CONTRATTO FASULLO, ENEL ENERGIA RESTITUISCE CIRCA 3 MILA EURO A UN OPERATORE CULTURALE MESTRINO. FONDAMENTALE L’INTERVENTO DELL’ADICO

MESTRE. Ha pagato per quasi due anni la fornitura di gas di un altro ignoto utente. E quando se n’è accorto – quasi per caso avendo l’addebito in banca – aveva già sborsato circa 3 mila euro. Ora, però, Roberto Cargnelli, operatore culturale mestrino, può tirare un sospiro di sollievo. Grazie all’intervento dell’Adico e alla collaborazione con Enel Energia,  infatti l’uomo ha recuperato tutto ciò che aveva speso per una fornitura non sua. La vicenda risale addirittura al 2014. E’ da quell’anno che l’azienda comincia ad addebitare a Cargnelli, che abita a Mestre in via Ludovico Ariosto, i consumi di gas di un appartamento di via Dante. Solo nel 2016 l’operatore culturale si rende conto della faccenda e scrive a Enel, di cui non è cliente essendo legato a Veritas. Qui emerge che la fornitura in via Dante è riferita a un contratto palesemente falso, caratterizzato da una firma contraffatta. Roberto Cargnelli, dunque, decide di affidarsi all’ufficio legale dell’Adico per risolvere una faccenda dai tratti grotteschi. “Grazie alle buone relazione instaurate da tempo con Enel Energia – spiega Carlo Garofolini, presidente dell’associazione – siamo venuti a capo di una intricatissima vicenda, che sembrava non avere spiegazioni. Non è stato semplice ma alla fine siamo scoperto l’esistenza di un contratto fasullo. Naturalmente ora cerchiamo di capire anche come sia stato possibile rubare i dati del nostro assistito, soprattutto per quanto concerne il suo codice iban”. Ora l’operatore culturale mestrino si è visto restituire circa 3 mila euro sul proprio conto, anche se restano ancora da capire molti contorni della vicenda. “Quello che è successo al nostro assistito è un caso limite – commenta ancora Garofolini – perché per due anni ha pagato la fornitura di un altro utente. Però nel mercato dell’energia e del gas succedono continuamente cose anomale, che denunciamo costantemente. Di recente, per esempio, segnaliamo molti casi di persone che si ritrovano da una giorno all’altro con un nuovo fornitore senza aver mai firmato nulla nè fatto richiesta. Quando succedono queste cose è necessario rivolgersi subito a qualche esperto per scongiurare brutte sorprese”.

2 risposte

  1. Ne sono vittima anch’io, ma da parte di un altro fornitore. La faccenda non si è ancora risolta, ma confido in Adico che da anni con attenzione e grande cortesia mi ha seguita in occasione di ingiustizie che mi sono capitate.
    Iscrivetevi!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *