MANCATA RIVALUTAZIONE DELLE PENSIONI, “A RUBA” IL MODULO DIFFIDA PREDISPOSTO DALL’ADICO PER BLOCCARE LA PRESCRIZIONE DEL CREDITO

La diffida predisposta dall’Adico in relazione alla mancata rivalutazione delle pensioni è andato letteralmente a ruba. Sono un centinaio i pensionati che in queste settimane si sono rivolti alla nostra associazione richiedendo il modulo, nell’ambito di una questione che resta ancora “rovente”. “In seguito alla sentenza della Corte Costituzionale sulla rivalutazione monetaria delle pensioni – commenta Carlo Garofolini, presidente dell’Adico -, il caos ha preso il sopravvento. Dopo essere stati subissati dalla richiesta di informazioni, abbiamo deciso di metterci a disposizione dei pensionati, senza annunciare la presentazione di ricorsi il cui esito, allo stato attuale, non è assolutamente certo, ma predisponendo altresì una diffida da inviare all’Inps tramite la quale si interrompono i termini di prescrizione o di decadenza per il proprio credito. Così, se e quando si materializzerà la possibilità di presentare il ricorso, chi ha presentato la diffida non rischia la prescrizione”.

In queste ultime settimana sono tantissime le persone che si sono presentate nella nostra sede (o hanno telefonato) richiedendo il modulo predisposto dall’ufficio legale dell’Adico.

Per ricevere il modello della diffida è sufficiente rivolgersi nella sede dell’associazione (via Volturno, 33, Mestre) dal lunedì al venerdì, ore 9-12.30 / 15-18.30. I nostri esperti consegneranno il modulo ai soci (chi non è socio può iscriversi direttamente in sede) fornendo le necessarie spiegazioni per la compilazione.

7 risposte

    1. Salve, per tale richiesta la invito a contattarci allo 041-5349637 dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 19.

      Distinti saluti
      Gianluca Codognato
      uff. stampa Adico

  1. Salve,
    ho inviato la diffida all'<inps per raccomandata il 20 agosto 2015.Vorrei cortesemente sapere se ho interrotto la prescrizione e fino a quando per fare ricorso alla Corte dei Conti.
    Cordiali saluti
    Giovanni Lavarra

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Continuando a navigare nel sito acconsenti all'uso di Cookie Tecnici neccessari che permettono di offrire la migliore esperienza di navigazione, come descritto nell'informatva sulla privacy.