Agenzia delle Entrate scatenata, cartella esattoriale da 22mila euro per un pensionato mestrino. Garofolini: “serve un periodo di pace fiscale”

MESTRE. Mettici qualche bollo auto non pagato, alcuni canoni Rai dimenticati, un po’ di contributi e imposte locali non versate. E aggiungici, come ciliegina sulla torta, more e sanzioni varie. Il risultato, diciamolo subito, può essere di quelli dolorosi per il contribuente che ha sgarrato e può tradursi in una cartella esattoriale dall’importo madornale. Come quella arrivata a D.R., pensionato mestrino, che in questi giorni si è visto recapitare una richiesta di pagamento spropositata, soprattutto per chi vive con una pensione di poco superiore ai mille euro mensili. L’uomo, invalido, si è infatti ritrovato con una notifica da 22 mila euro e, diciamocelo subito, ha rischiato l’infarto.

“Analizzando la documentazione che ci ha portato il socio – commenta Carlo Garofolini, presidente di Adico – il nostro ufficio legale ha constatato che all’interno della cartella non c’erano importi prescritti. I pagamenti sono dovuti ma in questo frangente è davvero necessaria una pace fiscale essendo un periodo ostico per tutti. Dopo due anni di Covid ora c’è l’impennata dell’inflazione e molti cittadini non riescono più ad arrivare a fine mese. Tuttavia, pur di fronte a questa situazione, l’Agenzia delle Entrate sta inondando i contribuenti di cartelle esattoriali, dopo il blocco deciso nel periodo Covid. Invochiamo la pace fiscale considerando che gran parte di queste cartelle arrivano a persone che non hanno pagato per problemi economici non perché sono degli evasori.  Gli evasori, quelli veri, totali, non ricevono le cartelle esattoriali. Fra l’altro le scadenze e le imposte sono talmente tante che a volte non si riesce proprio a stargli dietro”. Già nei giorni scorsi Adico aveva denunciato una situazione insostenibile a causa di un Fisco a dir poco scatenato. Proprio per questo, conclude Garofolini, “chiediamo la definizione di una rottamazione quater, che permetta di pagare importi inferiori grazie alla cancellazione delle sanzioni, e del saldo e stralcio. Due strumenti che permettono al contribuente di pagare con più tranquillità e al Fisco di incassare senza ulteriori solleciti”.    

4 risposte

    1. Salve signor Luigi, mi spiace perché con ogni probabilità ho sbagliato io la comunicazione. Non parliamo di una vittima del Fisco ma neppure di un evasore incallito (stia tranquillo che a loro le cartelle non arrivano). Il problema è che in questo momento l’agenzia si sta muovendo senza alcuna valutazione della situazione difficile che stiamo vivendo in tanti. Anche a me personalmente sono arrivate tutte assieme cartelle esattoriali per bolli del 2012 non pagati da mio padre deceduto nel 2014. Tra una cosa e l’altra, però, vengono chiesti più di mille euro e non tutti hanno queste disponibilità immediate. C’è una pressione fiscale talmente forte in Italia che a volte non si riesce proprio a pagare o sfuggono alcuni oneri (i bolli in primis!). Nessuno chiede la “grazia” ma un po’ di comprensione, sì. Ripeto, non sono i contribuenti che ricevono cartelle esattoriali la causa degli oltre 100 miliardi di evasione che si registra in Italia. Il problema sono i grandi evasori, quelli che resteranno tali senza che l’Agenzia si accorga di loro.
      Un saluto
      Gianluca Codognato
      uff. stampa Adico

  1. Ricevo una cartella da Ag. Entrate da pagare entro 5 giorni di 6200ceuro,riferita a una mescolanza di tasse e imposte varie….riferite al 2007. E non ho ricevuto mai un preventivo Avviso di Accertamento per quanto sopra. Io prendo l’assegno sociale,600 euro/mese. A distanza di 15 anni lo Stato mi chiede dei soldi con la pistola al tempia ? Perché l’avviso di pagamento è pure arrivato già scaduto !

    1. Salve, purtroppo ne sentiamo di cotte e di crude (anche) su questo fronte, come avrà avuto modo di leggere. Grotteschi poi i tempi teoricamente concessi per pagare.
      SE ha bisogno ci contatti allo 041-534967 dal lunedì al venerdì con orario 9-1 e 15-19.
      Le auguro intanto una buona serata.
      Gianluca Codognato
      uff. stampa Adico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Continuando a navigare nel sito acconsenti all'uso di Cookie Tecnici neccessari che permettono di offrire la migliore esperienza di navigazione, come descritto nell'informatva sulla privacy.