BIMBA CADE A SCUOLA E SI FRATTURA IL POLLICE, LE SUORE MAESTRE DI SANTA DOROTEA DI CANNAREGIO RISARCIRANNO I GENITORI CON 2.500 EURO. FONDAMENTALE L’INTERVENTO DELL’ADICO

VENEZIA. Era caduta nell’area giochi della scuola, procurandosi una dolorosissima lesione al pollice della mano destra. E, dopo l’incidente avvenuto in un momento in cui nessun adulto stava vigilando sui bambini, la piccola di 6 anni era rimasta in classe dolorante per quasi due ore, fino all’arrivo della madre che prima non era stata messa al corrente di nulla. Ora, a distanza di quasi un anno da quell’episodio, l’Istituto delle Suore Maestre di Santa Dorotea di Cannaregio risarcirà i genitori con circa 2 mila e 500 euro, dopo l’intervento dello sportello risarcimento danni di Adico a cui papà e mamma si sono rivolti anche per contestare il comportamento della scuola in questa delicatissima situazione. Molti, infatti, sono gli aspetti inquietanti della vicenda e tutti legati alla totale sottovalutazione dell’episodio da parte delle suore. L’infortunio è avvenuto il 4 aprile del 2017. Verso le 13 la bimba, mentre si trovava nell’area giochi della scuola, è caduta appoggiandosi a terra con le mani e procurandosi un fortissimo dolore alla mano. Per circa due ore dopo l’incidente la piccola è rimasta in disparte dolorante. Quando la madre è venuta a prenderla, si è resa subito conto del problema e ha portato la figlia all’ospedale civile di Venezia dove il medico le ha riscontrato la frattura scomposta della prima falange del pollice e l’ha ricoverata subito per sottoporla a un intervento chirurgico. Ancora oggi la piccola si sottopone con regolarità alle terapie e ai controlli medici per sondare la funzionalità dell’arto. “Il nostro ufficio legale ha chiesto l’apertura del sinistro all’assicurazione della scuola – spiega Carlo Garofolini, presidente dell’Adico – e ora, dopo vari contatti, si è giunti a un punto di incontro con il riconoscimento di un risarcimento che si avvicina ai 2.500 euro. Fino all’ultimo, però, i genitori stavano valutando la possibilità di fare causa all’istituto per un motivo preciso: il disinteresse e la sottovalutazione dell’episodio da parte delle responsabili della scuola. Le suore non solo non hanno avvisato i genitori dell’incidente, ma non hanno neppure fornito le necessarie cure alla bambina che era dolorante e che, come si è scoperto dopo, aveva addirittura una frattura alla mano. Una condotta a nostro giudizio biasimevole, che ha fatto ovviamente infuriare papà e mamma, distrutti al pensiero della loro bambina sofferente per quasi due ore e lasciata sola senza alcuna assistenza. Ci auguriamo che l’istituto delle Suore Dorotee adottino tutt’ altro comportamento se dovessero accadere casi simili”.

 

2 risposte

    1. Grazie, le sue parole ci fanno molto piacere e sono preziose per continuare nel nostro impegno.

      Distinti saluti
      Gianluca Codognato
      uff. stampa Adico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Continuando a navigare nel sito acconsenti all'uso di Cookie Tecnici neccessari che permettono di offrire la migliore esperienza di navigazione, come descritto nell'informatva sulla privacy.