“Disponibili a riprendere i lavori con superbonus senza oneri per il cliente”. La Invent srl apre alle richieste di Adico per i committenti abbandonati nelle opere di ristrutturazione.

NOVENTA DI PIAVE (VENEZIA). Un raggio di sole si è insinuato fra i minacciosi nembi del superbonus 110%. La scia luminosa è irradiata dalla ditta Invent srl di Noventa di Piave (Venezia) che conta diverse contestazioni da parte di committenti seguiti dall’Adico. Il problema è ormai arcinoto: tante, troppe ditte edili chiamate a svolgere studi di fattibilità e poi interventi di efficientemente energetico nell’ambito, appunto, del superbonus, hanno abbandonato i propri clienti per l’imperioso rincaro delle materie prime e dei costi energetici e, più in generale, per le mutate condizioni economiche che avrebbero di fatto reso impossibile l’avvio, il proseguimento o la conclusione dei cantieri. Ebbene – mentre il governo studia nuovi provvedimenti per invertire la rotta – l’Invent srl ha lanciato un segnalo alquanto incoraggiante, rispondendo così alle numerose diffide inviate dalla nostra associazione.

“La nostra azienda – scrivono i responsabili della ditta all’Adico, dopo aver respinto le accuse di inadempimenti contrattuale e, di conseguenza, la richiesta risarcitoria – ritiene possibile proporre a quest’ultime la conclusione di nuovi accordi per la fornitura ed installazione nel corso del 2023 degli impianti di efficientamento energetico di interesse, sostanzialmente a costo zero per le clienti. In particolare – continuano dall’azienda edile – si può invero ipotizzare di realizzare i suddetti impianti, le cui caratteristiche tecniche dovranno comunque venire previamente determinate d’intesa con la scrivente, beneficiando dell’agevolazione fiscale dello sconto in fattura (ancorché nella percentuale inferiore al 110% ora ammessa dalla normativa vigente), con accollo da parte della scrivente della parte del prezzo degli impianti eccedente quella oggetto dello sconto indicato”.

In pratica, l’azienda dà la disponibilità di eseguire i lavori concordati, rispettando le eventuali nuove aliquote, ma a costo zero per il cliente, e accollandosi di fatti gli oneri non inclusi nell’agevolazione.  

“Questa è un’apertura davvero importante e per nulla scontata – commenta Carlo Garofolini, presidente dell’Adico -. Diciamo subito che Invent, sollecitata dalle nostre diffide, è fra le poche ditte che ha già restituito molte caparre versate dai soci. Dimostrandosi quindi un interlocutore credibile. Questa ulteriore comunicazione, frutto di una battaglia che il nostro ufficio legale sta portando avanti da mesi, dimostra, almeno all’apparenza, che l’azienda di Noventa ha a cuore i propri committenti. Ora, ovviamente, monitoreremo la situazione, anche in base alle decisioni dei nostri soci. Ma, inutile negarlo, la notizia regala finalmente un po’ di ottimismo, che va oltre la possibile restituzione delle caparre versate”.

2 risposte

  1. Attenzione!!!
    Ritengo che questa notizia sia priva di Logica !!!!
    La INVENT Srl ha disatteso il Super-Bonus 110% del 2021/2022, prima “Promettendo” a migliaia di Clienti di far ottenere tutto a costo ZERO, poi “Clamorosamente” ritirando tutte le “Proposte di Contratto”.
    Ha amplificato una “Forte” Campagna Pubblicitaria ed una “Nutrita” e “Rinnovata” Rete Vendita.
    Morale, grande impegno, nessun risultato minimamente tangibile, tutti delusi o meglio, mi verrebbe da dire, come in una nota frase popolare “Tutti Cornuti e Mazziati”.
    Si sono dispensate molte energie per non ottenere nulla !!
    Quale è stata la Logica o Mission Aziendale non è dato di capire…. come questo “Fantasioso” articolo di “ADICO”…. privo ripeto, di base logica..!!!
    Già 4 anni fa, il Programma “Le Iene”… hanno messo in evidenza i “Falsi” programmi della Invent Srl !!
    Concludendo, viste le numerose “Cause Giudiziarie” in “Essere” ….. e per esperienza pluripersonale, qui DIFFIDO da prendere Accordi Commerciali con INVENT Srl.
    Fx

    1. Signor Carraro, abbiamo solo riportato il contenuto di una loro comunicazione e l’abbiamo pubblicizzata a livello mediatico proprio per rendere ancora più trasparente il loro annuncio. Abbiamo anche spiegato che vigileremo sul loro operato però noi, come associazione, non intendiamo muoverci senza pregiudizi, fermo restando che abbiamo tutti i mezzi, sia mediatici che legali, per intervenire se la Invent non rispettasse quanto prospettato. Come vede, le pubblico per intero il commento anche se la parte finale (qui diffido da prendere accordi commerciali…) non riesco a capirla.
      Le auguro intanto una buona serata
      Gianluca Codognato
      uff. stampa Adico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Continuando a navigare nel sito acconsenti all'uso di Cookie Tecnici neccessari che permettono di offrire la migliore esperienza di navigazione, come descritto nell'informatva sulla privacy.