Affollamenti nei super e negli ipermercati mestrini, la denuncia di Adico. “Situazione allucinante, bisogna regolare i flussi”

VENEZIA. Le indicazioni contenute nel decreto “io resto a casa” valgono anche per supermercati e ipermercati? E’ questa la domanda che si pone Adico dopo aver ricevuto diverse segnalazioni da clienti ma soprattutto da dipendenti  di punti vendita mestrini (ma non solo)  che denunciano assembramenti continui davanti alle casse e lungo le corsie dei reparti. “Negli ultimi giorni – confermano dall’associazione – riceviamo telefonate di persone allarmate che segnalano  e denunciano ciò che accade all’interno di supermercati e ipermercati. In pratica pare proprio che qui non esistano regole e che ci si trovi in una specie di zona franca, dove il coronavirus non può contagiare nessuno. Noi, che sosteniamo le misure d’emergenza emanate da governo, ci chiediamo come mai questa situazione non venga gestita. Ieri, per esempio, un dipendente di Lando ci ha chiamato allarmato dicendoci che i clienti si accalcano alle casse, uno vicino all’altro, e non si riesce a contenere la calca. Naturalmente chi lavora in questi luoghi ha paura ma anche chi va a fare la spesa dovrebbe averne. Ci vuole molta più attenzione, ricordando anche che non esiste alcuna necessità di fare scorte di prodotti alimentari i negozi per ora sono comunque aperti”. A questo punto l’associazione dei consumatori lancia un appello affinché siano gli stessi responsabili di ipermercati e supermercati a gestire il problema. “Servono cartelli che indichino le distanze da mantenere. E personale che regoli il flusso dei clienti alle casse ma anche all’entrata. Si può utilizzare chi si occupa della sorveglianza, figura ormai presente in quasi tutti i grandi punti vendita. Se non si procederà in questa direzione i sacrifici imposti dal governo potrebbero rivelarsi parzialmente inutili”.

2 commenti su “Affollamenti nei super e negli ipermercati mestrini, la denuncia di Adico. “Situazione allucinante, bisogna regolare i flussi””

  1. Sono una cassiera di un iperlando nel nostro negozio cartelli ci sono ad ogni cassa ma guai limitare la clientela sia nell entrata ( in massa) che in fila ammassati uno sull altro, vendiamo generi alimentari prima necessità e si deve vendere punto…. Evviva…. A me e a tutta la categoria delle cassiere vien da piangere

    1. GRazie Barbara per la tua testimonianza, ci auguriamo che le cose cambino come invochiamo da giorni.
      In bocca al lupo.
      Gianluca Codognato
      uff. stampa Adico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *