CRISI ELLENICA, ADICO ASSISTE I TURISTI TRAMITE IL PROPRIO SPORTELLO VACANZA INFORMATA

Vacanze in Grecia? Nessun problema, soprattutto se si va nelle splendide isole elleniche. Ma qualche precauzione per evitare cattive sorprese è necessaria.

Il primo e principale accorgimento per il turista è quello di portare con sé più contante possibile (senza esagerare, naturalmente). Con la crisi si è introdotto un controllo dei capitali e come detto c’è il rischio che code agli sportelli, bancomat vuoti e banche chiuse impediscano il prelievo con bancomat e carte varie. Inoltre pagare bar, ristoranti, taxi ecc… con le carte di credito o prepagate sta diventando quasi impossibile, i negozianti chiedono ai turisti solo cash. Infine, in alcuni periodi gli istituti di credito potrebbero restare chiusi.

Importante, poi, portarsi dietro una buona scorta di farmaci, soprattutto se si necessita di medicinali particolari. E’ pur vero che questo accorgimento dovrebbe valere sempre quando si va in vacanza fuori dall’Italia.

Altro problema è quello legato ai trasporti e quindi agli spostamenti, dato che gli scioperi si sono moltiplicati e il rischio di paralisi, soprattutto ad Atene e nelle zone limitrofe, è sempre dietro l’angolo. Non si può fare molto, in questo caso, se non cercare di restare informati sulle manifestazioni e sulle iniziative organizzate dai lavoratori greci. I punti più caldi sono nella capitale: piazza Syntagma davanti al Parlamento, piazza Omonia e dintorni, il quartiere Exarchia, vicino al Politecnico in zona museo archeologico.

Proprio in considerazione della crisi ellenica, Adico, all’ interno del proprio sportello vacanza informata, ha aperto una sezione dedicata ai turisti che abbiano vissuto disagi, problemi, disservizi durante la permanenza in Grecia.

“D’estate – spiega Carlo Garofolini, presidente dell’Adico – lo sportello segue decine di casi di persone che hanno avuto problemi durante le vacanze. Abbiamo voluto dedicare un’apposita sezione alla Grecia, perché è una meta turistica molto amata e frequentata dagli italiani. Vista l’attuale situazione, abbiamo deciso di dedicare all’ interno dello sportello “vacanza informata” uno spazio dedicato esclusivamente ai turisti italiani che vanno in ferie lì”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Continuando a navigare nel sito acconsenti all'uso di Cookie Tecnici neccessari che permettono di offrire la migliore esperienza di navigazione, come descritto nell'informatva sulla privacy.