LA TRAPPOLA DEL CATALOGO MIETE SEMPRE PIU’ VITTIME. NEGLI ULTIMI MESI BOOM DI CASI SEGUITI (E RISOLTI) DALL’ADICO. I VENDITORI PORTA A PORTA AGISCONO IN TUTTA ITALIA MA SONO “ARRUOLATI” PER LO PIU’ DA AZIENDE CON SEDE LEGALE IN VENETO

Solo nell’ultima settimana le persone seguite dall’associazione per questo motivo sono tre. Ma negli ultimi mesi si registra un vero e proprio boom di casi , sia in Veneto che in tutta Italia. Insomma, il cosiddetto “tranello” del catalogo – con il quale astuti e rampanti venditori porta a porta strappano contratti da alcune migliaia di euro a ignari “clienti”, soprattutto anziani – continua a mietere vittime in tutta Italia. E, come rileva l’ufficio legale dell’Adico, le ditte che utilizzano questo metodo di vendita ingannevole hanno per lo più la sede legale in Veneto. Stiamo parlando delle padovane La Grande Casa, Interni Casa-Memory Group (Mestrino), la Patite Maisòn, e Line Store (Vigonza), delle mestrine Home Service e Smart srl e della trevigiana Tuttocasa. La “trappola” è ormai nota, anche se l’approccio può variare da azienda ad azienda. ll concetto, però, rimane sempre quello. Uno (o più venditori) porta a porta si presentano a casa del presunto cliente, gli fanno visionare un depliant con vari prodotti, come materassi, pentole, elettrodomestici, poi chiedono all’interlocutore di firmare il catalogo, spiegando che si stratta solo di una formalità. Invece, dopo qualche tempo (ma oltre i 14 giorni canonici per fare il recesso) lo stesso venditore (o un altro) si ripresenta dalla “vittima” designata mettendolo di fronte alla realtà: la firma non era un pro-forma, ma l’accettazione di un contratto per l’acquisto di merce varia. La spesa può variare dai 2mila ai 6 mila euro. “Pensavamo che  questo tranello stesse finendo – commenta Carlo Garofolini, presidente dell’Adico – invece negli ultimi mesi abbiamo un boom di casi. Grazie al nostro ufficio legale stiamo ottenendo l’annullamento di tutti i contratti, ben al di là dei 14 giorni previsti per il recesso. Però chissà quanta gente paga, senza cercare di difendersi, solo perchè convinta di non avere altre strade”. Per quanto riguarda la provenienza delle ditte che attuano questo metodo di vendita in tutta Italia, “abbiamo constatato che hanno sede legale soprattutto nel padovano e comunque nella nostra regione. La cosa rende ancora più incisiva la nostra battaglia contro questi venditori porta a porta che stanno facendo disperare tantissime persone, molto spesso anziane”.

9 risposte

  1. Mia suocera è caduta nella trappola, cosa possiamo fare per disdire il contratto senza subire la truffa?

  2. Purtroppo io ci sono gia caduta! Sto pagando con cambiali e le 3 cose che ho comprato mi costano il doppio!! Secondo voi posso fare qualcosa anche ora ? Grazie

    1. Salve signora, difficile dirlo mi sembra che la sua situazione sia più avanzata di quelle che affrontiamo con grande successo. Però le consiglio comunque di contattarci allo 041-5349637 (siamo aperti dal lunedì al venerdì con orario 9-13 e 15-19) per valutare come e se muoversi.
      Distinti saluti
      Gianluca Codognato
      uff. stampa Adico

  3. Stessa cosa appena successa a mia mamma ottantenne, scusa del catalogo con relativi sconti. Ora provo a esercitare il diritto di recesso. Cosa dite di fare anche denuncia?

    1. Salve, la cosa principale intanto è il recesso. In generale noi non facciamo presentare denuncia non trattandosi di una vera e propria truffa. Naturalmente se la presentate non c’è alcun problema. Se avete problemi con il recesso, invece, contattateci allo 041-5349637, siamo aperti dal lunedì al venerdì con orario 9-13 e 15-19.

      Distinti saluti
      Gianluca Codognato
      uff. stampa Adico

  4. Salve abito in provincia di Pisa e a dicembre 2019 hanno fregato anche mia madre facendole firmare un foglio che con il quale dichiarava di farsi spedire un catalogo di prodotti a casa, però quello che stava firmando era un contratto vero e proprio, fatto sta che pure i miei genitori devono pagare 20 cambiali per un totale di 3650€. La mia paura più grande è che oggi doveva esseee pagata la cambiale del mese di marzo 2021 ma questa non è arrivata, qualcuno sa sè questa azienda è fallita? Il numero verde non è più attivo e non ci sono modi di inviargli e mail

    1. Salve, intanto mi spiace tantissimo perché se si fosse rivolto a noi le avremmo fatto annullare il “contratto” in brevissimo tempo! Per il resto queste società in effetti spariscono con facilità per poi ripresentarsi con altro nome. Mi auguro che questa sia davvero fallita però non mi ha messo il nome dell’azienda….se me lo scrive posso fare una verifica.

      Distinti saluti
      Gianluca Codognato
      uff. stampa Adico

  5. Buongiorno, anch’io sono caduta nel tranello della firma per l’invio del catalogo. Ho 52 anni e non sono stupida, quindi può succedere a chiunque. Io ho scoperto proprio oggi che sono stata truffata e ho già preso l’appuntamento con la vostra sede di Udine. La ditta in questione è Startupinterni casa, con sede in Padova via Carlo Dolci 2.

    1. Salve signora, non si preoccupi succede a tantissime persone e di tutte le estrazioni sociali e culturali. Sono bravi loro. Unica annotazione, NOI NON ABBIAMO SEDI A UDINE MA SOLO A MESTRE. SE vuole ci contatti alo 041-5349637 (dal lunedì al venerdì con orario 9-13 e 15-19). Se no si affidi all’associazione con cui ha preso appuntamento. Le ricordo comunque che se ha firmato il contratto meno di 14 giorni fa può fare io recesso gratuito.
      Le auguro intanto una buona serata.
      Gianluca Codognato
      uff. stampa Adico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Continuando a navigare nel sito acconsenti all'uso di Cookie Tecnici neccessari che permettono di offrire la migliore esperienza di navigazione, come descritto nell'informatva sulla privacy.