Gli sportelli di Adico Associazione Difesa Consumatori

Contatta gli esperti dell'Associazione per trovare una risposta rapida ed efficace ai tuoi problemi attraverso gli Sportelli tematici

Con il modello 730 agevolazioni fiscali per colf e badanti

Con il termine di presentazione dei documenti necessari alla presentazione del modello 730 vanno ricordati anche contributi versati per gli addetti ai servizi domestici, all’assistenza personale o a quella dei familiari: colf, baby-sitter o badanti.
Il datore di lavoro che assume questi lavoratori – fanno sapere dall’ADICO –  e’, infatti, tenuto a versare loro i contributi previdenziali ed assistenziali, certificati da un contratto di lavoro e da una busta paga in cui sono indicati i dati anagrafici e il codice fiscale del lavoratore e del datore di lavoro.
Una spesa – spiega il presidente dell’ADICO, Carlo Garofolini – che può essere indicata nella dichiarazione dei redditi e dedotta dal reddito complessivo.
Per la colf e la babysitter il datore di lavoro puo’, infatti, dedurre dal proprio reddito (rigo E24 del modello 730), per un importo massimo di 1.549,37 euro l’anno, i contributi previdenziali Inps obbligatori versati. A tal fine si e’ tenuti a conservare le ricevute dei bollettini Inps. Un importo massimo deducibile fisso e che non varia in base ai redditi dichiarati.
Mentre nel caso delle badanti, il datore di lavoro puo’ detrarre dall’imposta lorda il 19% delle spese, per un importo massimo di 2.100 euro l’anno (vale a dire 399 euro massimo), sostenute per gli addetti all’assistenza di persone non autosufficienti, anziani e non. Detto che la detrazione spetta al soggetto non autosufficiente o ai familiari che sostengono la spesa, va ricordato che il reddito lordo complessivo annuo non deve superare 40.000 euro.
E’ bene anche tenere presente che le deduzioni per le colf e le detrazioni per la badanti sono cumulabili.

3 Commenti alla discussione “Con il modello 730 agevolazioni fiscali per colf e badanti”

  1. 22 luglio 2012 alle 07:42

    sono una badante con contrato livelo cs,con uno stipendio al inizio 2 nov.2010 780 lordo, poi da 1 gen 2012 ho visto che ho 811…vorrei sapere per che devo pagare 1300 circa di tasse per anno scorso?
    e giusto non sapendo niente di questa legge mi trovo in una situazione di disaggio per che mi li chiedono subito in 3 messi..comme mai?
    neanche le ferie no li posso fare per andare nel mio paese a vedere miei figli e nipotini…sonno molto dilussa di questa legge…e ingiusta..

  2. 20 gennaio 2012 alle 17:52

    Volevo chiedere se per “non autosufficiente” si intende che ci sia scritto sul contratto di lavoro? e se invece si ha un contratto con la scritta “persona autosufficiente”, si possono detrarre i contributi o è solo per le colg.
    Ringrazio e saluto, Loretta

  3. 17 aprile 2011 alle 08:04

    Se ho capito bene per le badanti, nonostante si paghino regolarmente i contributi trimestrali inps, non si possono detrarre dal 730- Ho capito che si può detrarre sololo stipendio fino ad un massimo di euro 2.100,00- Mi potete confermare se ho capito bene. Se così è non capisco perchè non si possa detrarre anche il pagamento dei contributi fino al massimo previsto.Inoltre per lo stipendio qualunque sia la spesa, che generalmente supera 10.000 euro l’anno è veramente poco quello che si può detrarre alla percentuale del 19%.
    Grazie

Rispondi

Ricevi un avviso via mail se ci sono nuovi commenti a questo articolo (potrai modificare o cancellare in ogni momento l'iscrizione ai commenti seguendo le indicazioni che troverai nelle mail di notifica)

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti.


Oppure iscriviti senza commentare.

LA NEWSLETTER

Inserisci la tua e-mail nel modulo e premi invia per iscriverti alla nostra newsletter.

PROGETTI SPECIALI

  • Sportello Patrocinio Gratuito
  • Sportello Diritto di Famiglia
  • Sportello Amministrazione di Sostegno

ALTRI PROGETTI

Consulta i progetti di Associazione Difesa Consumatori

VIDEO

Tutti i video di Carlo Garofolini, Presidente di Adico