Disguido fra banca e finanziaria, professionista di Zero Branco paga due volte la rata dell’auto. Interviene l’Adico

ZERO BRANCO. Basta poco per essere trascinati in inconvenienti e incombenze che non dipendono da nostre responsabilità e che richiedono tempo e a volte soldi per essere affrontate e risolte. Quando poi si tratta di banche e finanziarie, allora incombenze e inconvenienti possono essere molto frequenti. M.C., per esempio, 35enne professionista di Zero Branco, ha testato sulla propria pelle questo postulato, nell’ambito di un disguido all’apparenza banale ma comunque difficile da risolvere, tanto che la donna ha dovuto ora rivolgersi all’ufficio legale dell’Adico per venirne a capo.

Tutto nasce da un normalissimo cambio di banca. M.C. il 18 gennaio trasferisce il proprio conto corrente dalla Bnl al Credito Cooperativo e comunica subito le nuove coordinate a Findomestic, con la quale lei e il marito hanno acceso un finanziamento da 24 mila euro per l’acquisto dell’auto nuova. Alla scadenza della rata, il 5 febbraio, Findomestic chiama la 35enne di Zero Branco per contestare l’assenza di disponibilità economica nel conto. La donna spiega che, con ogni probabilità, c’è stato un disguido con il credito cooperativo e la finanziaria le comunica che avrebbe atteso qualche giorno prima di ritentare l’accredito. Dopo poco tempo, Findomestic richiama M.C. e, con poca gentilezza, secondo il racconto della nostra socia, dichiara di non essere riuscita a trattenere la rata e richiede il bonifico di 370 euro, corrispondente alla quota per l’auto.  Morale?  La professionista di Zero Branco il 23 febbraio invia il bonifico e il 26 dello stesso mese Findomestic si trattiene la quota dal conto corrente. In pratica, M.C. ha pagato due volte la rata e ora ne attende la restituzione.   

“Abbiamo scritto alla finanziaria – conferma Carlo Garofolini, presidente dell’Adico – chiedendo di riaccreditare i soldi nel conto corrente della nostra socia. Non sappiamo se le responsabilità siano del tutto in capo alla banca o alla finanziaria. Sappiamo solo che la professionista sta facendo i salti mortali per risolvere una vicenda che non dipende assolutamente da lei. Ora con il nostro ufficio legale dovremmo trovare una conclusione rapida e positiva”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *