CONTRATTI POCO CHIARI, CLIENTE DI MEDIASET PREMIUM COSTRETTO A PAGARE ANCHE DOPO AVER RESTITUITO LA SMART CAM. GAROFOLINI: “PRATICHE DI VENDITA NON TRASPARENTI”

Leggere attentamente il contratto, soprattutto le parti scritte con lettere minuscole, onde evitare brutte sorprese. E, se si decide di stipularlo in qualche spazio commerciale, farsi spiegare molto bene dagli addetti come funziona e magari registrare la conversazione. Sono questi i due principali accorgimenti per non incappare in problemi di ogni genere con la pay-tv. “Sono tantissime le persone che si rivolgono a noi per disagi soprattutto con Mediaset Premium – spiega Carlo Garofolini, presidente dell’Adico – la mancanza di chiarezza e di trasparenza è la principale causa di problemi per i clienti”. G.C., per esempio, 44enne libero professionista mestrino, ha aderito lo scorso anno all’offerta mediaset Premium pacchetto completo. “Da Mediaworld mi avevano fatto capire che avrei potuto godere di dieci mesi di promozione, con uno sconto di dieci euro per il pacchetto completo Mediaset Premium – spiega l’uomo -, e che un mese prima della scadenza avrei potuto disdire e inviare indietro la smart cam”. Alcuni mesi fa G.C. ha avuto un problema con la sua cam che dava sempre segnale criptato. “Ho chiamato una ventina di volte i call center ma nessuno mi ha risolto il problema. Ho pagato per tre mesi senza vedere nulla poi, a luglio, ho inviato la disdetta e mandato indietro la cam, sperando che tutto fosse finito”. Invece G.C. ha scoperto, suo malgrado, che il contratto scade a novembre. Tra l’altro per settembre, ottobre e novembre non c’è più la promozione. “Dovrò pagare 40 euro al mese, dieci più di prima, per non vedere nulla – continua il libero professionista mestrino – Regalerò i soldi a Mediaset premium, farò beneficienza. Anche perché al call center mi hanno detto che non c’è nulla da fare e che non possono mandarmi un’altra smart cam. Ma una cosa è certa, non andrò mai più con loro”. Carlo Garofolini che ha visionato il contratto inviato a G.C. non ha dubbi: “C’è la volontà di non essere chiari – commenta – la scadenza del contratto a novembre è scritta con lettere illeggibili mentre le venditrice aveva fatto chiaramente capire che si poteva recedere una volta terminata la promozione, dopo dieci mesi. La gente prima di sottoscrivere contratti con le pay tv deve stare attenta a tutti i cavilli possibili e immaginabili”.

2 risposte

  1. Salve ,ho fatto disdetta premium inizio giugno chiamando il numero verde in quanto non sarà più sul digitale terrestre. Mi hanno detto che non c’è bisogno di restituire più la smart cam in comodato d’uso, ho insistito più volte per sapere se fosse sicuro e mi hanno detto di si.È vero? Premetto sulla tessera premium al momento ho attivo anche l’abbona mento sky sul digitale terrestre. Potrei avere delucidazioni? Grazie

    1. Salve, io le consiglio di restituirla comunque seguendo tale indicazioni:

      Restituzione delle apparecchiature: indirizzi e penali per non restituzione
      Quando si effettua il recesso da Mediaset Premium, risulta essenziale gestire correttamente la restituzione delle apparecchiature.

      In questo senso, Smart Card e tutte le apparecchiature ricevute in comodato d’uso vanno restituite a Mediaset entro 14 giorni dalla cessazione del rapporto contrattuale.

      Dovrete pertanto preparare un plico contenente tutti gli apparecchi da restituire ed inviare a:

      Selecta Spa

      Viale della Resistenza 47

      42018 San Martino in Rio (RE)

      C’è anche l’opportunità collegata al servizio di ritiro di Mediaset, ma contempla un costo.

      Considerate che la mancata restituzione degli apparecchi e smart card comporta una penale pari ad euro 50,00.

      Probabilmente non sarebbe necessario, ma per sicurezza, visto anche che i costi di restituzione sono limitati, le consiglio di farlo.

      Distinti saluti
      Gianluca Codognato
      uff. stampa Adico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Continuando a navigare nel sito acconsenti all'uso di Cookie Tecnici neccessari che permettono di offrire la migliore esperienza di navigazione, come descritto nell'informatva sulla privacy.