SALDI ESTIVI, 6 VENEZIANI SU 10 PRONTI ALLO SHOPPING SCONTATO (+4% RISPETTO AL 2014). ADICO PER IL QUARTO ANNO CONSECUTIVO LANCIA LA CAMPAGNA “FOTOGRAFA IL TUO ACQUISTO”

Sabato 4 luglio tornano i saldi estivi e per il quarto anno consecutivo Adico, associazione difesa consumatori, propone la campagna  “Fotografa il tuo acquisto”. In pratica, chi intende acquistare qualcosa in saldo, si armi di macchina fotografica (o più semplicemente di telefono cellulare) per immortalare il vestito, il paio di scarpe o l’articolo desiderato, inquadrando bene il prezzo. Poi torni nello stesso negozio a saldi iniziati e con una seconda foto potrà dimostrare e verificare la bontà, e la veridicità, dello sconto applicato.

“Lo scopo della campagna Adico – spiega Carlo Garofolini, presidente dell’associazione – è quello di far prendere coscienza dei propri diritti di acquirenti e salvaguardare un potere d’acquisto già messo duramente alla prova dalla crisi economica, evitando che le svendite, da atteso momento di respiro per commercianti e famiglie si trasformino invece nell’ ennesimo strumento oppressivo ai danni dei consumatori”.

Anche quest’anno non si attendono spese folli, tanto più che i principale affari per i commercianti si realizzano durante i saldi invernali. Però, secondo una indagine di Adico realizzata fra i propri soci, dopo due anni disastrosi (2013 e 2014), con budget dimezzati rispetto al periodo pre-crisi, adesso le cose dovrebbero andare un po’ meglio. Intanto cresce di quasi il 5% la percentuale di soci Adico che annuncia di voler fare shopping durante i saldi, in particolare nel primo week end di sconti e, al massimo, nella settimana successiva: dal 56% dello scorso anno al 60% di adesso. Anche le risorse da investire sono in crescita: lo scorso anno un veneziano su due ha speso fra 50 e 60 euro, ora la previsione di spesa cresce di 5 euro. In più si incrementa di 6 punti (dall’8% del 2014 al 14% del 2015) la percentuale di chi spenderà più di 100 euro.

“Pur in un periodo in cui le famiglie si sono ritrovate a pagare balzelli di ogni tipo – commenta ancora Garofolini – è cresciuta leggermente la fiducia e questo basta per far crescere l’appeal dei saldi. In realtà questi dati mostrano una piccola ripresa, ma sempre rispetto al 2014 e al 2013, che sono state annate disastrose. Per quanto riguarda i saldi anticipati, di solito sono molto più frequenti in inverno. In questi giorni non abbiamo rilevato sul territorio comportamenti particolarmente scorretti”.

Durante i saldi, il rischio per l’acquirente è anche quello di comprare dei bidoni. Ecco alcuni consigli utili per difendersi da possibili raggiri:

Non farsi prendere dalla frenesia del voler comprare a tutti i costi

Fare sempre un giro di perlustrazione per essere sicuri di non comprare resti di magazzino

Confrontare sul cartellino il prezzo vecchio con quello ribassato

Verificare scrupolosamente le taglie riportate in etichetta ed eventuali difetti

Nel caso di capi di abbigliamento provare sempre l’articolo

Ricordare che i prezzi esposti vincolano il venditore che in cassa non può applicare sconti diversi da quelli dichiarati

E’ bene sapere che il negoziante convenzionato con una carta di credito è tenuto ad accettarla sempre anche in periodo di saldi

Accertarsi sempre che il prodotto esposto in vetrina e quello offerto in negozio coincidano

Diffidate degli sconti superiori al 60%

Non superare il budget che ci si era imposti per evitare ripensamenti una volta tornati a casa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Continuando a navigare nel sito acconsenti all'uso di Cookie Tecnici neccessari che permettono di offrire la migliore esperienza di navigazione, come descritto nell'informatva sulla privacy.