ITALIANI TERZI IN EUROPA PER SPESE NATALIZIE

Sempre più online, in particolare su smartphone e sempre meno all’ultimo minuto. Così sono i regali di Natale 2017 secondo un’indagine di Idealo, uno dei maggiori comparatori di prezzi online. A cercare il regalo giusto sono soprattutto gli uomini (56,3%), ma le donne sono in costante crescita, dal 42 al 43,6%. Soprattutto, forse per la comodità del mezzo, chi compra in Rete evita di ridursi all’ultimo momento, anche grazie a iniziative come il Black Friday e il Cyber Monday. Nonostante ciò, Idealo si aspetta un picco di traffico nella prima e nella terza settimana di dicembre.
L’e-commerce traina una crescita che, comunque, c’è ed è fotografata anche dai dati di Deloitte, nel suo annuale Xmas Survey: le previsioni di spesa per le vacanze natalizie sono in crescita del 4% per un totale di 528 euro. L’Italia è al terzo posto in Europa dopo Spagna e Regno Unito, due Paesi che registrano però una crescita inferiore: rispettivamente +3% e +2%. La Germania è alle nostre spalle con 484 euro, mentre i russi sono solo ottavi con 340.

La spesa “offline”, cioè in negozi, librerie e grandi catene, resta ancora la fetta più grande (il doppio rispetto a quanto spendiamo online, soprattutto quando si tratta di comprare alimenti), ma gli acquisti online marciano a tutta velocità: rispetto all’anno scorso è +16%. Quando online non si acquista, si raccolgono informazioni: i siti web sono una fonte per chi ha intenzione di fare un regalo hi-tech, mentre i social media ci suggeriscono quali film, serie tv o album regalare ai nostri amici e parenti.

Sempre secondo Deloitte gli italiani dedicano il 40% del budget natalizio ai regali, seguiti da cibo e viaggi. E proprio la voglia di vedere posti nuovi sembra caratterizzarci in Europa: la spesa per una vacanza fuori dalla propria città è in crescita del 12%, vale a dire una velocità doppia rispetto alla media del vecchio continente.

Ma come paghiamo tutti questi regali? I contanti continuano a resistere e sono il metodo di pagamento più utilizzato dagli italiani con il 49% degli acquisti totali. Ma la tendenza è opposta: con la costante crescita dell’e-commerce si fanno sempre più spazio le carte di debito (che sono già le più utilizzate in Europa) e strumenti di pagamento digitali come PayPal.

Fonte: La Repubblica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Continuando a navigare nel sito acconsenti all'uso di Cookie Tecnici neccessari che permettono di offrire la migliore esperienza di navigazione, come descritto nell'informatva sulla privacy.