LUFTHANSA, PILOTI IN SCIOPERO: CANCELLATA LA META’ DEI VOLI

Braccia incrociate per i piloti di Lufthansa, che dalle cinque del mattino hanno fatto partire il nuovo sciopero contro il piano di riduzione dei costi della compagnia.

L’agitazione durerà due giorni e, ha avvertito il sindacato dei piloti Vereinigung, potrebbe essere esteso. “Non possiamo escludere ulteriori scioperi questa settimana”, ha dichiarato Markus Wahl, portavoce del sindacato, “sono possibili scioperi anche nelle prossime settimane”. Oggi sono stati per ora cancellati 84 voli a lunga percorrenza su 170 complessivi in partenza dagli aeroporti di Francoforte, Monaco di Baviera e Dusseldorf. Nel corso della giornata verra’ pubblicata una lista dei voli colpiti dallo stop, che potrebbero salire a varie centinaia nella giornata di domani.

Si tratta del tredicesimo sciopero indetto negli ultimi 18 mesi dai piloti di Lufthansa, che avevano inizialmente incrociato le braccia in opposizione al taglio degli emolumenti per i pensionati. Le ragioni della protesta si sono poi allargate al piano del vettore tedesco di espandere le proprie operazioni low-cost sotto il marchio Eurowings e di continuare a delocalizzare attivita’ fuori dalla Germania. Durante le trattative della scorsa settimana i piloti avevano cercato un compromesso accettando un aumento dell’eta’ pensionabile media a 60 anni e una riduzione dei costi che li rendesse comparabili a quelli di Easyjet ma avevano poi abbandonato il tavolo giudicando insufficienti le controproposte dell’azienda. Solo quest’anno gli scioperi sono costati a Lufthansa circa 100 milioni di euro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Continuando a navigare nel sito acconsenti all'uso di Cookie Tecnici neccessari che permettono di offrire la migliore esperienza di navigazione, come descritto nell'informatva sulla privacy.