Bollette Luce Acqua Gas e Telefonia

Dal 1988 a fianco dei consumatori

Bollette “pazze”, doppie fatturazioni, interruzioni della fornitura, contratti fasulli, call center aggressivi. Nel mercato di luce e gas e della telefonia i problemi, le contestazioni, i disservizi sono all’ordine del giorno. Adico segue ogni settimana decine di utenti invischiati in storie spesso emblematiche o assurde e alle prese con aziende che non li ascoltano. Tramite l’ufficio legale dell’associazione, che ha creato rapporti diretti con i referenti dei principali fornitori, i cittadini hanno la possibilità di risolvere anche le situazioni più intricate.

Tutte le notizie sull’argomento

MESTRE. Dieci anni fa era salito suo malgrado alla ribalta della cronaca perché, tornato nella sua casa Ater di via del Cortivo a Campalto, aveva trovato la porta sigillata a causa di una lunga morosità. Ora R.F., 62 anni, vive in una residenza per persone non autosufficienti ma si ritrova …
VENEZIA. Chissà, forse il Covid e in particolare il lungo lockdown hanno avuto qualche influenza, avendo concesso più tempo ai cittadini/utenti per controllare contratti e fatture, o per contestare richieste di pagamento o bollette ritenute illecite. Sia quel che sia, secondo quanto emerge attraverso le pratiche seguite dall’Adico, nel 2020 …
Meglio tardi che mai. Quello che Adico denuncia da tempo – le tecniche commerciali poco trasparenti se non proprio scorrette e truffaldine da parte di molte (troppe) società che forniscono luce o gas – si è concretizzato in una istruttoria avviata dall’Autorità garante della Concorrenza e del Mercato nei confronti …
“L’aumento delle tariffe di gas e luce? Una batosta che si abbatte sulle famiglie soprattutto per quanto riguarda il riscaldamento, ora che si avvicina l’inverno. Ma torniamo a insistere che il vero problema delle bollette sia l’eccessiva e a volte assurda tassazione. Il governo deve intervenire su oneri di sistema …

In Evidenza

Prosegue senza sosta la “battaglia” da parte del governo Conte per arginare la nuova, temibile ondata di Coronavirus che ha
MESTRE. Trentasei operazioni in soli tre giorni con prelievi massimi di 500 euro ripetuti a pochi minuti di distanza l’uno