Gli sportelli di Adico Associazione Difesa Consumatori

Contatta gli esperti dell'Associazione per trovare una risposta rapida ed efficace ai tuoi problemi attraverso gli Sportelli tematici

SI RITROVA CLIENTE DI ENEL ENERGIA SENZA AVERNE FATTO RICHIESTA E SCOPRE L’ESISTENZA DI UN CONTRATTO CON DIECI FIRME FALSE. DIPENDENTE MESTRINO FA DENUNCIA AI CARABINIERI E SI RIVOLGE ALL’ ADICO PER FARSI TUTELARE

Dieci firme false per un contratto mai richiesto.  L’intricato mondo delle offerte commerciali per la fornitura di gas e di energia elettrica si spinge sempre oltre, andando ad assumere in molti casi i connotati della truffa. Roberto Costanzo, 54enne mestrino residente in via Gozzi e dipendente di un ristorante a Venezia, è testimone diretto del clima sempre più selvaggio che regna in questo settore. L’uomo, infatti, nella prima settimana di settembre ha ricevuto una lettera dalla quale è venuto a sapere di essere passato all’improvviso da Enel ad Enel Energia per la fornitura di energia elettrica, senza averne mai fatto richiesta. Quando ha invocato spiegazioni al Punto Enel di Mestre, gli è stato consegnato il contratto relativo alla sua nuova fornitura e ha strabuzzato gli occhi. “In quel documento gli unici dati giusti erano il mio nome, il mio cognome e il mio codice fiscale – racconta Costanzo – Erano sbagliati i dati sul nucleo familiare e sulle dimensioni della casa. La cosa più grave, naturalmente, è che ci fossero dieci firme indubbiamente falsificate, che ho disconosciuto immediatamente. Cinque apposte sul modulo della fornitura dell’energia elettrica e altre cinque sul modulo di adesione Enel ok, un servizio di manutenzione riservato ai clienti Enel Energia tra l’altro molto costoso”. Roberto Costanzo ha naturalmente sporto denuncia ai Carabinieri e poi s’è rivolta all’Adico per chiedere l’immediato disconoscimento del contratto. “Tramite il nostro ufficio legale abbiamo scritto a Enel – commenta Carlo Garofolini, presidente dell’Adico – Naturalmente allo stato attuale l’azienda non pare aver alcuna responsabilità in merito ma le responsabilità sono a capo del venditore. Anzi, Enel a fine agosto ha cercato di contattare Roberto Costanzo per chiedere conferma del nuovo contratto, ma il numero di cellulare scritto dal venditore era scorretto. Poi ha inviato una lettera per avvertire del nuovo rapporto instaurato con Enel Energia”. Insomma, dopo i contratti stipulati al telefono con persone anziane e ignare e quelli attivati a persone decedute o mai contattate, ecco i contratti tempestati di firme fasulle e riservati a persone mai  interpellate. “La vicenda lascia aperti degli interrogativi sui quali vogliamo andare a fondo – conclude Garofolini –. Per esempio, come faceva il venditore a conoscere il codice fiscale di Roberto Costanzo? Come Adico lanciamo un appello a tutti  i consumatori utenti: tenete d’occhio i vostri contratti, evitate di stipularli telefonicamente, non rispondete alle chiamate commerciali, se non vi interessa cambiare gestore. E, naturalmente, per qualsiasi problema rivolgetevi all’associazione dei consumatori che tramite il proprio ufficio legale affronta quotidianamente situazioni di questo tipo”.

LA NEWSLETTER

Inserisci la tua e-mail nel modulo e premi invia per iscriverti alla nostra newsletter.

Iscrivendovi alla newsletter riceverete le nostre mail contenenti notizie sulle principali tematiche consumeristiche e non solo. Oltre alle notizie, riceverete anche i nostri comunicati stampa che vengono inviati alla stampa locale e nazionale.

Accetto l'informativa sulla privacy

PROGETTI SPECIALI

  • Sportello Successioni e Testamenti
  • Sportello Successioni e Testamenti
  • Sportello Diritto di Famiglia
  • Sportello Amministrazione di Sostegno

ALTRI PROGETTI

Consulta i progetti di Associazione Difesa Consumatori

Eli-net l'azienda di Spinea, Venezia che ha realizzato il sito di Adico