…grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

LA NEWSLETTER

Inserisci la tua e-mail nel modulo e premi invia per iscriverti alla nostra newsletter.

Iscrivendovi alla newsletter riceverete le nostre mail contenenti notizie sulle principali tematiche consumeristiche e non solo. Oltre alle notizie, riceverete anche i nostri comunicati stampa che vengono inviati alla stampa locale e nazionale.

Accetto l'informativa sulla privacy

PROGETTI SPECIALI

  • Sportello Successioni e Testamenti
  • Sportello Successioni e Testamenti
  • Sportello Diritto di Famiglia
  • Sportello Amministrazione di Sostegno

ALTRI PROGETTI

Consulta i progetti di Associazione Difesa Consumatori

Eli-net l'azienda di Spinea, Venezia che ha realizzato il sito di Adico