ISTITUTI DI CREDITO COLLABORATIVI? NIENT’AFFATTO. VENETO BANCA NON SI PRESENTA NEPPURE ALLA SECONDA MEDIAZIONE PROPOSTA DALL’ADICO PER UN PROPRIO SOCIO

La banche vogliono collaborare con i risparmiatori? Beh, allo stato attuale non lo stanno dimostrando. Non si spiegherebbe, altrimenti, la seconda mediazione fallita fra un iscritto dell’Adico che aveva investito i suoi risparmi in Veneto Banca e lo stesso istituto di credito. Veneto Banca anche in questo caso non s’è presentata, facendo intravedere una chiusura che non aiuta certo i rapporti fra cittadini e istituti bancari. “Constatiamo l’assenza di collaborazione da parte della banca – commenta Carlo Garofolini, presidente dell’Adico -. La mediazione serve proprio per individuare un accordo, ma Veneto Banca non vi si presenta facendo capire di non intravedere margini per il dialogo. Non chiediamoci poi perché la fiducia dei risparmiatori è il minimo storico”. Ora è molto probabile che anche questo secondo socio instauri una causa contro l’istituto di credito, aprendo un contenzioso che poteva trovare soluzione molto meno complicata in sede di mediazione. Adico sta seguendo moltissimi casi di risparmiatori che hanno investito in Veneto Banca e nella Popolare di Vicenza importi spesso notevoli. Fra qualche settimana l’associazione affronterà la prima mediazione con la Popolare di Vicenza, nella speranza che l’istituto berico si dimostri più collaborativo rispetto a Veneto Banca. “E’ sicuramente un’ottima occasione per dimostrare che non tutti gli istituti sono uguali nei rapporti con i risparmiatori – conclude Garofolini -. Attendiamo con ansia di vedere l’esito dell’incontro”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Continuando a navigare nel sito acconsenti all'uso di Cookie Tecnici neccessari che permettono di offrire la migliore esperienza di navigazione, come descritto nell'informatva sulla privacy.