Dal 5 agosto green pass obbligatorio quasi ovunque

Dal 5 agosto il Green Pass diventa un lascia passare fondamentale per molte attività e per accedere in quasi tutti i locali e le strutture al chiuso (ma non solo).

“E’ probabile che questo provvedimento faccia impennare le vaccinazioni – commentano da Adico. Ci auguriamo però che non metta in crisi gli imprenditori, soprattutto i ristoratori.”

Cerchiamo intanto di riassumere in modo schematico il decreto emanato ieri dal governo. 

Il #GreenPass (che si può ottenere con il vaccino, un tampone negativo nelle 72 ore precedenti, o la guarigione dal Covid-19) a partire dal 5 Agosto verrà richiesto per entrare in:

✅ Cinema
✅ Teatri
✅ Musei
✅ Palestre
✅ Piscine
✅ Stadi
✅ Concerti
✅ Fiere
✅ Congressi
✅ Concorsi
✅ Centri termali
✅ Sedersi a consumare nei tavoli al chiuso di bar, ristoranti, pub e pizzerie

Non servirà invece per:

❌ Alberghi
❌ Negozi
❌ Centri commerciali
❌ Parrucchieri, estetisti e barbieri
❌ Lidi e stabilimenti balneari
❌ Fabbriche
❌ Uffici pubblici
❌ Uffici privati
❌ Aerei
❌ Treni
❌ Tram
❌ Metropolitane
❌ Autobus
❌ Traghetti
❌ Aliscafi
❌ Consumazione al bancone dei bar
Ristoranti, pizzerie, pub all’aperto
❌ Chiese e luoghi di culto

❌ E neanche per le discoteche, che rimangono chiuse.

Il Governo sta inoltre valutando tamponi gratis per i giovani, le donne in gravidanza e tutte le persone per cui il medico sconsiglia la vaccinazione.

I colori delle Regioni (bianco, giallo, arancione e rosso) verranno determinati non più in base all’incidenza del contagio, ma esclusivamente in base al numero di ricoverati nei vari reparti:

🟨 Zona GIALLA con occupazione del 10% di posti letto in terapia intensiva e 15% nei reparti
🟧 Zona ARANCIONE con occupazione del 20% di posti letto in terapia intensiva e 30% nei reparti
🟥 Zona ROSSA con occupazione del 30% di posti letto in terapia intensiva e 40% nei reparti

Una risposta

  1. Non è un commento alla vostra informazione, ma al provvedimento alla base del rilascio del certificato. Mi riferisco alla pazzia di concederlo sulla base di un tampone fatto 72 ore prima: o è falsa l’informazione che la variante delta ha un periodo di incubazione di 4gg (96 ore) o la norma “dosn’t fit” direbbero gli anglosassoni!
    Solo questo. Grazie e buon lavoro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *