Bollette, multe, contestazioni: il coronavirus non ferma i problemi dei consumatori. Adico: “Richieste d’assistenza su tutti i fronti”

Il contratto non rispettato dall’operatore telefonico, la sanzione ingiusta nella ztc dell’aeroporto, le richieste di rimborso per i risparmiatori “traditi” da Veneto banca e Popolare di Vicenza. E poi, la bolletta anomala al pensionato invalido, le sanzioni seriali nella zona a traffico limitato mestrino, le richieste di risarcimento per l’incidente sul bus. Anche se l’emergenza covid 19 è entrata nella nostra quotidianità, modificandola forzatamente,  molti cittadini sono ancora alle prese con i problemi di sempre,  che richiedono una soluzione rapida e non si possono fermare. “In questi giorni – spiega Carlo Garofolini, presidente dell’Adico -siamo tempestati di telefonate da parte di persone che chiedono consulenze su vicende legate al coronavirus: rimborsi, rinvii di pagamenti, contestazione delle ammende. Ma sono molte pure le chiamate di chi ci chiede aiuto per problematiche diverse. Bollette, risarcimenti, contratti disattesi. Un mondo che non si ferma davanti alla pandemia e che ci impegna anche in queste difficili settimane  che ci vedono in prima linea soprattutto sul fronte dell’emergenza Covid19 e delle ineviotabili conseguenzxe scaturite dalle restrizioni”.

Proprio per questo Adico, pur mantenendo la sede chiusa al pubblico nel pieno rispetto del decreto del governo – continua a offrire i propri servizi di consulenza e assistenza. Per informazioni è sufficiente contattare la segreteria allo 041-5349637 (dal lunedì al venerdì con orario 9-13 e 15-18) o scrivere a info@associazionedifesaconsumatori.it.  

2 commenti su “Bollette, multe, contestazioni: il coronavirus non ferma i problemi dei consumatori. Adico: “Richieste d’assistenza su tutti i fronti””

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *