Nuovo allarme canone speciale Rai

(Mestre, 9 luglio) Nuovo allarme per il canone speciale Rai. In questi giorni Adico sta ricevendo numerose richieste di aiuto da parte di liberi professionisti, commercianti, artigiani, partite Iva, che si sono visti recapitare a casa il bollettino postale da oltre 400 euro per il pagamento del Canone Speciale alla Televisione, riservato a “chiunque detenga, fuori dall’ambito familiare, uno o più apparecchi atti o adattabili – quindi muniti di sintonizzatore – alla ricezione delle trasmissioni televisive, indipendentemente dall’uso al quale gli stessi vengono adibiti”.

Non si tratta dunque del classico canone televisivo pagato dalle famiglie, ma di quello generalmente dovuto da alberghi e bar che detengono un apparecchio televisivo che mettono a disposizione della propria clientela. Il problema è che la stragrande maggioranza delle figure professionali che si questi giorni si sono visti arrivare le richieste di pagamento non si sognano minimamente di utilizzare il computer come strumento di ricezione televisiva. Questo canone si riferisce infatti nello specifico a quegli apparecchi di ricezione utilizzati in luoghi aperti al pubblico e utilizzati appunto per intrattenere le persone.
Adico esorta a non prendere paura e a non mettere mano al portafoglio se non ritenete ce ne sia il motivo: giustificate il mancato pagamento spiegando che i computer presenti sul luogo di lavoro sono utilizzati solo a scopo lavorativo e che non sono presenti televisioni nei locali. 
“In un periodo di crisi nera, con il tasso di disoccupazione alle stelle e sempre più aziende che faticano ad andare avanti, ritrovarsi a dover pagare un balzello come questo è mortificante – commenta Carlo Garofolini, presidente Adico – sia moralmente che economicamente”.
Per ricevere l’assistenza dello staff legale dell’Associazione Difesa Consumatori potete chiamare in orario di ricevimento dal lunedì al giovedì dalle 9 alle 12.30 e dalle 15 alle 18.30; il venerdì dalle 9 alle 12.30, al numero 041.5349637.

Una risposta

  1. Ma come fa la rai di stato a fare queste cose ? chi sono i responsabili politici , i dirigenti,i funzionari ? licenziamoli subito senza attendere le loro spiegazioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Continuando a navigare nel sito acconsenti all'uso di Cookie Tecnici neccessari che permettono di offrire la migliore esperienza di navigazione, come descritto nell'informatva sulla privacy.