“Palestre chiuse? Attrezziamo i parchi cittadini con aree fitness”. La proposta di Adico al Comune

MESTRE. Palestre chiuse? E allora, attrezziamo i parchi cittadini per consentire ai mestrini di allenarsi in vista dell’imminente e sempre temuta prova costume. E’ questa l’idea che Adico lancia all’amministrazione comunale nell’ambito di una questione all’apparenza frivola ma che in realtà ha grande valenza psicologica soprattutto per i più giovani in questa difficilissima crisi sanitaria (ed economica). Facciamo il punto della situazione. Allo stato attuale i principali parchi mestrini, Albanese-Bissuola e San Giuliano, dispongono di alcune aree fitness dov’è possibile eseguire qualche esercizio a corpo libero. Ma si potrebbe fare di più. Un esempio su tutti. Nel parco di San Giuliano – dove ci si è forse concentrati troppo sulla realizzazione di campi da basket poco utilizzati – esiste una zona con panche inclinate e sbarre per le trazioni. Due elementi molto utili per allenarsi in modo abbastanza soddisfacente come fanno in tanti. Ma questo è il punto: quell’area, comunque di piccole dimensioni, è quasi sempre al completo soprattutto in giornate di sole. Altre zone hanno solo panche in gran parte rotte e non fruibili in modo soddisfacente. “In poco tempo – spiega Carlo Garofolini, presidente dell’Adico – si potrebbero realizzare sia a San Giuliano che alla Bissuola zone ben organizzate dove fare palestra anche se naturalmente servirebbero pure i manubri che già qualcuno si porta da casa. In questo modo si potrebbe trovare una formula, una convenzione, per coinvolgere anche gli stessi titolari delle palestre che continuano a essere forzatamente chiuse. Pensiamo che non sarebbe uno sforzo economico così impegnativo e, visto il successo dell’unica area ben attrezzata di San Giuliano, siamo convinti che l’iniziativa avrebbe grande seguito”.  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *