Rimborsi degli abbonamenti annuali, Adico incontra i responsabili di Actv. Intanto il governo valuta lo stanziamento di 800 milioni di euro per “risarcire” gli utenti

MESTRE. Qualcosa si muove sul fronte dei rimborsi per gli abbonamenti annuali dell’Actv, in particolare per quelli studenteschi. Da settimane Adico fa pressione sull’azienda dopo aver predisposto un’azione collettiva che ha riscosso grandissimo successo fra gli utenti veneziani (settanta le adesioni, centinaia le richieste di informazione, anche da parte di lavoratori e pensionati).  Nei prossimi giorni l’associazione incontrerà i responsabili di Actv per chiedere soluzioni che vadano incontro all’utenza: o il rimborso dei mesi durante i quali l’abbonamento è rimasto inutilizzato a causa del lockdown o il prolungamento gratuito dello stesso per la prossima stagione. Non solo. Anche grazie alla perseveranza delle associazioni dei consumatori che nel Veneziano è stata dimostrata soprattutto da Adico, il governo sta valutando la possibilità di riservare 800 milioni di euro proprio per il rimborso degli abbonamenti annuali dei mezzi di trasporto. “Fino a qualche tempo fa nessuno ne parlava – commenta orgoglioso Carlo Garofolini, presidente dell’associazione – ora finalmente vediamo che ci sono spiragli anche per questo tema che sembrava finito nel dimenticatoio. Per noi invece è fondamentale e abbiamo potuto confermarlo vedendo quanta gente ci ha contattato per aderire alla nostra azione collettiva. Ci sono famiglie con due o tre figli che hanno speso diverse centinaia di euro per i propri ragazzi, rimasti poi forzatamente a casa da marzo. Perché non dovremmo pensare anche a loro?”. Le richieste di Adico verranno presentate alla stessa Actv nei prossimi giorni durante un incontro che servirà per individuare possibili percorsi da seguire. “L’azienda si è detta disponibile a un incontro e questo per noi è molto importante – conclude Garofolini – . La nostra posizione resta quella già espressa: gli utenti devono essere rimborsati oppure devono ottenere uno sconto sul prossimo abbonamento. Ovviamente molto dipenderà anche dagli stanziamenti del governo ma siamo sicuri che si potrà trovare un accordo che soddisfi i cittadini veneziani rimasti forzatamente orfani dei mezzi pubblici in questo periodo difficilissimo per tutti”.

6 commenti su “Rimborsi degli abbonamenti annuali, Adico incontra i responsabili di Actv. Intanto il governo valuta lo stanziamento di 800 milioni di euro per “risarcire” gli utenti”

  1. Patrizia Ferraresso

    Buongiorno . mia figlia che frequenta il liceo Galilei di dolo ha usufruito di 2,settimane su 17 pagate, e in una delle ultime corse usufruite, c era un esubero tale di studenti che L autista ha dovuto chiamare l azienda x chiedere se doveva partire o meno, e quest ultima gli ha detto di partire lo stesso. Io ho subito chiamato L Actv x lamentarmi della gravità dell accaduto ma non mi hanno nemmeno ascoltata. Ringrazio x la vs iniziativa

    1. Grazie! Nel nostro sito troverete tutti gli aggiornamenti sull’iniziativa.
      Distinti saluti
      Gianluca codognato
      uff. stampa Adico

  2. ANTONELLA CORO'

    Bravissimi… Grazie!
    Io ho aderito all”iniziativa, francamente spero di ricevere un rimborso, piuttosto che un prolungamento dell’ abbonamento, dato che a mia figlia non servirebbe (studierà a Padova).
    Cordiali saluti.
    Antonella Corò

    1. Salve signora, vi terremo aggiornati. Chiaro che il prolungamento sarebbe forse la soluzione più percorribile anche se noi restiamo fermi sulla richiesta di rimborso. Naturalmente valuteremo la cosa dopo l’incontro di lunedì. E grazie per i complimenti 🙂

      Distinti saluti
      Gianluca Codognato
      uff. stampa Adico

    1. Salve, l’incontro c ‘è stato domani vi aggiorno tramite il sito.Le prospettive sono buone (ma incrociamo le dita).

      Gianluca

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *