Ecco tutte le regole per Capodanno: cosa si può fare e cosa no

La forte risalita dei contagi trascinati dalla variante Omicron ha imposto da parte del governo una stretta con il decreto “Festività”. Oltre all’estensione del Super Green pass in diversi luoghi, all’obbligo di mascherina all’aperto e di Ffp2 negli eventi in presenza pubblico, le regole riguardano soprattutto feste e assembramenti in vista delle celebrazioni del nuovo anno, proprio per far sì che non diventino occasione di diffusione del contagio.

Ecco tutte le regole per Capodanno: divieto di feste in piazza e chiusura dei locali

La mezzanotte dell’ultimo dell’anno non sarà come l’ultima passata in zona rossa, ma il San Silvestro che ci attende sarà comunque più contenuto e limitato ai rapporti più stretti, ancora una volta senza festeggiamenti in piazza.

La differenza più grande rispetto allo scorso Capodanno è l’assenza del coprifuoco, ma il governo ha ridotto al minimo le possibilità di fare festa per le strade delle città.

Uno dei principali provvedimenti del cosiddetto Dl “Festività” prevede, infatti, il divieto di tutti gli eventi e le feste previste in piazza e i concerti all’aperto fino al 31 gennaio in tutta Italia per evitare assembramenti. Una misura in linea con le iniziative già prese dai sindaci di diverse città, da Milano a Bologna, da Roma a Napoli, di annullare gli appuntamenti in piazza per Capodanno.

Per lo stesso principio è stata imposta la chiusura delle discoteche e dei locali da ballo sempre fino alla fine di gennaio 2022. Una scelta presa in Consiglio dei ministri, dato che nella prima bozza circolata sul decreto era previsto il booster o presentare un tampone negativo se privi della terza dose per entrare a una festa in un locale o andare a ballare in discoteca.

Rimane la possibilità del cenone con amici e parenti: in casa non ci saranno restrizioni rispetto agli invitati nella notte di San Silvestro, diversamente dallo scorso anno quando il numero di ospiti era limitato soltanto a due persone.

Anche il ristorante resta un’alternativa per festeggiare il Capodanno 2021, ma come stabilito dal decreto, al chiuso si potrà accedere solo se in possesso di Super Green pass: dunque si potranno sedere al tavolo soltanto i vaccinati contro o i guariti dal Covid-19 e non invece chi ha ricevuto il certificato con l’esito negativo di un tampone.

Fonte: QuiFinanza.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Continuando a navigare nel sito acconsenti all'uso di Cookie Tecnici neccessari che permettono di offrire la migliore esperienza di navigazione, come descritto nell'informatva sulla privacy.