Hai uno smartphone di vecchia generazione? Ad aprile dovrai sostituirlo. In arrivo un’altra stangata per i cittadini, le proteste di Adico

Avete appena cambiato televisore per adeguarvi alla nuova tecnologia spendendo centinaia di euro? Beh, sappiate che il progresso potrebbe riservarvi un’altra sorpresa (brutta, ovviamente) per il vostro portafoglio. Infatti, se possedete uno smartphone che non supporta le reti 4 e 5G, dovrete cambiarlo a meno che non vi accontentiate di telefonare e inviare sms, senza navigare in internet nella rete 4G. Insomma, per viaggiare sempre più velocemente all’interno del web, bisogna mettere in conto una spesa che si aggira fra i 300 e i 1.300 euro, altrimenti non si può restare a passo coi tempi. La notizia sta arrivando in questi giorni a molti clienti Tim, quelli, appunto, che possiedono un telefonino incapace di supportare le nuove tecnologie. “Da aprile 2022 – scrive l’azienda ai detentori di cellulari di vecchia generazione – il progressivo spegnimento della rete 3G che sarà sostituito dalla rete 4 e 5G. Poiché il tuo smartphone non supporta le chiamate con la nuova tecnologia, in assenza di rete 3G, userai la rete 2G per telefonare e inviare sms, ma non potrai più navigare contemporaneamente in internet sulla rete 4G. Per usufruire al meglio della qualità della rete Tim, ti suggeriamo di valutare la sostituzione del vecchio smartphone”. Tutto chiaro? Diciamo proprio di sì, soprattutto l’ultimo concetto. Che fa storcere il naso a Carlo Garofolini. “Siamo alle solite – tuona il presidente dell’Adico -. In una società sempre più frenetica, dove non ci si ferma mai, era proprio necessario introdurre una nuova tecnologia per essere ancora più rapidi per navigare nel web? Non siamo contro il progresso, ovviamente, ma siamo contro l’esasperazione del progresso. Ma non solo. Tutta questa tecnologia sta migliorando la qualità delle nostre vite? Il progresso dovrebbe servire proprio a questo: a farci lavorare di meno, a farci godere di più la nostra quotidianità. A noi sembra che serva solo a farci spendere più soldi e basta”.

2 risposte

  1. Visione volutamente miope della complessità della vita e quindi lontana da questa, e che ancora una volta non considera le persone e la loro realtà, in nome di un progresso che, in tali condizioni, perde molto del proprio significato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *