Cartelle esattoriali e intimazioni, sempre più cittadini si affidano ad Adico per trovare un accordo con il Fisco

VENEZIA. Ricevere una cartella esattoriale o, ancor peggio, una intimazione di pagamento, rientra fra quelle cattive notizie che possono sballare del tutto il bilancio familiare. Lo sa bene Adico che nel 2019 ha seguito e fornito consulenza a un centinaio di cittadini soprattutto veneziani,  “presi di mira” dall’Agenzia delle Entrate e costretti spesso a confrontarsi con richieste di pagamento spropositate, per lo più condite da more e sanzioni. A favore di una cinquantina di soci, l’ufficio legale ha aperto la pratica, contestando la cartella o chiedendone una mitigazione (saldo e stralcio).

“Ovviamente siamo contro i furbetti che non pagano le tasse – commenta Carlo Garofolini, presidente dell’associazione dei consumatori con sede in via Volturno, a Mestre – ma da noi, a parte rare eccezioni, si sono sempre rivolti cittadini travolti dai debiti senza rendersene conto: o perché ritengono di non aver mai ricevuto richieste di pagamento o perché si ritrovano ad affrontare situazioni create da familiari deceduti o proprio perché non hanno alcuna disponibilità economica per affrontare le spese. Inutile dire che vengono in associazione persone disparate, siano essi privati cittadini o imprenditori”.

Le cartelle o (peggio) le intimazioni,  riguardano soprattutto bolli auto non pagati, multe per violazioni del codice stradale, mancati versamenti dell’Iva, pendenze con l’Inps.

L’ufficio legale dell’Adico si può muovere in più direzioni. Anzitutto l’avvocato dell’associazione valuta la possibilità di impugnare la cartella, valutandone la correttezza e la legittimità. In seconda battuta, in particolare per quanto riguarda il bollo auto, si cerca di verificare se esistano o meno i presupposti per la prescrizione o per la decadenza.

L’azione più frequente, però, coincide con il tentativo di trovare un accordo fra Fisco e contribuente. In questo caso, l’ufficio legale dell’Adico può richiedere per il proprio socio la rateizzazione dell’importo, la rottamazione dello stesso oppure una soluzione a saldo e stralcio, che contempla il pagamento solitamente dell’intera somma con un sostanzioso sconto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *