BOLLETTA DA OLTRE 9MILA EURO PER UNA PASTICCERIA DI SCORZE’. GRAZIE AD ADICO, ENEL ENERGIA DIMEZZA L’IMPORTO RICHIESTO

Oltre 9mila euro di bolletta come conguaglio per il periodo che va da marzo 2013 a luglio 2014. E’ questa la brutta sorpresa giunta qualche tempo fa ai titolari della pasticceria Hansel & Gretel di Scorzè (Venezia), che si sono ritrovati completamente spiazzati dall’importo richiesto. Per questo motivo si sono affidati all’Adico, associazione difesa consumatori, ottenendo, dopo nuovi calcoli, il dimezzamento dell’importo.

La vicenda si concretizza ancora lo scorso agosto, quando alla pasticceria di via Vecchia Moglianese arriva una bolletta di Enel Energia spa con un importo alquanto impegnativo: 9.320,46 euro. Spiazzato dalla cifra richiesta e contenente calcoli di rettifica relativi al periodo 2013-2014, il titolare dell’attività si rivolge all’associazione Adico, chiedendo il supporto dei propri legali. In particolare, invoca una rateizzazione, data la difficoltà di sborsare una cifra simile tutta in una volta. I legali dell’Adico, dunque, inviano una raccomandata ad Enel Energia, chiedendo una spiegazione e una verifica circa l’importo fatturato, dato che non paiono chiare le modalità di conteggio dei consumi addebitati. Qualche settimana fa giunge alla pasticceria di Scorzè la risposta dell’Enel, riassunta in una bolletta che contiene una nota di accredito nei confronti del titolare pari a 4.033,63 euro.

“Tale vicenda conclusasi molto positivamente – spiega Carlo Garofolini, presidente dell’Adico – racconta di una realtà diffusissima e che mette in ginocchio tante famiglie, quella delle bollette con conguagli impressionanti, da migliaia di euro. Quando si ha a che fare con queste aziende, non si riesce mai a interagire con un responsabile. L’utente è così costretto a rapportarsi sempre con diversi operatori di call center che tendono a farlo desistere dal far valere le proprie ragioni. Adico riceve ogni settimana decine di telefonate riguardo tale problematica. Spesso quei conguagli sono frutto di calcoli errati. Tramite la nostra associazione abbiamo risolto molti casi e ottenuto sempre la rateizzazione degli importi. L’esempio della pasticceria di Scorzè è eclatante ed esaustivo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Continuando a navigare nel sito acconsenti all'uso di Cookie Tecnici neccessari che permettono di offrire la migliore esperienza di navigazione, come descritto nell'informatva sulla privacy.