Banche e Finanziarie

Dal 1988 a fianco dei consumatori

Adico pone da sempre molta attenzione alle questioni relative alle banche e alle finanziarie. L’ufficio legale dell’associazione segue le famiglie che hanno acceso mutui o hanno contratto prestiti e ora non sono più in grado di onorarli. Ma si occupa anche di assegni contraffatti, bancomat e carte di credito clonate, comportamenti scorretti o vessatori da parte di istituti di credito e finanziarie e di tutte le problematiche legate a questo intricato mondo.

Tutte le notizie sull’argomento

FOSSO’. Quando ha letto la comunicazione non poteva credere ai propri occhi: “La S.V. si è resa responsabile della violazione dell’articolo 49 del dl 21 novembre 2007…per aver trasferito denaro contante per un importo complessivo di euro 4 mila senza il tramite di banche, istituti di moneta elettronica e Poste …
MESTRE. Trentasei operazioni in soli tre giorni con prelievi massimi di 500 euro ripetuti a pochi minuti di distanza l’uno dall’altro. Ecco come ignoti malviventi, lo scorso giugno, sono riusciti a sottrarre quasi 10 mila euro (9.550, per l’esattezza) a una pensionata mestrina di 76 anni, M.F., “rea” di aver …
Una vittoria degli utenti consumatori e delle associazioni che li rappresenta, come Adico, che da tempo denuncia comportamenti anomali da parte delle Poste Italiane nella consegna delle lettere raccomandate. E’ una buona notizia, insomma, quella comunicata ieri dall’Antitrust che ha comminato all’azienda una multa di 5 milioni di euro per …
MESTRE. Dal phishing – raggiro informatico effettuato utilizzando un logo contraffatto dell’istituto di credito – alla sottrazione fraudolenta di denaro fino alla clonazione della carta di credito o del bancomat. Quella appena passata la si può definire l’estate delle truffe informatiche ai danni di ignari risparmiatori veneziani, forse alimentata dalla …

In Evidenza

Prosegue senza sosta la “battaglia” da parte del governo Conte per arginare la nuova, temibile ondata di Coronavirus che ha
MESTRE. Trentasei operazioni in soli tre giorni con prelievi massimi di 500 euro ripetuti a pochi minuti di distanza l’uno