IL BILANCIO 2015 DELL’ADICO: BOLLETTE PAZZE E BANCHE HANNO AGITATO I SONNI DEI VENEZIANI. IN CRESCITA ANCHE I PROBLEMI CON IL CONDOMINIO E CON LE AUTO USATE

Conguagli esorbitanti, errori di calcolo da parte dei gestori, disservizi nel passaggio da una società all’altra, contratti stipulati al telefono contro la volontà dell’utente. Anche nel 2015 le famiglie veneziane hanno affrontato problemi di ogni tipo con i fornitori dell’ energia elettrica e del gas, tanto che dei circa 900 casi “lagunari” seguiti dall’Adico nell’anno appena passato, il 40% riguarda proprio disagi, anche gravi, con le aziende che operano nel settore energetico. In pratica, nel 2015 due iscritti veneziani su cinque si sono affidati all’Adico per motivi legati alla fornitura di luce e gas, con un aumento del 16% sull’anno prima. Ma nel bilancio di fine anno dell’associazione si registra anche un boom di contatti allo sportello debiti e crediti, con un aumento esponenziale negli ultimi mesi soprattutto a causa dello scandalo della Banca Popolare di Vicenza. In netta crescita anche l’assistenza nei confronti di famiglie veneziane alle prese con problemi condominiali. Quello appena passato è stato pure l’anno della Education srl-Direct English, che ha visto l’Adico scendere in campo per tutelare (con successo) un centinaio di studenti rimasti a piedi dopo la chiusura dei corsi. Nel bilancio di fine anno l’associazione registra un aumento del 27% dei casi veneziani seguiti dal nostro ufficio legale.

BOLLETTE. Sono circa 350 gli iscritti che hanno chiesto aiuto all’ufficio legale dell’Adico per contestare soprattutto conguagli folli, frutto spesso di errori di calcolo da parte dei fornitori. Negli ultimi mesi tantissimi veneziani, in particolare anziani, si sono affidati all’associazione per recedere da contratti stipulati al telefono contro la loro volontà.

DEBITI E CREDITI. Un quinto delle vicende seguite dall’Adico quest’ anno riguarda lo sportello debiti e crediti che ha visto un aumento del 53% dei casi seguiti, passati da 116 a 178. Negli ultimi mesi sono decine i risparmiatori che si sono rivolti a noi dopo aver visto andare in fumo gli investimenti effettuati con Veneto Banca e, ancor più, con la Popolare di Vicenza.

SFRATTI E CONDOMINIO. La nostra associazione ha seguito anche diversi casi di sfratto, tutelando spesso anche alcuni proprietari di casa che non ricevono da mesi i soldi dell’affitto e si trovano in situazioni di grande disagio economico. Molti i disagi delle famiglie legati anche alle spese condominiali e ai rapporti con gli altri inquilini.

ALCOL E PATENTE. Nel 2015 sono cresciute del 60% le segnalazioni allo sportello “alcol e patente” (da 10 a 16). Mai come quest’ anno l’ufficio legale dell’Adico ha seguito automobilisti “puniti” dall’alcol test e pronti a “espiare” le proprie colpe mettendosi a disposizione per lavori socialmente utili, come previsto per legge.

AUTO USATE. In termini di aumento percentuale, quello appena passato è stato soprattutto l’anno delle auto usate. Dai 37 soci veneziani seguiti nel 2014, si è passati a 65 con un aumento del 75,7%. Chilometri taroccati e difetti occulti sono le principali problematiche denunciate all’associazione.

AMMINISTRATORE DI SOSTEGNO. Questo “istituto giuridico” destinato a persone non più autosufficienti, ma non tanto da diventare incapace di intendere e di volere, è sempre più diffuso. Adico ha seguito 21 famiglie veneziane, contro le 12 dell’anno prima.

GLI ALTRI CASI. Per Adico il 2015 è stato un anno di lavoro straordinario anche su numerosi altri fronti. Lo sportello “vacanza informata” come sempre molti casi di veneziani vittime di disservizi soprattutto con i voli aerei (ma non solo). Nell’anno appena passato sono molte anche le persone che hanno chiesto assistenza all’associazione dopo essere stati “raggirati” da abili venditori porta a porta, come quelli di Centovetrine. Tanti i disservizi provocati dai gestori della telefonia soprattutto con le linee adsl.

COMMENTO DI CARLO GAROFOLINI. “E’ stato un anno molto complicato per le famiglie veneziane – commenta Carlo Garofolini, presidente dell’Adico -. Oltre ai consueti problemi con i fornitori di gas ed energia elettrica, abbiamo seguito circa 150 studenti veneziani e trevigiani della scuole di inglese gestita dalla Education srl, una settantina di risparmiatori di Veneto Banca e Popolare di Vicenza, tantissime donne, soprattutto casalinghe, disperate dopo aver firmato contratti da migliaia di euro con cento vetrine. Poi, i problemi con le auto usate, con il condominio. Siamo orgogliosi dei risultati ottenuti, perché abbiamo risolto molte situazioni difficili se non all’apparenza impossibili. Ora siamo già operativi per aiutare le famiglie in un 2016 che si annuncia ancora difficile” .

 

BILANCIO ATTIVITA’ ADICO 2015 (CONFRONTO CON 2014)

 

SPORTELLI                      casi 2014   casi 2015   var.%

sfratti e condominio 32 51 59,4%
bollette 300 348 16%
vacanza informata 30 34 13,3%
alcol partente 10 16 60%
debiti e crediti (banche) 116 178 53,5%
amministratore di sostegno 12 21 75%
direct english ———— 91 ————
auto usate 37 65 75,7%
altro 164 81 -50,6%
totale 701 886 26,4%

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Continuando a navigare nel sito acconsenti all'uso di Cookie Tecnici neccessari che permettono di offrire la migliore esperienza di navigazione, come descritto nell'informatva sulla privacy.