DIRECT ENGLISH, ULTIMA TAPPA: L’ARBITRO BANCARIO VALUTA I RICORSI PRESENTATI DA ADICO PER UNA QUINDICINA DI EX STUDENTI DELLA SCUOLA DI INGLESE

Per gli studenti di Direct English-Education srl che hanno chiesto il finanziamento alla Consel, la parola spetta ora all’arbitro bancario e finanziario. “Dopo aver inviato i ricorsi tramite il nostro ufficio legale – spiega a tal proposito Carlo Garofolini, presidente dell’Adico – siamo ora in fase istruttoria e attendiamo la risposta dell’arbitro. Con la nostra azione abbiamo lamentato l’inadempimento da parte della Consel e una discrepanza di comportamento rispetto a banca Intesa San Paolo che ha rimborsato agli studenti l’intero importo investito”. Insomma, a un anno di distanza dall’inizio di questa annosa vicenda, l’associazione – che di fatto ha ottenuto risultati strabilianti per circa 140 persone le quali, lo scorso anno, si erano ritrovate “a piedi” dopo l’ improvvisa chiusura delle scuole di inglese gestite in franchising dalla Education srl con il marchio Direct English – continua la sua battaglia per tutelare quei pochi studenti che ancora non sono stati totalmente rimborsati. “Abbiamo svolto un lavoro titanico – spiega Garofolini – mettendo al servizio dei soci la segreteria e l’ufficio legale. Siamo così riusciti a ottenere soddisfazione per il 90% dei soci che si sono rivolti a noi, veneziani e trevigiani, grazie a una incessante attività che ha portato banca Intesa San Paolo a riconoscere tutto ciò che abbiamo richiesto. I pochi che si sono rivolti alla finanziaria Consel, invece, hanno ottenuto un rimborso parziale. Per questo motivo abbiamo proposto la fase del ricorso all’arbitro bancario finanziario che ci auguriamo metta la parola fine a questa situazione”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *