Le famiglie colpite dalla crisi del Covid hanno perso 4.300 euro di redditi


MILANO 
– Il bilancio del Covid è “gravissimo”. Sia per i grandi numeri dell’economia che per i piccoli delle famiglie. Sono stati “persi” 150 miliardi di euro di Pil, 108 di consumi, gli occupati sono 435 mila in meno, l’indebitamento delle amministrazioni pubbliche era sceso a 27,9 miliardi nel 2019 ed è esploso di nuovo a 156,3 miliardi. I lavoratori che hanno subito una perdita di reddito sono 10,9 milioni e le famiglie con almeno un componente colpito dalla crisi sono 8,2 milioni, un terzo del totale.

Secondo i calcoli degli economisti di Prometeia, ai lavoratori colpiti dalla crisi sono venuti a mancare in media 6.100 euro, il 30% del reddito disponibile complessivo annuo. L’intervento delle integrazioni al reddito (29 miliardi tra cassa, bonus e indennità) hanno compensato in parte la perdita, portando la riduzione media a 3.700 euro: il 17,9% del reddito complessivo individuale.

Discorso simile per le famiglie: i nuclei con almeno un lavoratore colpito, dopo le integrazioni (come Reddito di emergenza e di cittadinanza) si trovano di fronte a perdite per circa 4.300 euro, che significa in media l’11,9% del reddito familiare. Una incidenza che scende al 4,9% se si considerano anche le famiglie i cui lavoratori non sono stati toccati dalla crisi.

Fonte: La Repubblica.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *