Auto, dal 6 maggio tornano gli incentivi

Dal 6 maggio tornano gli ecoincentivi alle auto ecologiche. Il ministero dello Sviluppo Economico ha firmato lo scorso 3 aprile il decreto di riparto delle risorse relative al 2014 destinate ai contributi per i veicoli a basse emissioni complessive. Quest’anno la somma prevista è di 31,3 milioni di euro, a cui si aggiungono le risorse non utilizzate nel 2013. Hanno diritto all’incentivo tutte le auto elettriche, ibride, a GPL, a metano, a biometano, a biocombustibili, a idrogeno, con emissioni di CO2 non superiori a 120 g/km.

3 risposte

  1. Mi pare d capire di no, comunque spero che questa volta non incentivino ancora anche i diesel, responsabili tra i veicoli della maggior parte dell’emissione delle polveri sottili quando non sono più nuovissimi; spero anche che la conoscenza sia sufficientemente maturata da parte dei “dieselomani” per evitare di tirare in ballo catalizzatori e fap, palliativi che non servono complessivamente a nulla ed anzi, come nel caso dei fap, in grado anche di peggiorare la situazione (non mi dilungo nella spiegazione, ma chiunque sia interessato può fare una ricerca in rete).
    Con gli incentivi del passato è stata riempita l’Italia di diesel e, sorpresa, le polveri sottili sono aumentate; sarebbe bastato incentivare solo i veicoli a gas, tecnologia superaffidabile e disponibile da sempre ed ora forse la situazione sarebbe un po’ migliore; se poi aspettiamo l’elettrico e l’idrogeno stiamo freschi (tra l’altro, elettricità ed idrogeno non è che si autoproducano …)

  2. Sicuramente questo tipo di incentivo aiuterà gli amici banchieri, del sig. RENZI, inoltre raccoglierà consenso da parte dei partiti ecologisti, quindi un incentivo rivolto agli amici degli amici, RENZI, non è più un politico di professione che cerca di copiare SILVIO, ma l’identico, con radici ancora più marce.

  3. Ho da anni una macchina GPL e da quando ci sono questi “incentivi” non c’è stato altro che speculazione! Il prezzo del gas è aumentato notevolmente e in continua “sintonia” con il ritmo degli incentivi! Ora molti sono passati al Gpl e temo che tra poco ci tirino la solita trombata inventandosi una qualche supertassa o aumento di accisa (quella del gpl è inferiore a quella della benzina) così una volta che tanti avranno la macchina a Gpl non si potrà più evitarla e succederà come con il diesel che si è avvicinato al prezzo della benzina.
    Ciao!
    Carlo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Continuando a navigare nel sito acconsenti all'uso di Cookie Tecnici neccessari che permettono di offrire la migliore esperienza di navigazione, come descritto nell'informatva sulla privacy.