Nel 2020 cala la bolletta della luce. Adico: “non basta, giù le tasse”

Le notizie che riguardano la diminuzione marcata della bolletta della luce per il 2020 e il sensibile aumento del gas possono apparire abbastanza positive. Ma per noi il problema fondamentale resta quello dell’eccessiva tassazione che colpisce gli utenti. Vanno rivisti gli oneri di sistema e abbassate le accise”. Carlo Garofolini, presidente dell’Adico, commenta così la comunicazione dell’Arera, l’Autorità per l’energia, relativa alle tariffe fissate per il primo trimestre del prossimo anno. Come riporta il sito IlSalvagente.it, dal 1° gennaio 2020 vi saranno aumenti seppur limitati per la bolletta del gas (+ 0,8%) e un calo deciso della luce (-5,4 %) nel prossimo trimestre per i clienti nel regime di Maggiore Tutela. “Nel primo trimestre 2020 – spiega in una nota l’Arera – bollette dell’energia elettrica in deciso ribasso e sostanziale stabilità per quelle del gas. Il forte calo del fabbisogno per gli oneri generali, il contenimento delle tariffe regolate di rete (trasporto e distribuzione) e le basse quotazioni delle materie prime nei mercati all’ ingrosso portano infatti ad una riduzione del -5,4% per l’elettricità e ad un leggero aggiustamento per il gas, +0,8% per la famiglia tipo in tutela”. La famiglia tipo, ricordiamo, ha consumi medi di energia elettrica di 2.700 kWh all’anno e una potenza impegnata di 3 kW; per il gas i consumi sono di 1.400 metri cubi annui. Nel settore energetico è slittato all’ 1 gennaio 2022 la fine del mercato tutelato dell’energia (luce e gas). Si tratta dell’ennesima proroga: la fine del mercato tutelato era fissata al 30 giugno 2015 per il gas e al 30 giugno 2016 per l’elettricità. Di proroga in proroga si sono cumulati ritardi: nel 2018 il 56% dei clienti domestici era ancora sotto tutela. E non è un caso visto che il mercato libero ancora non è (sempre) concorrenziale e sicuramente ancora molto più opaco e per certi versi molto meno garantista per il consumatore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *