CLIENTE PERDE LA SIM, MA IL CALL CENTER E’ UN LABIRINTO. IL GARANTE MULTA LA TIM PER 360 MILA EURO

Davide va contro Golia, e la spunta. Il signor Rossi (il nome è di fantasia) protesta contro la Tim e contribuisce ad infliggerle una sanzione da 360 mila euro. Questo cliente ha vissuto l’esperienza che anche noi abbiamo vissuto tante volte. Dopo aver chiamato il servizio clienti (il 119, nel caso di Tim), ha provato a parlare con una persona in carne ed ossa (senza riuscirci), ha provato a fare un reclamo via telefono come era suo diritto (senza riuscirci), ha provato a denunciare il furto della sua sim (senza riuscirci). Il Garante per le Comunicazioni (AgCom) – che ha raccolto la denuncia del signor Rossi – ha messo sotto esame il 119 (un classico risponditore automatico) ed alla fine si è deciso per questa sanzione, certo non trascurabile nell’importo. Il Garante ha accertato che il cliente può arrivare ad una persona fisica solo se è interessato ad un’offerta commerciale. Questo privilegio non è certo riservato a chi ha semplicemente un problema. Il call center della Tim poi non permette di reclamare al telefono. Chi chiama è indotto semmai a spedire una e-mail, un fax, anche una raccomandata, se proprio vuole protestare. Infine non è semplice orientarsi nel labirinto delle risposte automatiche e denunciare il furto o anche lo smarrimento della sim.
La Tim – che si riserva di ricorrere al Tar contro la multa – si è difesa con forza davanti al Garante. A suo parere, il call center automatico permette di bloccare una sim rubata oppure persa semplicemente digitando il numero di telefono. Anche il reclamo telefonico è possibile quando il cliente lamenta che una clausola del contratto non è stata rispettata. La società, in altre parole, si sarebbe sempre conformata alla delibera 79 del 2009, che precisa i diritti dei clienti e i doveri delle società.

Ma il Garante non ha dato credito alle argomentazioni della Tim, decidendosi per la multa.

 

di ALDO FONTANAROSA
fonte: repubblica.it

2 risposte

  1. Fin che dura, ma il TTIP risolverà anche questi problemi …. non metteranno più nemmeno la voce robotica, così l’utente non perderà tempo e non potrà rivalersi sulle aziende di disservizi …
    Per ora sembra che con qualche peripezia siano riusciti a propinarci il Roundup, poi non serviranno ulteriori peripezie, saremo totalmente alla mercé della multinazionali ….

  2. ho un cellulare con la sim della tim
    non riesco ad entrare nel sito tim mobile ed in particolare nella mytim mobile, nonostante le istruzioni….. la mia psword non viene accettata…provo a richiedere una nuova psword, mami inviano un codiche da insire su tim mobile, ma il codice non arriva sul cellulare…non riesco a chattare dal mio numero di cellulare e non riesco a chiamare il 119 dal mio cellulare…ho provato a farlo dal mio sito tim mobile fisso……ma non ho avuto risposta…ho provato a chiattare con il numero tim mobile di mia moglie ,ma si rifiutano per motivi di privacy sono riuscoito ad inviare un messaggiosu facebok..e mi hanno risposto, chiedendomi il codice fiscale ed il mio numero di cellulare…..non capisco perchè il codice fiscale?..e quindi non ho potuto continuare…
    Io ho un cellulare che non riesce a ricevere sms e chiamate e non riesco ad entrare nella mia pagina my tim..per poter controllare la mia situazione…..CHE DEVO FARE ????????

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Continuando a navigare nel sito acconsenti all'uso di Cookie Tecnici neccessari che permettono di offrire la migliore esperienza di navigazione, come descritto nell'informatva sulla privacy.