Pagamenti in contanti, attenzione alle sanzioni dell’ufficio antiriciclaggio. Tutti i consigli di Adico domani durante la diretta streaming di Mestre Mia

Quando effettuate un pagamento in contanti dovete stare molto attenti. Per quanto siate in totale buona fede, infatti, se la cifra in gioco è superiore ai 2 mila euro potreste restare imprigionati nelle reti del Mef, il Ministero dell’economia e della Finanza, e in particolare degli uffici antiriciclaggio. Lo sa bene, per esempio,  una famiglia di Fossò che si è rivolta di recente all’Adico dopo aver ricevuto una doppia sanzione sanabile immediatamente sborsando in tutto la ragguardevole somma di 12 mila euro. Il motivo della contestazione? Per molti versi surreale e legato a un matrimonio. In pratica, lo sposo ha restituito alla madre 4 mila euro prestatigli per il banchetto di nozze ma quando la donna ha depositato la somma in banca è scattata la segnalazione all’antiriciclaggio. La vicenda sarà al centro delle diretta streaming di Mestre Mia in programma giovedì 12 novembre (ore 18 all’indirizzo https://www.facebook.com/groups/mestremia/) nell’ambito della consueta rubrica “cosa c’è da sapere?” organizzata dall’associazione culturale di Andrea Sperandio in collaborazione con l’Adico. In studio, il presidente dell’associazione dei consumatori, Carlo Garofolini, e l’avvocato Alessandro Baldin.    

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *