Rimborsi per gli abbonamenti Actv, nel decreto “Rilancio” previsti i ristori per i pendolari. Garofolini: “provvedimento frutto anche delle nostre battaglie”

VENEZIA. La buona notizia è riportata nell’articolo 215 (potete trovare il testo in fondo a questo articolo) del decreto Rilancio pubblicato oggi in Gazzetta Ufficiale. Il titolo del testo è già emblematico: “Misure di tutela per i pendolari di trasporto ferroviario e Tpl (trasporto pubblico locale, ndr)” e contiene appunto le indicazioni per richiedere i rimborsi alle aziende di trasporto pubblico (e ferroviario) in caso di titoli di viaggio o abbonamenti non utilizzati nel periodo del lockdown. Un provvedimento atteso e richiesto con forza da Adico che lunedì ha anche incontrato i vertici dell’Actv per intavolare un dialogo in vista proprio di questo (non scontato) articolo. “Siamo molto soddisfatti – spiega Carlo Garofolini – anche se ora dovremmo chiarire alcune modalità non definite nel provvedimento. Questo ristoro per gli utenti è frutto delle pressioni esercitate a livello nazionale dalle associazioni dei consumatori, una pressione che noi abbiamo esercitato in modo molto incisivo nei confronti di Actv”.

Ma facciamo qualche passo indietro per delineare i contorni di tutta la vicenda. Adico alcune settimane fa, seguendo le richieste di decine di cittadini veneziani, ha predisposto una diffida legale collettiva da inviare alla stessa Actv con la richiesta di rimborso degli abbonamenti in parte non utilizzati a causa del lockdown. L’iniziativa ha raccolto una settantina di adesioni in “rappresentanza” di un centinaio di abbonamenti annuali, soprattutto per studenti. “Qualcuno ci aveva criticato per questa azione – racconta Carlo Garofolini – dicendoci che l’ azienda aveva già un bel buco di bilancio e che quindi non si poteva chiedere il rimborso dei titoli di viaggio pagati dagli utenti. Noi abbiamo invece voluto procedere senza se e senza ma, appoggiati da tantissimi cittadini. In quel momento l’azienda stava rispondendo negativamente a quanti chiedevamo lumi sui possibili ristori e anche a livello nazionale se ne parlava poco. Ora tutto è cambiato e credo che anche a noi vada riconosciuto il merito della nostra perseveranza”.

L’azione collettiva ha permesso di aprire un dialogo costruttivo fra Adico e Actv e lunedì, infatti, c’è stato un contatto molto positivo fra le due realtà. “Abbiamo definito possibili metodi di rimborso – continua Garofolini – fermo restando che attendevamo anche noi le indicazioni del governo. Ora sono arrivate all’interno dell’articolato decreto Rilancio e per i pendolari la notizia è assolutamente positiva”.

Allo stato attuale l’articolo prevede per le aziende due possibili metodi di rimborso:

  • Emissione di un voucher di importo pari al titolo di viaggio non utilizzato da sfruttare entro un anno dall’emissione.
    • oppure
  • Prolungamento dell’abbonamento per il periodo di mancato utilizzo.

Restano alcuni nodi da sciogliere direttamente con l’azienda.

Il primo: come devono comportarsi gli utenti che entro il 28 maggio hanno da onorare l’ultima rata dell’abbonamento annuale siglato lo scorso 31 agosto? E come devono comportarsi i pendolari che nella prossima stagione non hanno più bisogno dell’abbonamento? Domande per le quali Adico cercherà di trovare risposte direttamente dall’Actv.

Per completezza riportiamo qui sotto il testo dell’articolo 215 del decreto “Rilancio” dell’esecutivo Conte.

Art.215
(Misure di tutela per i pendolari di trasporto ferroviario e TPL)

  1. In caso di mancata utilizzazione, in conseguenza delle misure di contenimento previste dall’articolo
    1 del decreto-legge 23 febbraio 2020, n. 6, convertito, con modificazioni, dalla legge 5 marzo 2020, n.
    13, dall’articolo 1 del decreto-legge 25 marzo 2020, n. 19, nonché dai relativi provvedimenti attuativi,
    di titoli di viaggio, ivi compresi gli abbonamenti, le aziende erogatrici di servizi di trasporto
    ferroviario ovvero di servizi di trasporto pubblico locale procedono nei confronti aventi diritto al
    rimborso, optando per una delle seguenti modalità:
    a) emissione di un voucher di importo pari all’ammontare del titolo di viaggio, ivi compreso
    l’abbonamento, da utilizzare entro un anno dall’emissione;
    b) prolungamento della durata dell’abbonamento per un periodo corrispondente a quello durante il
    quale non ne è stato possibile l’utilizzo.
  2. Ai fini dell’erogazione del rimborso, gli aventi diritto comunicano al vettore il ricorrere delle
    situazioni di cui al medesimo comma 1, allegando:
    a) la documentazione comprovante il possesso del titolo di viaggio di cui al comma 1, in corso di
    validità durante il periodo di efficacia dei provvedimenti attuativi delle misure di contenimento
    previste dall’articolo 1 del decreto-legge 23 febbraio 2020, n. 6, convertito, con modificazioni, dalla
    legge 5 marzo 2020, n. 13 o dall’articolo 1 del decreto-legge 25 marzo 2020, n. 19;
    b) dichiarazione rilasciata ai sensi dell’articolo 47 del decreto del Presidente della Repubblica 28
    dicembre 2000, n. 445, relativa al mancato utilizzo, in tutto o in parte, del titolo di viaggio in
    conseguenza dei provvedimenti attuative delle misure di contenimento di cui alla lettera a).
  3. Entro trenta giorni dalla ricezione della comunicazione di cui al comma 2, il vettore procede al
    rimborso secondo le modalità di cui al comma 1.


