Gli sportelli di Adico Associazione Difesa Consumatori

Contatta gli esperti dell'Associazione per trovare una risposta rapida ed efficace ai tuoi problemi attraverso gli Sportelli tematici

Sovraccarico Enel, 5.000 euro di danni in casa a 4 residenti del Lido dopo 5 mesi senza risposte scatta l’intervento di Adico

Alessandro Niccoletti, nipote di una dei condòmini, si è rivolto all’ufficio legale di via Volturno: «Grandi cortesie formali dal call center ma sul resto è notte fonda»
Un sovraccarico di tensione sulla linea elettrica condominiale imputabile a Enel, e in un attimo se ne vanno letteralmente in fumo impianti, apparati ed elettrodomestici per un valore di almeno 5.000 euro. E a cinque mesi dall’incidente, i quattro residenti della palazzina colpita ancora non hanno ricevuto riscontro dalla società per il risarcimento danni a loro dovuto. Così il nipote di una degli inquilini, Alessandro Niccoletti, ha preso in mano fatture, ricevute e fax e ha chiesto l’intervento di Adico Associazione Difesa Consumatori per ottenere giustizia.
Ecco i fatti, risalenti al 7 giugno scorso. Una palazzina al Lido di Venezia, quattro appartamenti, una tranquilla tarda mattinata di inizio giugno. C’è chi è fuori per lavoro, chi invece ha tv, microonde, impianti di condizionamento accesi per preparare il pranzo al fresco, tutti comunque hanno qualche elettrodomestico in stand by, E quello che accade intorno alle 12.30 non perdona: un’infiltrazione d’acqua dovuta alla vecchiaia dello stabile e degli impianti, un contatto nella scatola di derivazione posta sulla linea elettrica prima dell’ingresso in distribuzione nei contatori dei quattro condòmini di via Leonardo Loredan, e scatta il cortocircuito. Il sovraccarico di tensione manda in tilt qualsiasi tipo di apparecchio in tensione o stand by collegato alla linea elettrica del condominio: quelli delle parti comuni, ma soprattutto televisori, modem, decoder, schede elettroniche degli impianti di condizionamento, elettrodomestici da cucina, stereo, caldaie murali. «Abbiamo chiamato subito il pronto intervento, che il giorno stesso ha messo in sicurezza l’impianto con un allaccio provvisorio – racconta il signor Niccoletti – e gli addetti ci hanno suggerito di chiamare il call center di Enel per inoltrare la richiesta di risarcimento danni». La diagnosi infatti non lascia spazio a dubbi: il contatto ha provocato un sovraccarico di tensione, passata da 220 a 380 volt, e la responsabilità è da imputare ad Enel in quanto, in quel tratto di impianto, non c’è legame con le attività dei condòmini.
Il giorno dopo quindi il nipote della residente si fa carico di inoltrare via fax la richiesta di risarcimento danni e poi le fatture relative alle riparazioni o sostituzioni degli impianti rotti. Nel frattempo un’impresa di impiantistica si reca alla palazzina lidense per sistemare citofoni, campanelli e luce delle scale, ma a tutt’oggi – spiega ancora Niccoletti – l’impianto è provvisorio, con fili volanti e immaginabili rischi per la sicurezza. «Questo perché, nonostante abbia mandato altri due fax nel corso del mese di giugno e da allora abbia telefonato non so quante volte al loro servizio clienti, non è più stato fatto alcun sopralluogo né abbiamo avuto riscontri in merito alle nostre richieste di risarcimento, che ammontano ad almeno 5.000 euro complessivi tra le quattro famiglie».
Ora l’ufficio legale di Adico ha inviato a Enel una lettera di diffida, intimando la compagnia a prendere in considerazione la richiesta di risarcimento delle famiglie lidensi. «Questa vicenda conferma una triste verità: anche quando i consumatori sono nel pieno del diritto e sono parte lesa, le grandi compagnie comunque fanno i propri interessi e non si curano delle richieste dei cittadini – commenta il presidente di Adico Carlo Garofolini – a maggior ragione per questo si deve andare fino in fondo per cercare giustizia. Queste persone per un problema che non dipendeva in nessun modo da loro si sono ritrovate senza luce, senza elettrodomestici, senza acqua calda – aggiunge Garofolini – e ancora oggi, a mesi di distanza, l’impianto condominiale non è stato rimesso a norma. Una situazione scandalosa che denunciamo senza riserve, e invitiamo sempre tutti i cittadini che si sentono vessati e danneggiati da operatori di luce, gas o telefonia a non farsi schiacciare e a chiedere un consiglio o assistenza legale a info@associazionedifesaconsumatori.it o chiamando lo 041.5349637».

 

15 risposte a “Sovraccarico Enel, 5.000 euro di danni in casa a 4 residenti del Lido dopo 5 mesi senza risposte scatta l’intervento di Adico”

  1. Giovanni ha detto:

    Oggi in data 16/01/2013 a causa di un sovraccarico di corrente dovuto ad un intervento fatto sulla linea elettrica sia io che altre famiglie che abitano la stessa strada abbiamo visto andare in fumo tutti i nostri elettrodomestici!!!!Chi risarcira’ i danni????

  2. domenico ha detto:

    mio padre a meso i panefi fotovoltai i paneli solari con inverter inverter quando superi 256 si staca cosa fare o chiamato enel mi a basato un po ma il problema non si e risolto cosa fare

  3. Ale ha detto:

    Salve, ieri sera a causa di un sovraccarico di corrente Enel tutta la mia via ha subito danni ad elettrodomestici privati, il centralino Enel dice che dobbiamo provvedere alla riparazione dei danni e poi inviare le fatture a lop che prenderanno in esame il caso.. Quindi dobbiamo ricomprare le cose che loro hanno danneggiato??
    Vi prego fatemi sapere voi come possiamo muoverci, grazie!!

