Dall’1 ottobre rincarano bollette di luce e gas. Garofolini: “una batosta, ma il vero problema restano le imposte”

“L’aumento delle tariffe di gas e luce? Una batosta che si abbatte sulle famiglie soprattutto per quanto riguarda il riscaldamento, ora che si avvicina l’inverno. Ma torniamo a insistere che il vero problema delle bollette sia l’eccessiva e a volte assurda tassazione. Il governo deve intervenire su oneri di sistema e accise perché solo così si abbasseranno in modo strutturale i costi per le famiglie dato che le imposte possono incidere anche per oltre metà dell’importo totale”. Carlo Garofolini, presidente dell’Adico, commenta così la notizia, per nulla confortante, del rincaro previsto dal primo ottobre sulle bollette.

Secondo quanto comunicato dall’Arera (Autorità regolazione energia), infatti, le fatture dell’elettricità cresceranno del 15,6% e quelle del gas dell’11,4%. Come spiega l’autorità, si tratta invero di un rimbalzo dopo i forti ribassi del secondo trimestre 2020 (-18,3% l’elettricità e -13,5% il gas), continuati anche nel terzo trimestre per il gas (-6,7%), con un lieve rialzo per l’elettricità (+3,3%). “I rincari non sembrano giustificati da incrementi delle materie prime – continua il presidente di Adico – ed è inutile dire che in questo periodo di difficoltà economica per le famiglie, proprio non ci volevano. Ma le oscillazioni dei prezzi sono note e dipendenti da vari fattori, possono fluttuare verso l’alto, come ora, o verso il basso come successo nel periodo del lock-down. L’unica vera rivoluzione a vantaggio dei cittadini è appunto quella che invochiamo da tempo: ribasso delle imposte e cancellazione degli oneri di sistema”.  

Secondo le prime stime, per quanto riguarda gli effetti sui consumatori (al lordo delle tasse), nel 2020 la famiglia tipo beneficia comunque di un risparmio complessivo di circa 207 euro annui rispetto al 2019. Nel dettaglio, per l’elettricità la spesa nel 2020 per la famiglia-tipo sarà di circa 485 euro, con una variazione del -13,2% rispetto al 2019, corrispondente a un risparmio di circa 74 euro annui. Nello stesso periodo, la spesa della famiglia tipo per la bolletta del gas sarà di circa 975 euro, con una variazione del -12% rispetto ai 12 mesi dell’anno precedente, corrispondente ad un risparmio di circa 133 euro annui. Nel dettaglio delle singole componenti in bolletta, nell’energia elettrica l’aumento è legato esclusivamente al rialzo della componente materia energia, con un impatto del +15,6% sul prezzo finale della famiglia tipo, scomponibile in +17,6% per effetto della voce energia (PE) e -2% legato alla voce di dispacciamento. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *