In Adico boom di richieste di assistenza per il superbonus ristrutturazione

MESTRE. Il superbonus 110% piace, questo è sicuro. E non potrebbe essere altrimenti. Ma la sua interpretazione e la sua applicazione stanno facendo esplodere un vulcano di questioni tanto che l’ufficio legale dell’Adico è sommerso da richiesta di assistenza da parte di condomini interessati alla ristrutturazione.

Fra i temi in discussione, soprattutto la comprensione dei contratti, i problemi realizzativi, la serietà delle ditte. Ma il principale argomento ruota attorno alla fattibilità dell’intervento visto che gran parte dei condomini anche nel territorio mestrino sono vecchi e caratterizzati da diversi abusi non tutti facilmente sanabili.

Il superbonus, poi, sta facendo emergere nuovi contrasti fra gli amministratori del condominio e i proprietari delle case per motivi spesso legati alle aziende da scegliere per effettuare i lavori.

“Adico sta seguendo molte posizioni per quanto concerne i benefici concessi per la ristrutturazione – conferma Carlo Garofolini, presidente dell’associazione -. Non potrebbe essere altrimenti perché l’opportunità è di quelle ghiotte. Dobbiamo però dire che gli ostacoli sono molti infatti alla fine vedremo quanti riusciranno a sfruttare questa bella occasione”.

Ricordiamo che la nuova legge di Bilancio 2022 ha prorogato l’agevolazione del 110% con una progressiva riduzione della detrazione, in termini percentuali, per le spese successive al 2023. Un limite che comunque non dovrebbe rallentare di molto la corsa al superbonus.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Continuando a navigare nel sito acconsenti all'uso di Cookie Tecnici neccessari che permettono di offrire la migliore esperienza di navigazione, come descritto nell'informatva sulla privacy.