  4. Roberto ha detto:

    Salve siamo nella stessa situazione, anche nel mio condominio c’è stato un incidente del genere, come dobbiamo fare per il risarcimento? attendiamo istruzioni

  5. roberto ha detto:

    Situazione analoga, sovraccarico di tensione sulla rete e danni a caldaia, portone, elettrodomestici ecc…. Cosa conviene fare richiesta danni ad enel o a compagnia assicurativa con cui ho stipulato un assicurazione su danni elettrici?
    Grazie

  6. domenico ha detto:

    buongiorno. ho pagato delle bollette di luce con ritardo ho richiamato varie volte per farmela riattivare ma dopo tre giorni nulla.come posso fare dove mi posso rivolgere.

  7. Milvia ha detto:

    Sovraccarico del 15.01.2016 (nel neutro è passata una fase…e se non erro 3 fasi portano la 220 a 380!).
    Segnalato IO il danno al numero dei guasti 803500.
    Speso circa 1500 euro tra lampadine, trasformatori, elettrodomestici, e riparazioni varie pc ecc…
    Tutto regolarmente fatturato e tutto quello fulminato tenuto a disposizione.
    Ora mi vengono chiesti anche le DICHIARAZIONI DI NON RIPARABILITA’ DI UN TECNICO AUTORIZZATO…
    Al numero verde di consulenza Enel non mi era stato richiesto. Oltretutto avevo oggetti funzionanti ma obsoleti, o di modico importo (stampante 100€) , per i quali avrei speso di più a ripararli e/o chiedere preventivo per riparazione che averli nuovi.
    Come posso ovviare a questo inconveniente ??
    Grazie per l’attenzione.

  8. Giovanni ha detto:

    Salve ieri 23/03/2017 causa un intervento del Enel sulla Gabina di zona ci sono stati continui abbassamenti di tensione causando la rottura di parecchi Elettodomestici Smart TV e computer come bisogna muoversi tenendo conto che il mio gestore e Enel energia mercato libero

    • Adico ha detto:

      Salve,
      scrivete all’azienda spiegando il problema e quantificando un possibile risarcimento. In alternativa vi consiglio di contattarci allo 041-5349637 (dal lunedì al venerdì con orario 9-13 e 15-19) in modo da valutare se affidarvi o meno al nostro ufficio legale per affrontare la questione.

      Distinti saluti
      Gianluca Codognato
      uff. stampa Adico

  9. Giovannangela Dettori ha detto:

    Salve,
    Per un sovracarico dell’enel molte famiglie hanno avuto danni in località la Calandrina a Sutri ( vt) i danni variano dai pochi euro per delle lampadine scoppiate ad alcune migliaia di euro per centraline dei cancelli, delle caldaie, degli allarmi ecc bruciate.
    Il problema segnalato venerdì scorso è stato risolto dai tecnici dell’enel ma ora come richiedere il rimborso dei danni?
    Aspettiamo indicazioni su come sia meglio inoltrare la richiesta
    Saluti
    Giovanna Dettori

    • Adico ha detto:

      Salve,

      per questo argomento le consiglio di contattarci allo 041-5349637 così potremo spiegarle come funziona l’associazione e così potrà decidere se affidarsi o meno ai nostri legali. Siamo aperti dal lunedì al venerdì con orario 9-13 e 15-19.

      Gianluca Codognato
      ufficio stampa Adico

  10. raffaele morlando ha detto:

    Salve è previsto anche un risarcimento per il disagio arrecato a ciascuno degli abitanti della casa danneggiata da un aumento della tensione elettrica oltre ai danni subiti dagli elettrodomestici?

    • Adico ha detto:

      Salve
      L’invito a contattare la segreteria dell’Adico al seguente n. telefonico: 041/5349637

      grazie
      Ufficio stampa

  11. umberto marinetti ha detto:

    ho subito un danno a casa mia su app.ture elettriche mobili vestiti ecc. per un incendio provocato da sovratensione elettrica.ho ricevuto un rimborso dall’assicurazione che avevo attivato privatamente.adesso l’assicurazione mi chiede di attivarmi legalmente contro l’enel per avere il risarcimento del danno e nell’eventualita’ che cio avvenga vorrebbe rifarsi sul rimborso da loro gia’ effettuato.ms s me conviene portare avanti un procedimento legale da me pagato sia con esito positivo che negativo ,se poi le eventuali somme se li prende l’assicurazione?

    • Adico ha detto:

      Salve,
      vista la delicatezza della situazione le consiglio di contattarci allo 041-5349637 (siamo aperti dal lunedì al venerdì con orario 9-13 e 15-19).

      Distinti saluti
      Gianluca Codognato
      uff. stampa Adico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

LA NEWSLETTER

Inserisci la tua e-mail nel modulo e premi invia per iscriverti alla nostra newsletter.

Iscrivendovi alla newsletter riceverete le nostre mail contenenti notizie sulle principali tematiche consumeristiche e non solo. Oltre alle notizie, riceverete anche i nostri comunicati stampa che vengono inviati alla stampa locale e nazionale.

Accetto l'informativa sulla privacy

PROGETTI SPECIALI

  • Sportello Successioni e Testamenti
  • Sportello Successioni e Testamenti
  • Sportello Diritto di Famiglia
  • Sportello Amministrazione di Sostegno

ALTRI PROGETTI

Consulta i progetti di Associazione Difesa Consumatori

Eli-net l'azienda di Spinea, Venezia che ha realizzato il sito di Adico