DIRITTI E ROVESCI, ADICO E BLURADIO INSIEME PER I DIRITTI DEI CONSUMATORI. LUNEDI’: CONVERSIONE LIRE-EURO, LA CIRCOLARE DELLA BANCA D’ITALIA NON FERMA LE ISTANZE INVIATE DALL’ADICO. GAROFOLINI: “CERCANO DI LIMITARE I DANNI, MA NOI ANDREMO FINO IN FONDO”. VENDITORI PORTA A PORTA “SCATENATI”, ALTRE DUE “VITTIME” SI RIVOLGONO ALL’ADICO PER RECEDERE DA CONTRATTI FATTI FIRMARE CON L’INGANNO. GLI APPUNTAMENTI DELLA SETTIMANA

Errata, illogica, palesemente discriminatoria e in aperto contrasto con il principio enunciato dalla Corte Costituzionale. Non si può definire in altro modo la circolare con cui la Banca d’Italia (a braccetto con il ministero dell’Economia) tenta di limitare i danni dopo che la Corte Costituzionale ha di fatto riaperto i termini per la conversione delle lire in euro. L’argomento è stato discusso oggi alle 6.30 (repliche: 10.10 e 18.30). C’è l’impiegata che s’è ritrovata con un contratto per l’acquisto di un set di pentole e di una macchina a vapore per pulire il pavimento alla modica cifra di 3 mila euro. E la pensionata che dovrebbe sborsare 3.640 euro per un materasso e alcune trapunte. Sono loro le ultime due vittime dei venditori porta a porta che si sono rivolte all’ Adico questa settimana per invocare la rescissione del contratto. Se ne parlerà giovedì alle 6.30 (repliche alle 10.10 e 18.30).

I podcast delle rubriche sono poi sempre disponibili sul sito di BluRadio Veneto all’indirizzo Internet http://bluradioveneto.it/categorie/tag/adico. Per sintonizzarsi su BluRadio Veneto: 88.70 FM e 94.60 FM.

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Continuando a navigare nel sito acconsenti all'uso di Cookie Tecnici neccessari che permettono di offrire la migliore esperienza di navigazione, come descritto nell'informatva sulla privacy.