12 commenti su “Rimborsi per gli abbonamenti Actv, nel decreto “Rilancio” previsti i ristori per i pendolari. Garofolini: “provvedimento frutto anche delle nostre battaglie””

  1. Donatella Colombo

    Grazie Adico!
    Lavoratrice pendolare e mamma di studentessa, anch’ ella pendolare, dalla terraferma a Venezia con entrambe abbonamenti ACTV su trasporto Tram e/o bus + vaporetto.
    Cordiali saluti,
    Donatella Colombo

  2. Buongiorno, io e mia figlia abbiamo l’abbonamento annuale, a chi devo mandare copia del pagamento per ricevere Voucher?? Grazie!!

    1. Salve, l’azienda sta ancora definendo la metodologia e temo che non sarà una cosa breve perchè Actv è alle prese con le corse e il sovraffollamentyo dei mezzi. Le consiglio di controllare periodicamente il nostro sito o di si iscriversi alle newsletter (è gratuito) così avrà tutti gli aggiornamento del caso. Distinti saluti
      Gianluca Codognato
      uff stampa Adico

  3. Salve, anch’io voglio il rimborso o lo slittamento dell’abbonamento per mia figlia studentessa a Mirano, come bisogna procedere? grazie

  4. salve, anch’io vorrei il rimborso e il prolungamento dell’abbonamento annuale per mia figlia che frequenta il secondo anno dell’istituto Majorana di Mirano, potete tenermi aggiornata?
    grazie

    1. Salve, certo, le consiglio di iscriversi (è gratuito) alle nostre newsletter tramite il sito.

      Distinti saluti
      Gianluca codognato
      uff. stampa Adico

  5. Buongiorno, come dobbiamo agire per lo slittamento e/o rimborso per abbonamento extraurbano studente per il periodo di chiusra delle scuole causa covid-19?
    Grazie
    Federica

    1. Salve, può contattarmi allo 041-5349637? Io sono in ufficio fino alle 18. Preferisco spiegarle a voce per essere più preciso.
      Gianluca

  6. Enrica Buccellato

    Mia figlia residente a Cagliari in Sardegna ha sottoscritto a settembre l’abbonamento annuale ACTV perché iscritta alla Ca Foscari a Venezia.
    Da fine febbraio a causa del Covid e della chiusura dell’università è rientrata in Sardegna.
    Ritiene che abbia diritto al rimborso o al voucher per 6 mesi dell’abbonamento non usufruito e non usufruibile?
    Grazie

    1. Salve signora, allo stato attuale stiamo lottando per ottenere il prolungamento anche per tutto maggio e metà giugno dato che l’azienda attualmente vorrebbe riconoscere solo marzo e aprile. Tenga conto che il periodo di luglio e agosto è un “in più” nel senso che è compreso nell’abbonamento per studenti ma in effetti non viene utilizzato per andare a scuola, essendo la scuola chiusa per le vacanze estive. La invito a visitare periodicamente il nostro sito (www.associazionedifesaconsumatori.it) perché tramite quello vi terremo costantemente aggiornati sulla vicenda.

      Gianluca Codognato
      uff. stampa Adico

  7. Erika Maria Sottile

    Buongiorno!
    Mi chiedevo se allo stato attuale si fosse sbloccato qualcosa per richiedere un voucher o il prolungamento dell’abbonamento relativi al periodo di mancato utilizzo.
    Grazie per l’attenzione.
    Cordialmente,
    Erika

    1. Salve, signora, l’ultimo aggiornamento a riguardo lo trova sul nostro articolo del 6 luglio:

      https://www.associazionedifesaconsumatori.it/abbonamenti-actv-parzialmente-utilizzati-lazienda-scrive-ad-adico-rimborsi-al-via-appena-definiti-i-criteri-operativi-garofolini-per-gli-studenti-chiediamo-il-r/

      Se ha bisogno di informazioni più dettagliate mi può trovare quasi tutti i pomeriggi in sede allo 041-5349637 (dal lunedì al venerdì con orario 15-19)

      Gianluca

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *