Rinnovo Patente, da domani non più bollino ma nuovo documento

Ci saranno però 20 giorni di tolleranza per permettere l’aggiornamento delle strutture mediche, quindi “la novità – come ci ha spiegato il direttore generale della Motorizzazione Vitelli – entrerà in vigore in modo soft, per non creare traumi nella struttura e per garantire il perfetto funzionamento”. La patente rinnovata, in pratica, verrà spedita a casa del titolare con una nuova foto. E il rinnovo avverrà via internet: i medici accederanno, tramite il sito “il Portale dell’Automobilista”, al sistema informatico del Dipartimento per i Trasporti inserendo credenziali e pin. Quindi il sistema informatico rilascerà una ricevuta che il medico consegnerà al richiedente, in attesa dell’arrivo del nuovo documento (che dovrebbe arrivare entro una settimana). La ricevuta comunque sostituirà la patente vera e propria fino a un massimo di 60 giorni. Il costo della procedura totale è di 25 euro ai quali vanno aggiunti ovviamente i costi della spedizione assicurata (6,80 euro) e quelli della visita medica.

Una rivoluzione che interessa la bellezza di 5 milioni di italiani che in questi

mesi hanno la patenti di guida in scadenza. Sarà questa, quindi, la platea di automobilisti che nel 2014 dovrà rinnovare il proprio certificato di guida con la nuova procedura, al via da domani, che elimina l’etichetta adesiva con la nuova scadenza da apporre sul vecchio documento e prevede invece la stampa di una nuova patente.
Insomma con questa idea il Ministero dei Trasporti punta a rinnovare entro 10 anni tutto il parco delle patenti attive, sostituendole con il nuovo modello plastificato Card disposto dalla normativa europea: la patente sembra sempre la stessa ma è molto diversa visto che è stampata con nuove modalità laser e criteri antifalsificazione. Una buona notizia per gli automobilisti. Un po’ meno per le lobby che li circondano e che cercano ancora di lucrare intorno ad ogni operazione che invece così diventa facile facile…

fonte: repubblica.it

 

8 risposte

  1. Per una decisione presa dalla Motorizzazione Civile, non trovo giusto che dobbiamo sostenerne le spese. Se le normative cambiano per quale motivo deve essere il cittadino a pagare? Quando arriva a casa il badge “Tessera sanitaria + codice fiscale” paghiamo qualcosa? No, e allora per stampare una patente plastificata 25 euro mi sembrano molti. E poi parliamo di crisi? E’ vergognoso!

  2. Trovo questa operazione una necessità, che sicuramente andava fatta, per vari motivi pratici, trovo le somme richieste congrue, il problema dei costi si presenterà sicuramente in futuro, una volta aperta la porta a un gettito erariale, ci vuole poco a questi politici, far lievitare i costi, per dilatare le entrate, cosi come hanno sempre fatto per tutte le entrate statali, partono col piede giusto, e continuano il cammino con quello sbagliato, chi vivrà vedrà.

  3. Al fine di non dover viaggiare sempre con un portafoglio gonfio di badge, ci auguriamo che qualcuno riesca a realizzare che forse è il caso di introdurre su un unico pezzetto di plastica: codice fiscale, carta d’identità, tessera sanitaria e magari, non sarebbe male, l’anamnesi medica.
    La tecnologia a prezzi contenuti esiste, attendiamo pazientemente che qualche persona di buon senso riesca a realizzare questa soluzione, a mio avviso, ovvia!

  4. E’ davvero una vergogna! sono più che d’accordo con Alessio. Ma che cosa vogliono sempre da noi cittadini? come possiamo contrastare queste continue richieste da istituzioni parassite.. è una loro esigenza… perché deve sempre pagare il cittadino???

  5. BUON GIORNO, SE UNA PERSONA HA LA PATENTE SPECIALE
    CHE SCADE OGNI ANNO E DEVE FARE 4 MESI DI VISITE PER
    RINNOVARLA, DEVE FARE OGNI ANNO TUTTA QUESTA PROCEDURA CON FOTO, INVIO PATENTE ECC.ECC.?
    CORDIALI SALUTI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Continuando a navigare nel sito acconsenti all'uso di Cookie Tecnici neccessari che permettono di offrire la migliore esperienza di navigazione, come descritto nell'informatva sulla privacy.